IL DRAGO MALATO

reddragonC’era una volta un drago. Non riusciva a sputare fuoco, era malato, gravemente malato.

In tutte le favole veniva sempre combattuto da tutti i principi che dovevano dimostrare il loro coraggio. Ma il drago si era stancato e voleva fare una vita diversa e non sputare più fuoco.

Così si era ammalato a forza di non sputare fuoco. Inoltre aspettava che qualcuno potesse aiutarlo a iniziare questa nuova vita di drago che non sputa fuoco.

Ma tutti erano così abituati a vederlo come il mostro della situazione che faticavano ad accettare il suo nuovo modo di essere. Il drago allora ebbe voglia di andarsene, di non rimanere in quel luogo e cercare altrove un posto dove poter stare tranquillo.

Ma quando fu lontano si annoiava perchè non era abituato a non sputare fuoco e quindi iniziò a pensare di aver sbagliato tutto, di aver fatto la scelta sbagliata. In fondo era nato per sputare fuoco, perchè doveva privarsi di questo aspetto importante di sè?

Così doveva prendere una decisione. Cosa decise il drago?

Annunci

Informazioni su amleta

Sono una artista poliedrica e cosmopolita, una persona fantasiosa e creativa. Ho un'esistenza in perenne evoluzione e nella mia vita ho fatto molti cambiamenti e progressi. Ognuno è benvenuto sul mio cammino e se i nostri passi coincidono lasceremo tracce chiare affinchè altri ci seguano. Che il vento apra le vostre ali e vi porti oltre ogni orizzonte umano per scoprire il nostro nido selvatico, in fondo al mare, sul ramo più alto, sullo scoglio più aguzzo o oltre l'orizzonte umano. Espandete il vostro cuore e lasciatevi abbracciare dal mio respiro di drago che porta il calore dell’amore universale.
Questa voce è stata pubblicata in STORIE ALIENE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a IL DRAGO MALATO

  1. The Butcher ha detto:

    Questo racconto l’ho trovato triste. Triste perché credo che alla fine il drago abbia deciso di tornare a sputare fuoco perché il suo destino era quello.
    Una cosa che penso è che noi non siamo completamente liberi di decidere il nostro destino. A volte siamo costretti a fare delle scelte contro la nostra volontà. E la stessa cosa vale per il drago.

    • amleta ha detto:

      la volontà e e il destino sembrano due cose opposte. magari invece certe volte si uniscono e diventano la stessa cosa. forse il drago voleva solo provare come si vive senza sputare fuoco, forse si è sentito in dovere di fare questa esperienza almeno una volta…forse il drago perchè è nato drago deve seguire per forza la propria natura?

  2. siamo sempre a un bivio,giusto o sbagliato,bene o male, soffro o no soffro,caldo o freddo,se per una volta non scegliessimo? c’è sempre qualcosa che ci condiziona o qualcuno….essere liberi non vuol dire essere liberi di decidere,essere liberi vuol dire solo “essere liberi”….

    • amleta ha detto:

      io non credo alla libertà su questa terra. non credo che si possa avere nessun condizionamento in questa vita. fin da quando nasciamo dipendiamo dall’aria e poi dal nutrimento, dal latte materno, e poi crescendo da mille altre cose. non si può essere liberi in questa vita, io la penso così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...