LA METAMORFOSI

3c1e8fe7d90434f6020236ee7ac978b7f1c93079

Aveva scoperto di sè quella cosa tremenda. Dov’era stata finora quella parte di sè? Era una cosa veramente orribile. Come poteva guardarsi ancora allo specchio sapendo che l’altra sarebbe stata là ogni notte? Come poteva evitare quell’incontro? L’altra aveva occhi così cattivi, così perversi. Lei non voleva vederla più. Eppure l’aveva rivista di nuovo. Non poteva sopportare di averla tenuta dentro di sè per così tanto tempo. Le incuteva terrore. Le dava i brividi. Lo specchio gliela mostrava senza velare niente. Nemmeno il suo respiro riusciva a coprire quella immagine che la fissava ghignante e divertita. Come avrebbe fatto a riuscire a vivere ancora senza mostrarla mai? Come avrebbe potuto coprire quella faccia senza usare una maschera? Lei non era abituata a portare una maschera. Non aveva mai recitato in vita sua e non voleva iniziare adesso.
Sentiva un male alle costole, come se il cuore si ribellasse a quel mistero svelato. Poi si avvicinò allo specchio. Volle guardarla ben da vicino. Si disse ch’era quasi bella. Sembrava la matrigna di Biancaneve. Non si era mai vista in quella veste. Eppure adesso sembrava proprio la strega cattiva. Com’era uscita quella donna malvagia dal suo cuore di fanciulla candida?
Quella donna l’avrebbe salvata da se stessa, lo sentiva. La guardò e le ghignò un sorriso compiaciuto per darle il benvenuto.

( tratto da un mio scritto estemporaneo su  http://scriverecreativo.wordpress.com/2014/02/02/50-medaglia/comment-page-1/#comment-146 )

Annunci

Informazioni su amleta

Sono una artista poliedrica e cosmopolita, una persona fantasiosa e creativa. Ho un'esistenza in perenne evoluzione e nella mia vita ho fatto molti cambiamenti e progressi. Ognuno è benvenuto sul mio cammino e se i nostri passi coincidono lasceremo tracce chiare affinchè altri ci seguano. Che il vento apra le vostre ali e vi porti oltre ogni orizzonte umano per scoprire il nostro nido selvatico, in fondo al mare, sul ramo più alto, sullo scoglio più aguzzo o oltre l'orizzonte umano. Espandete il vostro cuore e lasciatevi abbracciare dal mio respiro di drago che porta il calore dell’amore universale.
Questa voce è stata pubblicata in DISTORTI RICORDI e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...