IL TESCHIO DI AMLETO

58625789670a1f-a-nw-p

Dormire o morire non è questo il problema.

Amleto guarda gli incavi senza le sue pupille e si chiede in quale scena sia finito.

Un amico è un amico e il finale non si chiede al proprio teschio.

Ma se a tenere in mano la tua vita è un altro?

Se il teschio appartenesse davvero ad Amleto e colui che lo rimira è Ofelia travestita?

Si può disgregare un uomo partendo dal suo fumo.

Puzza di morto il giovane principe.

Persino un cane starebbe alla larga da un condannato del genere.

Putrefatto fin dalla nascita, si credeva lui, ed ecco Ofelia che offre il suo teschio alla vostra vista.

Contenta di aver lasciato libere quelle cavità per piantarci i suoi fiori preferiti.

 

Annunci
Pubblicato in STORIE ALIENE | Lascia un commento

LA SOSTENIBILE LEGGEREZZA DEL PIACERE

 

3ab4851e40badcd-a-nw-p.png

Leggere le piume che si mischiano ai peli.

Le unghie sottili tagliate ai piedi adorati.

Tutto ha significato di potere ancestrale.

Tutto non ha alcuno scopo.

Il dolce succo che scorre sempre uguale non è pari all’estasi mistica che rivela il corpo mentale.

Ogni centimetro di carne esplorato ha vissuto una vita diversa.

E ogni anima di questi cuori ha sofferto un dolore diverso per arrivare allo sfinimento.

Quante ali sollevate per poi essere spennate?

Quante docili crivellati petti offerti alla luce lunare per poi spirare come Werther?

Suicidi dello spirito che ricerca la sua natura e si ciba di umori, sangue e saliva nel battesimo del potere.

L’amore non dona piacere.

L’amore condona la morte.

 

 

Pubblicato in ENERGY | Lascia un commento

BRAVUOMINI

Son tutti bravi gli uomini che parlano bene delle donne.

Son tutti bravi ad ammazzarle.

Tolgono occhi e cuore, tolgono confetti e amore dai loro veli.

Son tutti bravi gli uomini che assicurano la sicurezza e poi escono il coltello.

Tolgono pianti di figli e scordano parole fiorite.

Se oggi un’altra donna sarà uccisa è per questi bravi uomini che parlano bene delle donne.

Son tutti bravi a mettere cuoricini e offrire rose, persino quando hai visto troppe spine per credere ancora alle rose.

Eppure tolgono il miglior boccone per dartelo, per dimostrarti che non sono loro, che è colpa tua, che sei tu che non vai bene.

Sono bravi gli uomini che non vogliono vedere i propri occhi e guardano le loro donne come se fossero demoni.

Se oggi un’altra donna sarà uccisa è per questi bravi uomini che parlano d’amore.

Dentro una scatola di vetro ci sono luci nascoste che non traspaiono mai.

Le mani delle donne rimangono lì sospese a difendere un cuore che è già stato tolto.

( AD UNA DONNA CHE GIACEVA A TERRA, VICINO AD UNA MACCHINA, SOPRA LE PIETRE DELL’AMORE, CON L’UOMO CHE LE PARLAVA DEL FUTURO DELLA LORO VITA INSIEME )

 

Pubblicato in LA MIA VITA | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

IL PESCE NELLA RETE

Il pescatore che finisce nella rete non riconosce la rete.

Il signore che parla di felini non riconosce il leone.

Quando si cuce un filo e si lascia un nodo gordiano tutto rimane sospeso dentro al mare delle azioni.

Se espliciti qualcosa allora tenterai solo di spostare l’attenzione di chi non guarda.

La maschera dentro lo specchio ha distrutto lo specchio e i frammenti si sono incollati alla maschera.

Quando vedi che i pezzi che si sciolgono per creare la patina dorata sul velluto,

e risenti l’afflato di quelle note che il mare aveva escluso, sei annegato già pescatore.

E le sirene tutte non hanno cantato nemmeno una nota.

Ma Circe cuce pelli di maiale, per farsi l’abito regale, e lo tiene in grembo,

come la rete dove i pesci vanno a finire.

In palio ci sono svolte sigiziali che i Magi avevano ben chiare,

ma solo il tuo dito può cliccare sull’astro giusto per far apparire una stella dentro al mare.

 

Pubblicato in STORIE ALIENE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

INGARBUGLIAMENTI GIOIOSI

Se vedi nell’altro qualcosa di negativo vuol dire che hai qualcosa di negativo in te.

Se uno guarda gli altri e vede fili attorcigliati allora vuol dire che si strozza spesso da solo.

Nella gioia di veder sull’altro quello che si crede di non vedere in se stessi sta il fiore all’occhiello della proiezione.

Ma calma, nessuna distrazione perchè Anna Freud sta ancora elaborando il gioco che il bambino adulto fa in questa società.

Non c’è restrizione per chi si guarda altrove.

Non c’è limitazione per chi non si guarda affatto.

Solo un detto speciale rimane nell’arco di una freccia:

l’erba tua è marcia perchè non la annaffi.

Ma dire e non dire le cose che sono veritiere è un pezzo affilato di chi ha tolto lo spartito

dal piano per lasciare che il suonatore lo inventi da solo.

E magari il musicista sta seduto nascosto in fondo alla sale a godersi lo spettacolo del vuoto sonoro.

Chi è abituato a seguire le note non sa cucinare le pause.

Pubblicato in I SOGNI DI POE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

DIETRO UNA GRANDE DONNA NON C’e’ NESSUNO

Quante volte avete sentito dire di un marito o fidanzato che ha sacrificato la sua carriera per la partner? Quante volte avete sentito dire che un uomo si è messo a copiare di notte i racconti o le poesie della moglie? Quanti uomini conoscete che hanno aiutato una donna a far carriera, ad arrivare in cima, a diventare qualcuno? Ditemi un solo nome di un uomo!

Chi sono questi uomini che hanno rinunciato alla loro vita per far in modo che lei spiccasse il volo? Che lei arrivasse al traguardo? fatemi dei nomi vi prego. Perchè di donne che hanno fatto questo ce ne sono a migliaia e milioni, ma di uomini non mi viene in mente nessuno.

Anzi di solito gli uomini sono quelli che odiano che la donna possa andare avanti e fare qualcosa per se stessa. Gli uomini vogliono che al primo posto ci siano loro e la famiglia e i figli e la casa e la cucina e poi altro ancora. Chi sono questi uomini che hanno detto alle loro partner: ” Lascia stare tutto e vai, qui ci penso io”? L’avete letto in quelche blog? Fatemi sapere.

Le donne si sono sempre sacrificate in tutto per gli uomini, in nome dell’amore, e dovrebbero ucciderlo questo amore, visto che alla fine esse non arrivano da nessuna parte e rimangono anche fregate spesso da quel sentimento.

Si dice che dietro un grande uomo ci sia una grande donna. Ma dietro una grande donna non c’è nessuno perchè nessun uomo rinuncia a se stesso mai, nè per amore nè per altro. E ditemi dei nomi che dimostrino l’opposto!

 

Pubblicato in LA MIA VITA | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 23 commenti

SERPIFICA

Medita dentro la mia mente.

Assediala senza eserciti.

Rimandala al mittente.

Dimentica la mia gente.

Non farti scrupolo di sterminare.

Sii l’ultimo ad arrivare ed il primo ad uccidere.

Tutte le cose che lui disse,

tutte le cose che lui fece,

sotto foglie e pioggia,

sotto cieli distrutti,

DELETE IT. DELETE IT. DELETE IT.

Ci sono stormi di candide cicogne che cercano i vermi,

semi che cercano radici e persone che cercano sogni.

Io avrò il mio incubo realizzato,

atrraverso le acque del Mar Nero,

nascerà un sentiero che divide le terre,

e sette spade dagli occhi taglieranno candele e corpi.

DELETE HIM. DELETE HIM.DELETE HIM.

Distruggi l’ostacolo che non mi fa diventare spietato.

Distruggi l’ostacolo che non mi fa diventare assassino.

Sono pieno d’oro ma cammino sul vile terreno umano.

Sono Sovrano ma aspetto il giusto momento per salire al mio trono.

E ti porterò con me sottoterra per arrivare al cuore.

“La pace è finita, andate in guerra.”

Pubblicato in ENERGY | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

UN FILO DI MARE SOSPESO

Nella mia memoria ci sono mareggiate e barche rotte.

Tutto quello che rimane quando il mare si ritira sono pezzi di qualcosa che non è più intero.

Nella vita quello che rimane è grido di aiuto che nessuno ascolta.

Mi sono rotta una volta, mi sono rotta due volte, mi sono incollata,

mi sono aggiustata, da sola, sempre da sola.

Non ci sono finali lieti nel giro di vite.

Non ci sono scene con musica assordante.

Solo conclusioni chiassose e voci nascoste.

Quando l’essere si ritira rimane quel passato che non esiste più dentro le dita.

Non esiste più una sola cellula che abbia memoria di quella storia.

I mostri sono tutti andati via, nemmeno una piuma, nemmeno un’unghia,…

Io sono rimasto l’unico a spaventare il buio.

 

Pubblicato in I SOGNI DI POE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

DOLCISSIMA BAMBINA MIA

Hai avuto il tuo periodo e te lo sei perso.

Hai avuto persino un Dio e te lo sei perso.

Un fiore e un coniglio, un mare e un cansiglio.

E ti sei persa.

Hai sfidato le altezze sotto il tinello,

ti sei nascosta nella cantina, dentro i pensili, per sfuggire

sfuggire ai ladri della tua anima.

Eppure il carnevale è alle porte e adesso dovrai uscire,

dovrai vestire il tuo vestito di sangue e farina,

dovrai fare la carina con tutti e prenderti sberleffi.

E stringi i denti! E stringi i denti!

Devi sanguinare bene altrimenti non ci crederanno che sei uno zombie.

E devi dirgli a tutti che vai dallo strizzacervelli altrimenti non crederanno che sei normale.

O dolcissima bambina mia, vieni con me e ti mostrerò tutte le caramelle che vuoi.

E la festa è iniziata e tu non puoi più tornare al tuo futuro.

Ormai sei mia!

 

Pubblicato in RES RIVERSA | Lascia un commento

DARK SURFER

Quando chiudo gli occhi vedo un paradiso al contrario.

Quando chiudo gli occhi vedo un sogno sottosopra.

Esco dalle lenzuola per poterti annusare e i fiori profumano di fresco ogni volta.

Ma che razza di mostro sei con quel collare rosa?

Sembri un peluche che vuole diventare burattino.

Ho visto morti migliori di te e più convincenti.

Eri morto, poi sei risorto, poi vieni, poi vai, è un continuo passeggiare,

come se aspettassi che la mia torcia illumini il tuo notturno vagare.

Ma rimango sotto le lenzuola, non scopro i tuoi loschi affari.

Sono stata in preda a squali e me la sono cavata lo stesso,

non ho bisogno di un fantasma che mi faccia la guardia.

Tornatene dentro al tuo letto di paglia e fai lo spaventapassere!

Pubblicato in DISTORTI RICORDI | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento