NOTTI DI FUOCO AZZURRO

Vicent-Van-Gogh-Notte-stellata-sul-Rodano-NOTTURNI

Sto appesa al davanzale del mio letto

quando le stelle fanno tardi e non vogliono ancora dormire,

aspetto che i nostri sogni si incontrino

in quel punto dove lo sguardo penetra il buio.

Immersa nell’azzurro fuoco del mio cuore

brucio tra le fiamme delle tue visioni.

Spettacolare risorsa è il nostro candido canto,

stucchevole estasi che solo noi due conosciamo.

Al di là di quelle sponde notturne

riabbracciamo di noi quella parte

che supera i muri per ritrovare l’altra

e ci addormentiamo insieme.

Annunci

Informazioni su amleta

Sono una artista poliedrica e cosmopolita, una persona fantasiosa e creativa. Ho un'esistenza in perenne evoluzione e nella mia vita ho fatto molti cambiamenti e progressi. Ognuno è benvenuto sul mio cammino e se i nostri passi coincidono lasceremo tracce chiare affinchè altri ci seguano. Che il vento apra le vostre ali e vi porti oltre ogni orizzonte umano per scoprire il nostro nido selvatico, in fondo al mare, sul ramo più alto, sullo scoglio più aguzzo o oltre l'orizzonte umano. Espandete il vostro cuore e lasciatevi abbracciare dal mio respiro di drago che porta il calore dell’amore universale.
Questa voce è stata pubblicata in RAGGI SOLARI e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a NOTTI DI FUOCO AZZURRO

  1. bortocal ha detto:

    se vuoi che il video di You Tube compaia nel tuo post come schermata e non solo come link, quando lo carichi devi cancellare la s da https://

    🙂

    • amleta ha detto:

      Grazie mio provvidenziale soccorritore, mi stavo giusto chiedendo cosa stesse succedendo oggi ai miei link 🙂 Grazie del tuo pronto intervento, sei molto gentile a darmi la dritta per ovviare a questo disguido 🙂 Vielen Danken Mein Herr 🙂

      • bortocal ha detto:

        ho impiegato alcuni anni a scoprire un particolare così sciocco, ed ero ansioso di diffondere la mia scoperta, rendendomi utile… 🙂

        Vielen Dank

        mein Herr è un’espressione molto religiosa, non credo si possa applicare al linguaggio quotidiano… 😉 – così continuo a rendermi utile…

      • amleta ha detto:

        ah, sì, Dank, giusto. Grazie della correzione. Non ho modo di praticarlo il mio tedesco e quindi ogni tanto faccio di questi stupidi errori.
        Ho usato Herr in segno di rispetto, avrei potuto dire Freund ma non mi pare il caso.
        Ma eri venuto nel mio blog prima d’ora? non ricordo nessun tuo commento qui da me. Sì, ti sei reso utile ma devo ricambiarti in qualche modo 😛

      • bortocal ha detto:

        Freund non ci starebbe male, dal mio punto di vista: adatto ad una relazione paritaria, piuttosto che Herr che indica una dominanza.

        certo che conosco il tuo blog, ci sono abbonato.

        mi parrebbe di averlo anche commentato, qualche volta, ma se tu dici di no vuol dire che mi sbaglio; credo però di averci lasciato almeno dei like.

        immagino che per ricambiarmi lascerai almeno tre commenti sul mio… 🙂

      • amleta ha detto:

        Ti mancano i miei commenti per caso? Hai un bello stuolo di commentatrici devote, cosa vorresti di più? Io potrei solo venir lì ad insegnare le manovre “salvavita” adesso ma non credo che interesserebbero a nessuno 🙂

      • bortocal ha detto:

        volevo chiederti se adesso mi fai anche la gelosa e la sdegnosa, ma ho appena visto il mare di commenti sul mio blog.

        ne bastavano tre per ricambiare…; comunque grazie mille!

        mi ci vorrá del tempo per rispondere a tutti.

        non ho capito poi di che manovre salvavita parli…

      • amleta ha detto:

        Non son venuta nel tuo blog per ricambiare, mi ci ha portato il caso, quello che tu hai portato per mano quando sei venuto a scrivere qui 🙂
        Le manovre salvavita sono quelle del Primo Soccorso, quelle per far riprendere il cuore a battere 😛

      • bortocal ha detto:

        be’ due anni fa, quando ebbi quel brutto arresto cardiaco, mi sono ripreso miracolosamente da solo, dato che non c’era neppure nessuno per praticarmele, le manovre salva-vita…

        ringraziamo comunque il caso se ti ha riportato da me. sul blog intendo.

      • amleta ha detto:

        Ho un insegnante veramente in gamba, che ci ha svelato i trucchi per fare una manovra salvavita fatta davvero bene. Perchè non sempre chi la fa poi la sa eseguire bene e quindi può anche sprecare forza e tempo prezioso. Invece il mio insegnante ci ha detto come farla in maniera esatta. Devo dire che è una cosa serissima, e non facile da fare. Non è cosa da tutti azzeccare il modo giusto. Spero che non ti ricapiti più o che tu abbia vicino qualcuno 😛

  2. bortocal ha detto:

    fino a che riesco comunque a cavarmela da solo…. 🙂

    ma questa manovra salva vita che cos’è? un massaggio cardiaco, una respirazione bocca a bocca??

    • amleta ha detto:

      sì si tratta proprio di questa: massaggio cardiaco e anche respirazione bocca a bocca. Ma non è una cosa semplice sai, non è come si vede nei film. Bisogna saperla fare bene sennò si fa danno o non si ottiene nulla. Sto finendo in questi giorni il corso di Primo Soccorso alla Croce Rossa e la prossima settimana ho gli esami 🙂

  3. amleta ha detto:

    gli esami si fanno usando un manichino creato apposta per evidenziare se la manovra è fatta bene o no. Ma ti assicuro che non è per niente facile. Ieri sera mi son slogata un polso per provare e riprovare a farla bene fino allo sfinimento. bisogna tenere bene il conto, mettere bene le mani, saper stare nella giusta posizione e non fare danni alle costole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...