L’OCCHIO AZZURRO

Da ogni angolo esce il tuo sguardo,

come una segreta persecuzione

sembra aleggi in ogni posto

dove cerco di conoscere

nuove ragioni per rinascere.

Quell’azzurro perverso

che mi si appiccica dietro la schiena

come il timbro di una tortura,

mi distrugge ogni giorno.

Un gioco rimasto a metà,

non ancora iniziato

quando un giocatore

si alza e va via senza motivo.

Son rimasta seduta al tavolo

senza nemmeno poter giocare le mie carte,

e il gioco era già finito.

Quell’occhio sparito,

finito chissà dove,

è come una maledizione

che mi porto addosso,

dentro le vene e sulla pelle

dove mi scortico

per ritrovare il mio sangue.

Che mi hai fatto

per ridurmi il sangue così assuefatto?

Quale blu hai usato per impiccarmi

al tuo ricordo?

Da ogni angolo esce il tuo occhio

e mi si pone innanzi

quando guardo occhi altrui

e non vedo che te

su quel viso che ora cerco di amare.

 

Annunci

Informazioni su amleta

Sono una artista poliedrica e cosmopolita, una persona fantasiosa e creativa. Ho un'esistenza in perenne evoluzione e nella mia vita ho fatto molti cambiamenti e progressi. Ognuno è benvenuto sul mio cammino e se i nostri passi coincidono lasceremo tracce chiare affinchè altri ci seguano. Che il vento apra le vostre ali e vi porti oltre ogni orizzonte umano per scoprire il nostro nido selvatico, in fondo al mare, sul ramo più alto, sullo scoglio più aguzzo o oltre l'orizzonte umano. Espandete il vostro cuore e lasciatevi abbracciare dal mio respiro di drago che porta il calore dell’amore universale.
Questa voce è stata pubblicata in DISSOLUZIONI INTERIORI e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a L’OCCHIO AZZURRO

  1. Ilfaunodeiboschi ha detto:

    L’occhio azzurro é sempre azzurro ma il suo cuore é sempre più nero e spento e adesso si nutre di altro senza rimorsi senza rancori é semplicemente mutato, ha messo da parte i nobili propositi per qualcosa di più vero e coinvolgente ma non pretende di essere capito lui é felice così

    • amleta ha detto:

      Cosa c’è di più vero di un cuore spento e nero? cosa c’è di più vero? Come può un cuore che si è spento esser felice? Per me è un mistero. Ma beato te che sei felice. Il mio cuore non è mutato. Il mio cuore è uguale, il mio cuore non può non amare,…forse un giorno io capirò te e tu capirai me, o non ci sarà bisogno di capirsi magari, chi lo sa 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...