LA FATA TURCHINA SENZA BACCHETTA

pinocchio

C’era una volta una fata turchina che viveva in un regno magico insieme alle creature del bosco fatato. La fata turchina viveva cercando di aiutare gli altri, tutti gli esseri umani e anche tutti gli animali.

La fata turchina aveva un cuore grande, aveva tanto amore dentro di sè. Poi un giorno incontrò questo strano esserino, il burattino Pinocchio.

Pinocchio era tutto di legno e sembrava non avere cuore. Geppetto lo aveva creato così e non aveva mai pensato a dargli un cuore e dei sentimenti.

Ma la fata turchina sapeva che tutto era possibile e quindi si accinse a far di tutto affinchè Pinocchio potesse diventare un vero essere umano.

Ma un giorno si accorse di aver perso la sua bacchetta magica. Quando vide Pinocchio però non ci pensò subito perchè lui iniziò a dirle bugie e il naso si allungò come un bastoncino.

Così la fata turchina, visto che aveva perso la sua bacchetta, perdonò le sue bugie, e tagliato via il lunghissimo naso, costruì una nuova bacchetta per fare i suoi incantesimi.

E la nuova bacchetta era così potente che appena ella disse le parole adatte ecco che Pinocchio si trasformò in un bellissimo essere umano. La fata turchina fu felicissima e lo abbracciò con tutto il suo amore. Pinocchio sentì dentro di sè finalmente la prima emozione umana e ricambiò con un dolcissimo bacio.

Advertisements

Informazioni su amleta

Amleta è una artista poliedrica e cosmopolita, una persona fantasiosa e creativa. Amleta ha un'esistenza in perenne evoluzione. Ognuno è benvenuto sul mio cammino e se i nostri passi coincidono lasceremo tracce chiare affinchè altri ci seguano. Che il vento apra le vostre ali e vi porti oltre ogni orizzonte umano per scoprire il nostro nido selvatico, in fondo al mare, sul ramo più alto, sullo scoglio più aguzzo o oltre l'orizzonte umano. Espandete il vostro cuore e lasciatevi abbracciare dal mio respiro di drago che porta il calore dell’amore universale.
Questa voce è stata pubblicata in STORIE ALIENE e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...