L’AMORE ETERNO

 

Il dottore entrò nella grande sala e disse ai presenti:

“Finalmente potrete prendere la pillola per l’amore eterno.”

E continuò sorridendo:”

“Questa pillola sprigiona mille nanorobot che entreranno nel vostro cervello.”

E sempre più soddisfatto di sè aggiunse:

“Così non avrete più la visione della bellezza dell’altro o del suo peso o della sua età e potrete amare liberamente e in eterno. ”

Tutti i presenti applaudirono e dopo si misero in fila per ricevere la pillola.

Ma uno di loro si staccò all’improvviso dalla fila e correndo via gridò:

“Io voglio conoscere una bella gnocca!”

Nessuno tentò di fermarlo.

Ognuno si sceglie il proprio triste destino, sussurrò uno della fila a quello davanti.

 
( Copyright della storia di Amleta Bloom)
( Foto di Janey Belle cosplay)

Annunci
Pubblicato in STORIE ALIENE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 6 commenti

IN MATERIA

Mostre: la magia dell'Opera dei Pupi al Quirinale

Ciò che rabbrividisce e non ti sfiora,
ciò che avvolge e non odora.
Somiglia allo spazio tra le dita,
all’anima quand’è annichilita.
Sa di anice, sa di glicine,
sa di lacrime.

Immateria è il ricordo,
Immateria è il pensiero.
E’ il sogno che ti sveglia la notte,
è il respiro che consuma a poco a poco.

E’ l’urlo quand’è muto,
è il sonno quand’è temuto.
Immateria è il giorno mai arrivato,
Immateria è ciò che non viene mostrato.

Sa di mare,
sa di ferro, sa di sale.
Somiglia al cielo quando piove,
alla parola quando commuove.
Ciò che sanguina e non cola,
ciò che scandisce e non consola.

Sbiadisce col passare dei pensieri. Svanisce col diradare dei misteri.

E tutte le teorie rimangono annegate in una stanza dei giochi da tavolo antichi. Pedine spostate e gioco rimasto bloccato lo stesso.

 

 

Pubblicato in RES RIVERSA | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

LA FAMIGLIA DEL FUTURO

091028938-e93e5a72-1553-4c11-8c51-5af3b53e267f

Se i giovani non hanno un lavoro stabile non possono affittarsi neanche un appartamento, come possono metter su famiglia? Avere figli è una responsabilità a livello economico oltre che familiare. Se non si fanno politiche per dare una sistemazione stabile ai giovani, che lavorano spesso con agenzie e sempre per contratti per 3 o 6 mesi, come fanno a costruirsi un futuro?

Le nascite son scese perchè la vita è troppo cara e già fatica un single a pagarsi un affitto e ad andare avanti. Figuriamoci un/a giovane con un lavoro temporaneo che deve mantenere figli! Parlano tutti di famiglia e nascite e poi non dicono la verità di tante famiglie sul lastrico, sfrattate, che dormono in macchina e che nessuno stato aiuta. Di queste persone nessuno parla mai e neanche dei genitori a cui tolgono i figli perchè sono disoccupati. Non tutti hanno nonni pensionati in grado di supportare i nipoti contribuendo alle spese. Quindi di che stiamo parlando? Voglio che si dia la vita e poi si finisca per strada? Vogliono riaprure gli orfanotrofi così da poter dare carne fresca ai preti? Di che stiamo parlando? Di famiglia? E chi sostiene le spese delle famiglie? Chi le paga le bollette? Le pagano i cattolici che vogliono la famiglia?
Quelle nelle foto sono famiglie che vivono in macchina perchè hanno perso la casa. Ci vivono con figli anche piccoli. Li aiuta qualcuno?

Pubblicato in THE RESISTANCE | Contrassegnato , , , , , , , , , | 9 commenti

CONSIGLI PER ASPIRANTI SCRITTORI

gatto-e-volpe-1.jpg

Dopo una carriera nel panorama letterario italiano, ( di cui qui conoscete solo una parte) dopo varie esperienze e dopo aver capito tutti i meccanismi di questa industria del Libro, ahimè truffaldina, voglio darvi dei consigli utili.

1- Evitate l’editoria italiana. Grandi o piccoli editori che siano, puntano solo a speculare su di voi in modo disonesto.

2-Scrivete solo per soldi e non per passione. Scrivete e vendete le vostre opere solo agli editori stranieri perchè in Italia non ricaverete nulla ( se volete guadagnare).

3- Non iscrivetevi e non fidatevi di siti e forum per scrittori o siti di scrittura creativa perchè sono strettamente legati alle case editrici e ovviamente curano i loro e non i vostri di interessi.

4-Se proprio non potete far tradurre i vostri libri allora pubblicateli su Amazon e non scegliete siti di self publishing perchè molti di questi non sono validi e non curano i vostri interessi.

5-Se conoscete persone vicine a voi che scrivono psssategli questi consigli. Ricordatevi che l’Italia è spacciata e che non vale la pena perdere tempo cogli editori italiani.

6- Avete presente il gatto e la volpe della favola di Pinocchio? Ecco, abbiate sempre presente che questo è il vero aspetto degli editori italiani. Dunque statene alla larga.

7- Se vi lusingano e vi dicono tanti complimenti sulle vostre opere in poco tempo, cioé dopo aver spedito i vostri lavori subito accettati, sappiate che vi sfrutteranno per i loro loschi scopi.

8-Ricordate sempre che con l’Editoria italiana, nonostante contratti, più o meno regolari, non vi entrerà nulla in tasca. Quindi se lo fate per la gloria ok, ma se lo fate per guadagnare allora lasciate perdere l’editoria italiana.

9-Non siate come Pinocchio e non fatevi abbindolare. Ma se già siete caduti nella trappola del gatto e la volpe allora registrate tutte le telefonate cogli editori, stampate tutte le mail e tutti i messaggi di whatsapp perchè non si sa mai….

10- Buona fortuna e tenete gli occhi aperti adesso che sapete le cose come stanno. Spero per voi che non finiate nel paese dei Balocchi. 😊

P.S: la prossima volta, se ci dovesse essere un’altra vita, ascolterò i consigli del mio migliore amico e mi farò raccomandare dal mio compaesano Montalbano.

 

 

 

 

 

Pubblicato in CONSIGLI PER GLI UTENTI | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 17 commenti

BAMBI-NO

img (2)

Occhi verdi con al centro una goccia di mondo

bambino che ancora non conosce le regole del gioco dei grandi

bambino che non sa cosa vuol dire essere piccolo.

Ti portano a guardare tutti i film della Disney

per imparare la compassione, la pietà, l’assoluzione.

Ma da grande diventerai crudele, sadico, o disgraziato e debole.

Ma nei tuoi occhi non si vede che una goccia di mondo

che racchiude l’amore di chi ti ha voluto lanciare

in questa dimensione senza amore.

Qui dove la gente si ammazza per il petrolio,

dove si ammazzano persone per gelosia, per invidia, per tirannia.

Due fiori dentro la goccia, due tulipani bianchi

che non riescono a guardare, che non vedi nel tuo specchio.

Quando sarai grande condannerai chi ti ha messo su questa terra,

ordinerai sangue pure tu, sarai come tutti gli altri.

E i tuoi genitori erano così fiduciosi, così convinti che fosse la cosa giusta.

E dopo ti hanno detto ” cavatela da solo” e tu lo hai fatto,

perche l’istinto di sopravvivenza non crea ladri ma animali feroci.

( Copyright della poesia di Amleta Bloom)

 

Pubblicato in DISSOLUZIONI INTERIORI, STORIE ALIENE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

IL LAVORO SMOBILITA L’UOMO

lavorarepervivere

Fatica, suda e lavora, fallo in silenzio, risolvi problemi, aggiusta situazioni difficili, non chiedere mai niente, il fatturato è la sola cosa che conta, non c’è nient’altro di importante o comunque di certo non tu,

non fare proposte per migliorare le cose e non aspettarti che migliorino da sole, non chiedere di investire un solo euro nella qualità del lavoro, stai zitto,

non osare fare richieste, non provare a protestare, fattura, stai muto e non ti lamentare, fattura e basta, se stai male taci, se stai bene cazzi tuoi,

se il tuo grado di soddisfazione non aumenta l’incasso non serve a un cavolo, il risparmio si tramuta in guadagno e assolutamente nulla al mondo conta di più quindi non cercare di spillare un solo centesimo per migliorare qualcosa perché ogni investimento è una rimessa di denaro ed il denaro è la misura della potenza del Dio Fatturato.

Taci, dunque, lavora e non lamentarti, mai.

Pubblicato in THE RESISTANCE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

LA VERITÀ DEL MARCIO

DlRoy2f.png
Volere verità,
quel nocciolo duro,
che sia male o che sia bene,
non m’importa delle definizioni,
che sia tondo o che sia quadrato,
bene.
Perché fra pezzi di conformisti si arranca per sopravvivere
e in una giungla di benpensanti buoni
sei dimenticato, solo.

Tanti. Tutti finti. Tutti soli.

Volere verità. Non elemosina, non amore,
non meglio, non peggio, non destra, non sinistra, non un’ideale.
SOLO verità.

Giù le maschere, se siete tutti buoni.
Perché pazzia, dolore, sbagli, errori?
Feriscono gli occhi.
Ma dove siete tutti buoni!
Feriti, delusi e coperti da maschere.

Non c’è niente quaggiù, non più.
E se non c’è bene
ditelo
se siete egoisti e vuoti e indifferenti e invidiosi
ditelo
e morti di noia, e morti di paura
ditelo
e se volete uccidere, torturare, se volere sgarrare, ferire
ditelo
se siete solo squallida mediocrità, banale stupidità, quotidianità
ditelo.

Ditelo a voi stessi. Ditevelo.
Ditelo agli altri. Ditelo.
Il diritto vostro di essere interi.
Il diritto degli altri di essere interi.

Se menti a te, menti agli altri.
Se non accetti te, non accetti gli altri.
Se dividi te, dividi gli altri.
Se uccidi te, uccidi gli altri.
Non farti questo, non farlo agli altri.

Ed ecco la storia di tutte le vite.
Per prendere il controllo, non andavi bene agli altri e hai costruito un personaggio.
Per prendere il controllo hai gestito ogni passo, ogni traccia e ogni gesto.
Ma il controllo ha preso te e le tue falsità.

Verità è la gomma per sgommare. Divisione, occultamento e falsità.
Verità è unità.

Pertanto c’è marciume in vita, da offrire.
Io vi offro il mio marcio sacro.
Offritemi il marcio sacro
ne ho tanta fame, e sete.
Cos’è quest’esigenza di non essere voi, di non essere marci?
Veri e vivi di tutto il mondo, vivi e marci, unitevi!

Poi forse saremo senza saperlo, né provarci, né volerlo, poi forse saremo
buoni,… è un sovrappiù.
Saremo completi e uniti, senza vergogna e veri.
FELICI. VERI.

Pubblicato in RAGGI SOLARI | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 14 commenti

PERCHÈ IL MONDO NON MIGLIORA?

Tra_cielo_e_terra_07.jpg

Biglino

Malanga

Baratiri

Scardovelli

Bergomi

Questi sono soltanto alcuni dei nomi che girano quando si parla di vivere meglio, prendere consapevolezza, costruire un mondo felice, saper cosa fare in certe situazioni.

Questi personaggi, ormai ben conosciuti, hanno migliaia di iscritti e di persone che guardano i loro video e ascoltano le loro preziosissime parole.

Allora come si spiega il fatto che il mondo non sia affatto migliorato?

Qual’è il motivo per cui tutte le teorie sul bene e sull’amore non vengono abbastanza realizzate?

Se leggete sopra ho parlato di migliaia di iscritti. Migliaia e non milioni. Dove sta il resto della gente?

Favjtv

Pantellas

Il vostro caro Dexter

St3pny

Me contro te

Cicciogamer89

Questi sono gli youtuber più famosi e seguiti in Italia con milioni di iscritti e di cosa parlano nei loro video? Alcuni di videogiochi, altri fanno scatch, challenge, scherzi ecc…

Dunque ai milioni di persone che guardano i loro video forse non interessa nulla riguardo i problemi del mondo nel quale vivono? Sono troppo giovani forse? Sono tutti figli di papà e non hanno bisogno di lavorare?

Come mai milioni di persone sono più interessate ai videogiochi piuttosto che a vivere meglio?

Oltre agli youtuber italiani ci sono anche quelli stranieri che hanno milioni di iscritti, come DewDiePie ( 54 milioni di iscritti) e di cosa parlano?  Di videogiochi, unboxing, video virali, scatch comici ecc…

Perchè il mondo non migliora dunque? Milioni di persone hanno più interesse per un nuovo joystick piuttosto che per la propria felicità? Fanno dipendere il proprio benessere dal possedere certe cose o giocare a certi giochi?

Perchè giocano così tanto i giovani? Perchè non amano il mondo in cui vivono. Ma non gl’interessa cambiarlo in meglio?

Secondo voi perchè il mondo non interessa ai giovani?

( Copyright dell’articolo di Amleta Bloom)

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in THE RESISTANCE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | 12 commenti

IL LABIRINTO DEL NOME

567c85819b589e652ba2c32b054a0637.jpg

Nove disastri.

Nove ricordi.

Nove sogni.

Io non sono quello che dico di essere.

Questo viaggio è sopra e sotto questo labirinto.

Una scaletta che porta la bimba nelle viscere della terra.

Verde nome.

Verde fata.

Verde linfa che scrive sul nero albero.

In mezzo ai fiori la bestia aspetta.

In mezzo ai fiori si camuffa.

La bestia verde divoravita.

Brucia come lava e gorgoglia un nome.

La bimba è un serpente che si è mimetizzato e tutti credono alle sue parole.

Sia fatta la volontà del “Migliore”.

( Copyright della poesia di Amleta Bloom)

( Immagine di Willphoenix)

 

 

 

 

Pubblicato in DISSOLUZIONI INTERIORI, NEMESI | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

IL FETO DEL DOLORE

markryden02 (1).jpg

Sono una bambina per metà acqua e per metà acquifera.

Sorgente di tali sentimenti liquidi da far annegare un fiume.

Alluvione sensoriale di morbidi capelli idrostatici.

Ti pesco nel più profondo pozzo e come una sirena ti riporto a galla e affogo nel tuo gozzo.

Sono così ingenua da salvarti e meritarmi la marea che sale su di me squamandomi tutta.

È il sacrificio di un animale che non sa cosa è il male degli uomini.

M’avessi almeno allagato il cuore almeno avrei potuto filtrare il fango da tutto il resto.

Invece un innesto d’alghe che mi trascinano a fondo è un tradimento abissale.

E mi ritrovo i piedi legati e non posso più camminare sul filo colotato del mio mondo.

E neanche riemergere.

A metà tra acqua e terra, rimasta faro senza luce per capitani ciechi.

E quale rete potrà cogliere ciò che rimane della mia funesta immigrazione verso il tuo vuoto cuore?

(Copyright della poesia di Amleta Bloom)

(Opera artistica di Mark Ryden)

 

 

Pubblicato in NEMESI | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 3 commenti