I NUMERI CHE FANNO LA DIFFERENZA

folla

Quante persone leggono libri?

Quante persone guardano video su youtube?

Quante persone leggono poesie?

Quante persone guardano la tv?

Quante persone stanno sempre col cell in mano?

Quante persone giocano coi loro figli?

Quante persone leggono favole ai bambini?

Quante persone costruiscono piccole barchette colorate?

La maggioranza vince.

Sì, la maggioranza sta vincendo.

Uno stupido mondo dove il marketing ha vinto.

Le persone che fanno numero, la maggioranza, sono gli schiavi del marketing.

Tutto quello che la maggioranza non fa sarà destinato ad estinguersi.

Siamo rimasti in pochi a non seguire la corrente e saremo sempre di meno.

Il verso della corrente va solo in una direzione: l’annullamento della mente umana.

Purtroppo quasi tutto sono stati presi dal flusso e di questo non si accorgono nemmeno.

Chi sono quei pochi che rimangono fermi?

Chi sono quei pochi che ritengono che siano bel altre le cose da fare?

Il virtuale ormai ha preso il posto della realtà, ed è così purtroppo.

Quante persone sprecano tempo a leggere libri su carta?

Quante persone passano tempo su wattsapp?

Ormai la vittoria c’è stata, che dobbiamo farci?

Il marketing ha vinto e voi siete schiavi, sì, schiavi.

Vi stanno prendendo tutto e si sono già presi la vostra vita.

Ma voi siete ciechi, continuate a cliccare sul vostro cell.

Il cell è il nuovo mondo degli umani.

Benvenuto nel mondo del cell.

Benvenuti nel mondo dei vostri Padroni.

 

Annunci

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto creativa e sono impegnata in vari interessi e progetti. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in CONSIGLI PER GLI UTENTI e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a I NUMERI CHE FANNO LA DIFFERENZA

  1. bortocal15 ha detto:

    non so se ho capito bene Tutto quello che la maggioranza non fa sarà destinato ad estinguersi.

    ma io direi piuttosto il contrario: qualche speranza di non estinguersi del tutto ha proprio soltanto chi non ripete i non gesti della maggioranza conforme…

    • amleta ha detto:

      Una volta quanto c’erano i dischi in vinile e spuntarono i primi cd si disse che i vinili sarebbero scomparsi. Ma non fu così, cioè i cd soppiantarono i vinili è vero ma quei vinili vecchi si trovano ancora in certi negozi dell’usato. Però tutta la musica nuova esce solo in cd e adesso in file audio su Itunes e quindi non è che scompariranno del tutto ma non si potranno avere nuove opere o cose in quel formato.

      • bortocal15 ha detto:

        ma io ho la casa piena di dischi di vinile!!! centinaia, davvero.

        continuo tuttora a comperarne nei negozi dell’usato.

        avevo anche una radio meravigliosa con le vecchie valvole (ora lasciata a mia figlia) con sonorita’ oggi irraggiungibili.

        mi pare che dipenda da noi, se sappiamo liberarci dai condizionamenti del mercato!!!

      • amleta ha detto:

        Ovviamente io non parlavo di me, visto che sono sempre andata controcorrente e contro tutte le mode. Ho solo riportato quello che vedo in giro, in generale.
        I dischi in vinile che si trovano sono solo quelli usciti anni fa, non se ne trovano di nuovi, era questo che intendevo. In futuro si troveranno anche libri in carta, ma solo usati e non nuovi, perchè gli ebook soppianteranno la carta stampata.

  2. bortocal15 ha detto:

    ora ho capito meglio sui dischi in vinile…

    la sparizione dei libri di carta mi pare altamene improbabile, per ora.

    quello che intendevo e’ che se il pubblico continua a chiedere dischi di vinile oppure libri di carta, anche il mercato si adegua e rinuncia a farli sparire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.