C’E’ CHI DICE NO

Ho ascoltato Conte parlare oggi e sinceramente il suo tono di voce non è per niente positivo e non esprime nessuna speranza. Anzi, al contrario, io ho capito che la cosa si sta piano piano ripetendo e che non è affatto vero che il nostro Natale sarà salvo. Credo che sia una tecnica per farci credere che andrà tutto bene, come hanno fatto mesi fa, e invece sono tutti bugiardi, Conte per primo. Inoltre questi aiuti, di cui parla tanto ogni volta, la gente ancora li aspetta e la gente ha dovuto chiudere, vendere casa, non sa più come fare. C’era stato un piccolo respiro e adesso di nuovo un’altra batosta. Credo che Conte dall’alto del suo benessere economico non si renda conto di cosa sta succedendo. La gente non può fare sempre sacrifici e non avere mai aiuti. Infatti hanno fatto benissimo a protestare perchè la mafia, la camorra e la ndrangheta si stanno prendendo tutto e i nostri giovani cosa potranno fare nel futuro se non ci sarà lavoro da nessuna parte? Questo Conte non lo vede, lui non ha problemi di lavor, nessuno dei nostri politici ha questo tipo di problemi ma la gente che chiude e fallisce non glielo perdonerà mai.

( Copyright del testo di Amleta Bloom)

Pubblicato in THE RESISTANCE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

DATE LA PACE A VOI STESSI

Dove sono in questo momento?
Mi trovo qui con il mio corpo.
Ma la mia mente è qui con me?
No.
La mia mente è nel passato o nel futuro.
La mia mente sta pensando a quello che ho fatto o a quello che farò.
A quello che ho avuto o a quello che voglio adesso.
E dove mi trovo quindi?
Sospesa tra passato e futuro?
In balia di desideri che urlano nella mia testa?
Allora respiro, respiro ancora, mi metto a terra, incrocio le gambe e mi dico ok ora vediamo dove sto.
Cerco di darmi pace e di trovare un punto dentro di me, una stella luminosa, un fiore bellissimo, un prato verde.
E mi ricordo che sono lì in quel prato verde e che intorno a me ci sono fiori profumati e i loro colori sono bellissimi.
E cosa esiste oltre questo prato?
Esisto io nel mio mondo di pace e serenità.
Datevi un respiro di pace.
Abbracciate voi stessi.
Calmate la vostra rabbia.
Siate come dei fiori. Siate fiori.

( Copyright del post di Amleta Bloom)

Pubblicato in DISSOLUZIONI INTERIORI | 6 commenti

SIAMO FORMICHE

Se mettiamo 100 formiche nere e 100 formiche rosse dentro un barattolo di vetro non succederà nulla. Ma se dopo agitiamo il barattolo esse inizieranno ad uccidersi. Ognuna di quelle nere penserà che quelle rosse siano il nemico. Ognuna di quelle rosse penserà la stessa cosa di quelle nere. Nessuna di loro si rende conto che la causa di tanta agitazione è quel qualcuno cge ha mosso il barattolo. Così noi ci sconttiamo perchè siamo bianchi e neri, di destra e sinistra, religiosi e atei, giovani e vecchi, progressisti e tradizionalisti…ma chi è la vera causa di tanti scontri? Mentre noi litighiamo quel qualcuno se la ride lasciando il barattolo di vetro sulla punta del tavolo fino a quando l’agitazione lo farà cadere e andremo tutti in frantumi. Ne vale la pena lottare gli uni contro gli altri?
Pubblicato in DISSOLUZIONI INTERIORI | 8 commenti

ROYAL BABY


Sono l’orsetto dal sangue blu.
Gocciolo col naso in su e appeso rimango al baldacchino del letto.
La mia principessa mi ha dato legnate, lei che sorride soave in ogni posa fotografica.
Io mantengo il segreto di questa donna vipera perchè mia madre fece così per anni.
Non potrò avere la corona ma almeno manterrò il mio nome rispettabile di erede regale.
Lei è tornata al castello e urla come n’isterica e so che mi picchierà ancora.
Vuole che la porti in America, vuole fare l’attrice famosa.
Il mio sangue blu sta gocciolando tutto sul pavimento del bagno.
Mia madre mi aveva detto che io sono diverso e che non avrei fatto la sua fine.
Ho deciso che questa vita blu non mi piace e la mia principessa non ha nulla a che fare con Cenerentola.
Avrei voluto renderla felice ma a lei non basta tutto quello che abbiamo, lei vuole il sogno americano.
Ma io sono inglese, ha sbagliato marito, doveva sposarsi con un petroliere.
Ma chi ascolta le mie parole?
Solo il mio cane che mi guarda mentre sgocciolo la mia vita dentro l’acqua.
È diventata tutta blu, un profondo blu notte, ed era tutto dentro di me.
Non avrei potuto dirlo a nessuno, a nessun giornalista, che io rimango qui e che non voglio partire.
Ma lei arriva e mi schiaffeggia e urla che dobbiamo andare via, che lei è infelice.
Avevo un orsacchiotto blu da bambino ed era il mio unico amico.
L’ho aperto una volta, per curiosità, ma dentro non aveva un cuore blu ma solo spugna.

( Copyright della poesia di Amleta Bloom)

Pubblicato in DISSOLUZIONI INTERIORI | 1 commento

THE VOICE OF ROVAZZI


Sembra che agli italiani piaccia spendere soldi in cose futili. Ieri ho letto che il nuovo Iphone 12 è già stato prenotato da milioni di persone in più rispetto a quelle dell’anno scorso. Dunque il covid ha portato guadagni insperati a molti, devo dedurre. Poi leggo che hanno invitato Rovazzi a partecipare al programma The Voice, sulla Rai pagata coi nostri soldi del canone, e che il signorino umile umile ha chiesto ben 400 mila euro come compenso. Dunque non si vergogna a chiedere agli italiani così tanti soldi proprio adesso che siamo in un periodo nero? A quanto pare forse sa che gli italiani stanno bene e quindi se lo può permettere. Dunque gli italiani sono ricchi e tengono questa verità nascosta e si lamentano mentendo sul loro stato patrimoniale oppure fanno la fame solo per comprarsi Rovazzi e l’Iphone 12.

( Copyright del post di Amleta Bloom)

Pubblicato in GENTE E GENTE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 6 commenti

QUANDO PARLA IL PRESIDENTE


Di solito non parlo di cose che succedono ogni giorno tra personaggi dello spettacolo e della musica. Ma la scorsa settimana mi aveva colpito molto la risposta, letta su internet, che Fedez aveva dato alla presentatrice Eleonora Daniele, colpevole secondo lui di aver accusato la moglie Chiara Ferragni di non impegnarsi nei social per influenzare i giovani sul covid. I toni di Fedez son ostati duri e offensivi, infatti aveva accusato la Eleonora di non essere una giornalista laureata e quindi di non aver diritto di dire certe cose su sua moglie, anche perché sosteneva Fedez, loro avevano finanziato la costruzione di un’ala dell’ospedale San Raffaele e quindi avevano già fatto la loro parte.
Ma cosa leggo in questi giorni? Che il Presidente Conte ha chiamato Fedez dicendogli di fare in modo che lui e sua moglie potevano fare dei video per convincere i giovani a usare la mascherina. E cosa fa Fedez? Signorsì come un burattino a comando. Dunque è lo stesso Fedez che se l’è presa con la Eleonora la settimana scorsa? A lei l’ha accusata e a Conte ha detto subito di sì.
Una figuraccia del cavolo oserei dire. Infatti questo dimostra che la Eleonora aveva detto bene quando aveva suggerito alla Ferragni di impegnarsi di più con i suoi video e i social in cui impera. Quindi perché accusare lei di non essere una giornalista e poi fare la figura del giullare che cala la testa appena il Re ordina qualcosa?
Personalmente non ho stima di Fedez e consorte ma in questo modo hanno dimostrato di essere davvero lontani dai problemi della gente e di usare i social solo per il loro tornaconto. Altrimenti se così non fosse Fedez avrebbe ribadito anche a Conte di aver fatto abbastanza. Invece non era stato fatto per nulla abbastanza visto che il giorno dopo lui e la consorte si sono prodigati a mostrare due video in cui consigliano ai loro fan ( parliamo di 35 milioni di persone, mezza Italia) di indossare la mascherina.
Sì, avete letto bene, mezza Italia segue Fedez e consorte. Quindi adesso capite il motivo per cui l’Italia è ridotta in un certo modo. Gli italiani s’interessano a cosa fanno Chiara e Fedez invece di occuparsi di cose più importanti. Ma per mezza Italia la cosa più importante sono i due famosi influencer. Siete contenti voi italiani? Godetevi i coniugi del cavolo e affogate nel covid!!!
Perché chi ha scelto di seguire questi idioti ha veramente rivelato la vera natura stupida di molti italiani che non pensano affatto a cose importanti. Tutti voyeur? Tutti instupiditi dalla Signora Chiara dorata? Sì, a quanto pare sì. Facciamocene una ragione.

( Copyright del post di Amleta Bloom)

(Articolo su quanto era successo la scorsa settimana:

https://tv.fanpage.it/eleonora-daniele-chiara-ferragni-non-ha-parlato-di-covid-fedez-e-questo-e-servizio-pubblico/ )

Pubblicato in GENTE E GENTE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 9 commenti

LA RICCHEZZA DIVENTA NOIA


C’era una volta una ragazza che faceva foto e pensava di avere talento. Riempiva siti di foto sue ma nessuno le comprava. Poi un giorno mise le foto su youtube creando dei video con un sottofondo musicale e così conobbe un ragazzo che poi la sposò.
La ragazza iniziò ad esser seguita da sempre più persone e quindi iniziò a guadagnare moltissimo. La invitavano ad eventi, interviste, feste e conferenze. Ma il ragazzo iniziava a lamentarsi perché non si vedevano quasi più. Allora decisero di spos
Dopo il matrimonio ebbero due figli ma non avevano tempo per crescerli perché erano sempre in giro per il mondo, dato che la ragazza era diventata famosissima. Allora lasciavano i bambini alle varie baby sitter e loro andavano alle feste, agli eventi e persino in tv.
Il ragazzo iniziò ad esser geloso della sua moglie perché tutti l’amavano e l’adoravano. In privato avevano spesso litigi e scontri furiosi ma in pubblico dovevano apparire sempre sorridenti. Quindi usavano i bambini per essere più convincenti.
La ragazza conobbe altre persone e si sentiva attirata da un modo sconosciuto che adesso era a portata di mano. Iniziò a collezionare scarpe, poi borse, poi gioielli, e anche il marito iniziò a collezionare macchine e orologi, e oggetti vari.
Tutt’e due passavano il tempo a fare acquisti online e a partecipare a feste e programmi tv. I guadagni erano sempre maggiori. I loro figli erano cresciuti con le tate e venivano presi per fare sfilate e per servizi fotografici e quasi non vedevano più i loro genitori.
La ragazza divenne irrequieta, non sapeva più cosa comprare di bello, aveva ogni cosa desiderasse. Così iniziò a fare sport estremi perché si annoiava tantissimo ma l’adrenalina durava poco. Allora chiese se esisteva qualche droga da poter prendere per sentirsi più viva. E iniziò a sniffare cocaina. Il mondo le sembrava id nuovo stupendo e meraviglioso.
Anche il ragazzo iniziò a fare attività molto rischiose per sentirsi più vivo e poiché non riusciva a sentirsi soddisfatto chiese a sua moglie un po’ di coca. Così iniziarono a farsi di cosa insieme. Dimenticarono i loro figli e tutto quello che avevano raggiunto nella loro vita.
Iniziarono a declinare inviti e non si presentavano più alle interviste. I video erano troppo impegnativi per loro visto che non erano quasi mai lucidi così pagarono un’altra youtuber per farli al posto loro ma i follower diminuirono. Infatti  i loro fan, che all’inizio erano sempre presenti e adoranti davanti ai loro idoli, adesso erano irritati per le news che ricevevano sui loro idoli.
I fan erano rimasti delusi perché il ragazzo e la ragazza non facevano più video ed erano cocainomani. Inoltre i loro discorsi erano sconnessi e senza senso. Ma essi non si rendevano conto di quello che stava succedendo perché la coca riempiva la loro vita.
I loro figli erano cresciuti in assenza dei genitori e ce l’avevano a morte con loro. Il ragazzo conobbe un’altra donna e chiese il divorzio. La ragazza conobbe un altro uomo e chiese il divorzio. Iniziarono una guerra per i figli e tutti i loro soldi non salvarono questi dalla devastazione interiore.
Infatti i loro figli già maggiorenni erano apatici, annoiati ed egocentrici.  Facevano anche loro già uso di droghe per sentirsi più vivi poiché avevano tutto e non sapevano cosa desiderare. I loro figli iniziarono a fare sport estremi per dimenticare le lotte tra mamma e papà. Uno di loro rimase in gravi condizioni in un incidente sulla pista di snowboard.
I due genitori piansero il loro figlio per qualche mese ma poi tornarono alle loro pippate. Ogni tanto tornava loro in mente il periodo quando ancora non erano famosi e sognavano la ricchezza immensa. Ma adesso neanche si ricordavano più di cosa voleva dire desiderare qualcosa. Erano assuefatti e annoiati dalla loro vita piena di cose e noia.
Dopo la fine del divorzio si dissero addio e non si videro più. Ma un giorno qualcuno postò un video di quando quei due erano ancora due semplici ragazzi contenti e sconosciuti. Se fosse stato il figlio non si seppe mai. L’attrice che faceva i video al posto loro era stata licenziata perché il ragazzo e la ragazza avevano speso tantissimi soldi per pagare gli avvocati. Inoltre pagavano l’università privata al figlio, che non aveva mai lavorato in vita sua.
Piano piano la loro fama andò scemando ed essi si ritrovarono senza un lavoro e senza soldi. Nessuno più si ricordava di loro. Nessuno li invitava più in tv e alle feste. Il ragazzo e la ragazza non sapevano come superare quei momenti e non sapevano dove trovare i soldi per drogarsi. Entravano e uscivano dalle cliniche per disintossicarsi ma ricadevano sempre in qualche dipendenza. Il ragazzo iniziò a giocare d’azzardo fino a quando perse la sua ultima casa e si  sparò in testa.
La ragazza entrò in una setta new age e divenne una patita di meditazione succube del maestro, che le forniva supporto psicologico in cambio di sesso. La ragazza divenne un fantasma di se stessa e non potè fare a meno di odiare quella vita. E un giorno s’impiccò ad un albero sotto al quale aveva fatto meditazione.
Tanta ricchezza a cosa aveva portato?

( Copyright della poesia di Amleta Bloom)

Pubblicato in STORIE ALIENE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

HOBBY O LAVORO?




<!– /* Font Definitions */ @font-face {font-family:Calibri; panose-1:2 15 5 2 2 2 4 3 2 4; mso-font-charset:0; mso-generic-font-family:swiss; mso-font-pitch:variable; mso-font-signature:-469750017 -1073732485 9 0 511 0;} /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-unhide:no; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:””; margin-top:0cm; margin-right:0cm; margin-bottom:10.0pt; margin-left:0cm; line-height:115%; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:”Calibri”,”sans-serif”; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:Calibri; mso-fareast-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:”Times New Roman”; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-fareast-language:EN-US;} .MsoChpDefault {mso-style-type:export-only; mso-default-props:yes; font-family:”Calibri”,”sans-serif”; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:Calibri; mso-fareast-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:”Times New Roman”; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-fareast-language:EN-US;} .MsoPapDefault {mso-style-type:export-only; margin-bottom:10.0pt; line-height:115%;} @page WordSection1 {size:595.3pt 841.9pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:35.4pt; mso-footer-margin:35.4pt; mso-paper-source:0;} div.WordSection1 {page:WordSection1;} –>
Quando fate una cosa che vi piace fare ma da questa cosa non ricavate nessun guadagno continuate oppure lasciate perdere? Quanto impegno bisogna mettere nelle cose che non lucrano nulla?  E quanto sono importanti le cose che non danno un guadagno rispetto alle cose che lo danno? A volte vi sentite come se steste perdendo del tempo prezioso o sentite che state arricchendo voi stessi, nonostante non abbiate un ritorno economico da quello che fate? Quanto tempo della nostra vita umana dovremmo passare a fare cose che non ci rendono contenti di noi stessi ma che servono a qualcuno o a qualcosa? Quanto tempo dovremmo dedicare a noi stessi senza pensare a ciò che vien fatto per guadagno? E se un hobby diventa fonte di guadagno rimane lo stesso un piacere nel farlo oppure diventa un’incombenza terribile?

( Copyright del post di Amleta Bloom)

Pubblicato in GENTE E GENTE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 3 commenti

L’ARTE DELLA GENTILEZZA

Viviamo in un mondo in cui chi grida viene ascoltato, chi è furbo viene esaltato, chi aggredisce diventa protagonista di film, chi uccide diventa famoso. La gentilezza, le buone maniere, non sono più di moda. Sono aborrite dai giovani, sono del tutto dimenticate dai bambini, sono perse nei giochi dell’infanzia, distrutte dalle regole spietate della società. Il mondo è pieno di gente che usa violenza, che si scaglia contro chiunque, che va contro tutti e dice male di tutti. La gentilezza è diventata qualcosa d’introvabile. Dovrebbero introdurre questa materia già alla scuola materna. Insegnare ai bambini ad essere gentili tra di loro, con gli altri, e a considerare la gentilezza come una bellissima qualità e non come un difetto.

( Copyright del post di Amleta Bloom. Foto dal sito: https://www.torinotoday.it/foto/cronaca/panchine-gentilezza-salerano-canavese/)

Pubblicato in CONSIGLI PER GLI UTENTI | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 9 commenti

ESSERE UN BLOGGER O UN INFLUENCER

Molti personaggi, che oggi sono osannati e che a volte si vedono in tv o citati nei tg una volta erano blogger. Purtroppo il lavoro di blogger non viene percepito come tale anche se molti di noi scrivono articoli interessanti e che fanno riflettere. Quando un blogger diventa influenfer allora tutti ad acclamare. Ma non dimentichiamo il fatto che prima di diventare Chiara Ferragni era Blondesalad e la Chiara Maci era Ioinfila. Insomma prima della fama anche loro erano comuni mortali che passavano le ore a scrivere post. Dunque perchè non ritenere il blogger una persona che s’impegna e lavora come tutti gli altri? Io personalmente uso il blog ogni tanto, e non ambisco agli allori, ma ci sono persone che postano ogni giorno e che dimostrano un talento immenso per questo mestiere. Dunque diamo a tutti il giusto valore invece di darglielo solo quando diventano ricchi. Sembra che solo i soldi rendano una professione valida. Chi vende porta a porta è considerato fallito ma gli influencer che fanno la stessa cosa solo che la fanno sul web sono considerati il top. Ma possibile che ci son sempre due pesi e due misure? Voi vi sentite valorizzati e considerati come bloggers?

( Copyright del post di Amleta Bloom)

Pubblicato in GENTE E GENTE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 11 commenti