L’AMPOLLA COL FILTRO MAGICO

andy-paiko-glass-3

Quale oltraggio abbiamo fatto all’Etere onnipotente

che ci ha gettati nella fossa e dato in pasto a noi stessi?

Quale sortilegio abbiamo rotto per aver attirato

tutte le legioni cristalline su di noi?

Quale sogno avevamo inseguito e non abbiamo preso al volo?

Di tali sfortunati eventi abbiam tessute le fila

rimanendone impigliati e strozzando le nostre voci

per non sentire quella forte del nostro Fato.

Perchè rivoltiamo ancora di più quelle rune

che hanno segnato il cammino tra gli alberi

e ci spingono verso un unico punto

dove non vogliamo procedere?

Guasta la frequenza che ci abbina,

guasto il pericoloso gioco in cui s’annida

quella carta che non è stata mai giocata.

Cosa ci aspetta dentro la teca di vetro?

Cosa la farà saltare in aria spargendo

le nostre vite come se fossero semi di frumento?

Son fatti così i trapezi: uno oscilla, l’altro s’aggancia,

due oscillazioni e poi l’approdo, e mentre si sta nel vuoto

non si sa dove si andrà a finire ma poi le mani si tendono

e si ritrova la base sulla quale arrivare.

Abbiamo bevuto il filtro magico,

ci siamo avvelenati dandoci quel tempo

che non aspetta mai il giusto momento

per succedere.

Quale traccia nascosta dirige i passi

che tutte le divin sibille stentano a scorgere

nel fondo del nostro pozzo?

Ogni karmico ostacolo presuppone

l’apertura di un nuovo giro di vite,

ma la musica che vibra dentro ai nostri cuori

ha superato tutte le regole della nostra reincarnazione.

Pietra dura, filo d’erba, cristallo e fiore,…

il flauto suona e noi danziamo ancora

sui frammenti di cristallo di quel filtro

che ci ha salvato le vite.

 

Annunci

Informazioni su amleta

Sono una artista poliedrica e cosmopolita, una persona fantasiosa e creativa. Ho un'esistenza in perenne evoluzione e nella mia vita ho fatto molti cambiamenti e progressi. Ognuno è benvenuto sul mio cammino e se i nostri passi coincidono lasceremo tracce chiare affinchè altri ci seguano. Che il vento apra le vostre ali e vi porti oltre ogni orizzonte umano per scoprire il nostro nido selvatico, in fondo al mare, sul ramo più alto, sullo scoglio più aguzzo o oltre l'orizzonte umano. Espandete il vostro cuore e lasciatevi abbracciare dal mio respiro di drago che porta il calore dell’amore universale.
Questa voce è stata pubblicata in DISSOLUZIONI INTERIORI e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...