LA VALLE DEI TEMPLI E LA SOPHIA

filosofi-greci-maturita-2012 (1)

Oggi ho rivisto il luogo dove sono nata: la Valle dei Templi, AKRAGAS. All’improvviso ho capito il motivo del divario tra me e questa sorta di gente che mi circola intorno. La “Sophia” ha dato il suo bacio sulla mia fronte e i miei antenati greci diedero il primo “cogito”al mio vagito quando decisi di venire in questo mondo.

Il pensiero, l’idea, l’essere.

E’ così che la mia vita ha avuto il suo dispiegamento attraversando queste colonne grandiose, questa valle dove correvo da bambina per scoprire il significato della vita. Esplorai la mia valle interiore per molti anni. Per molti anni vissi di pensiero, di idee. Filosofai la vita invece di viverla.

Quei filosofi greci  le basi dentro di me innalzando quelle pietre per dimostrare la grandiosità della mente umana, del potere umano di pensare. Quando anch’io mi racchiusi nel mondo del pensiero ero una adolescente. Andavo a braccetto con Schopenauer e Nietsche, Seneca e Bacone. Non mi interessavano le vite degli attori ma le vite di questi grandi uomini che avevano pensato, che erano come me.

Poi quando divenni adulta mi unii anch’io alla danza matissiana della vita pensando di poter chiudere quel cerchio con gli altri sperando di poter realizzare quel pensiero. Ma negli ultimi tempi, da filosofa akragantina quale sono, mi sono chiesta se sia più reale quella vita di pensiero o quella reale che vivo adesso.

Sinceramente quello che io vivevo dentro la mia caverna, quando la vita era ancora solo una soffusa ombra per me, mi sembra migliore di questa orgiastica danza che crea un vortice sche mi stringe agli altri ma me ne discosta sempre di più. In questa danza ci si spinge uno contro l’altro e non si arriva mai al cielo.

Sarà che io sono fissata con le altezze, con le cime di montagna, con le nuvole, con l’orizzonte dei cieli vasti, ma mi sembra che questa danza sia solo un vago inseguimento di un nulla che illude tutti.

Ho sotterrato e dissotterrato le mie passioni in tutti questi anni ma mi ero dimenticata di questi uomini che del loro pensiero fecero un universo quotidiano cibandosi solo di Conoscenza e Logos.

Oggi guardando quelle colonne e quei luoghi di un passato glorioso mi sono sentita orgogliosa di far parte di quella gente che crede ancora nella conoscenza. Avrei voluto che l’autobus si bloccasse e che tutto si fermasse, che il passato rivivesse ed io potessi entrare tra quelle colonne e sentirmi finalmente a casa.

La vita del pensiero mai come adesso mi sembra più viva di questa bolgia nebulosa in cui sono mio malgrado finita. Il mio essere si era disperso nei meandri della vita, dove il flusso aveva sbattuto il mio spirito su varie sponde.

Ora mi sono seduta e ho afferrato il mio pensiero. L’ho visto reale e potente. Con una mano l’ho ripreso nelle mie dita e come un fiore adesso lo annuso con la nostalgia di un passato che diventi futuro.

Annunci

Informazioni su amleta

Sono una artista poliedrica e cosmopolita, una persona fantasiosa e creativa. Ho un'esistenza in perenne evoluzione e nella mia vita ho fatto molti cambiamenti e progressi. Ognuno è benvenuto sul mio cammino e se i nostri passi coincidono lasceremo tracce chiare affinchè altri ci seguano. Che il vento apra le vostre ali e vi porti oltre ogni orizzonte umano per scoprire il nostro nido selvatico, in fondo al mare, sul ramo più alto, sullo scoglio più aguzzo o oltre l'orizzonte umano. Espandete il vostro cuore e lasciatevi abbracciare dal mio respiro di drago che porta il calore dell’amore universale.
Questa voce è stata pubblicata in DISTORTI RICORDI e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a LA VALLE DEI TEMPLI E LA SOPHIA

  1. Rosa Andronaco ha detto:

    ciao dolce laura… buon fine settimana in attesa del domani che è il futuro piu’ vicino …

    • amleta ha detto:

      Ciao cara Rosa, come vedi presto anche a me verrà a mancare qualcuno a cui tengo. E pensare che proprio ieri una persona ha avuto l’insensibilità di dirmi: ” bè, i familiari muoiono di continuo, a me ne sono mancati molti, che c’è di strano? ” Io non so cosa abbia nel cuore la gente, o se un cuore ce l’abbia. Comunque buon fine settimana anche a te 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...