MANGIAFUOCO E TRILLY

mangiafuoco

“E dimmi tu o Mangiafuoco perchè hai bisogno di tutte queste marionette?”

Questo chiese il piccolo Pinocchio al gigante vegliardo che lo voleva legare con le doppie corde.

Il gigante lo guardò e gli rispose: “perchè se non avessi queste bambiline non potrei far recitare nel mio teatrino nessuna storia. ”

Pinocchio lo guardò un pò dubbioso e per nulla convinto della sua risposta.

Ma all’improvviso mentre i due parlavano ecco comparire una fatina volante.

Era Trilly che aveva sconfinato dall’isola che non c’è ed era venuta a curiosare

in questo mondo di burattini e uomini teatrali.

La piccola fatina si avvicinò titubante, poichè Mangiafuoco era grande e grosso

e poteva anche incenerirla con un respiro infuocato.

Pinocchio la guardò ammirato e gli sembrò che fosse venuta per lui,

per portarlo via con sè.

Così Pinocchio le chiese” sei venuta qui per me vero? ”

Ma Trilly agitando ancora più velocemente le piccole ali rispose:

“tu sei molto piccolo, e sei anche di legno, non vedi? Come puoi pensare che io porti via te? ”

Alchè Pinocchio, un pò guastato rispose: ” ma forse non sei piccola pure tu, o non vedi bene come sei fatta? ”

La piccola fatina si mise a ridere come una pazza e dopo rispose tra le risate:

” Sì, io sono piccola ma sono una fata, io posseggo una magia speciale. ”

Allora Pinocchio conquistato da questa rivelazione le chiese: ” qual’è questa magia?”

Trilly fece qualche svolazzo di qua e di là, prese una ciocca della barba di Mangiafuoco e se l’arrotolò addosso compiaciuta.

Pinocchio vide che gigante non si era opposto a quella presa nè le aveva detto nulla.

Così Trilly spiegò a Pinocchio qualcosa che non sapeva: “vedi, Mangiafuoco ha sì tante marionette, ma nessuna vola come me. Se mi terrà con sè nel suo teatrino le sue recitazioni diventeranno magiche, perchè ci sarà un personaggio che vola davvero; e tutti i bimbi rimarranno ipnotizzati dalla mia apparizione. ”

Pinocchio si risentì e penso ch’era bello avere quel potere di volare e dentro di sè si disse che appena fosse tornato a casa avrebbe chiesto al suo babbo due ali magiche come quelle della fatina.

Ma ancora sta aspettando che il babbo riceva quello strano materiale con cui costruirle.

 

 

 

Annunci

Informazioni su amleta

Sono una artista poliedrica e cosmopolita, una persona fantasiosa e creativa. Ho un'esistenza in perenne evoluzione e nella mia vita ho fatto molti cambiamenti e progressi. Ognuno è benvenuto sul mio cammino e se i nostri passi coincidono lasceremo tracce chiare affinchè altri ci seguano. Che il vento apra le vostre ali e vi porti oltre ogni orizzonte umano per scoprire il nostro nido selvatico, in fondo al mare, sul ramo più alto, sullo scoglio più aguzzo o oltre l'orizzonte umano. Espandete il vostro cuore e lasciatevi abbracciare dal mio respiro di drago che porta il calore dell’amore universale.
Questa voce è stata pubblicata in RAGGI SOLARI e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...