LE UNIONI CIVILI

Le lumache sono ermafrodite, cioè hanno nel loro fisico sia gli organi genitali maschili che gli organi genitali femminili e questo viene accettato da tutti. Esistono pesci che per vari motivi cambiano sesso e su questo non si ha nulla da ridire. Esistono coppi di animali che in natura si accoppiano tra individui dello stesso sesso e anche questo viene accettato da tutti.

Ma quando si parla di persone allora sembra che qualcosa scatti e che nemmeno gli scienziati vogliano accettare qualcosa che nella natura è già incluso da molti secoli.  Alcuni addirittura cercando delle cure stupide per ovviare all’omosessualità e altri, più religiosi, per riportare sulla retta via le pecorelle sperdute.

Mi sembra che sia dal punto di vista scientifico che dal punto di vista religioso ci si accanisca contro gli esseri umani che non fanno che seguire la stessa natura che seguono gli animali e che, al contrario di questi ultimi non vengono rispettati e accettati per quello che sono.

Credo anche che molte di quelle persone che puntano il dito contro le famiglie gay, i trans, i trav e i gender non abbiamo mai frequentato queste persone in vita loro, non sappiano come vivono e che sentimenti hanno.

Molte persone di quelle che puntano il dito contro le unioni civili e contro l’adozione non hanno mai vissuto a contatto con una famiglia di questo tipo e non sanno nulla a riguardo. Perchè un conto è parlare di qualcosa, e in questo caso si parla di persone e sentimenti, e ben altra cosa è conoscere bene e di persona il tema di cui si parla tanto.

Credo che voi stessi che state leggendo nella vostra vita magari avete visto un trans solo nei film e non avete mai conosciuto un ragazzo che vive quel tipo di situazione. Così come magari conoscete le coppie gay solo tramite alcuni programmi in tv e non avete mai avuto a che fare con una di quelle coppie.

Sui gay e sui trans e sui gender c’è così tanto pregiudizio che questo veramente rende le persone cieche. E poichè son cieche non riescono a vedere bene e quindi puntano il dito verso qualcosa che a loro è ignoto, eppure si sentono in diritto di farlo, pensando di essere dalla parte giusta della natura.

Ma la natura ha molti aspetti e forse l’ignoranza rende tutti critici e giudici crudeli verso dei modi di essere che sono molto naturali e che non hanno niente di innaturale.

Personalmente io sono a favore delle unioni civili perchè ci sono tanti bambini abbandonati nelle case famiglia che hanno bisogno di una famiglia e l’amore è qualcosa che può esser donato da chiunque abbia un cuore e non da chi ha un’identità sessuale ben precisa.

Così come penso che ci siano ottimi genitori gay e pessimi genitori etero, quindi non ritengo che l’identità sessuale sia preponderante per l’educazione di un figlio. Perchè una figura maschile e femminile( o care giver) può essere rappresentata da chiunque ( come dice la stessa psicologia infantile).

Mi sembra che l’accanimento verso le persone che hanno come scopo quello di amare, di amarsi, di amare gli altri e di costruire una famiglia, sia veramente una questione di cecità, acquisita forse dall’ignoranza, forse dalle ristrette vedute causate da una religione che parla d’amore e poi tiene fuori dalle chiese tutti quelli ritenuti ” strani”.

Insomma, puntare il dito senza sapere di cosa si sta parlando allora è una cosa davvero poco carina nei confronti di queste persone. Io credo che tutti dovrebbero prima mettersi a contatto con i gay, conoscerli, viverci accanto, e poi forse scoprirebbero che non sono poi così “mostri” come alcuni possono pensare finora.

Mi auguro che in una società civilizzata la religione o la scienza non siano degli ostacoli al buon vivere comune ma un aiuto semmai ad accettare tutti, e sottolineo tutti, senza distinzione alcuna. Altrimenti non potremo più parlare di libertà per nessuno di noi.

vignetta

( Per chi volesse conoscere meglio la natura ecco i link in cui potete leggere riguardo agli animali citati sopra:

http://www.focus.it/ambiente/animali/esistono-animali-che-cambiano-sesso

http://gizzeta.it/10-casi-di-animali-omosessuali-in-natura/

Il sesso delle lumache

Annunci

Informazioni su amleta

Sono una artista poliedrica e cosmopolita, una persona fantasiosa e creativa. Ho un'esistenza in perenne evoluzione e nella mia vita ho fatto molti cambiamenti e progressi. Ognuno è benvenuto sul mio cammino e se i nostri passi coincidono lasceremo tracce chiare affinchè altri ci seguano. Che il vento apra le vostre ali e vi porti oltre ogni orizzonte umano per scoprire il nostro nido selvatico, in fondo al mare, sul ramo più alto, sullo scoglio più aguzzo o oltre l'orizzonte umano. Espandete il vostro cuore e lasciatevi abbracciare dal mio respiro di drago che porta il calore dell’amore universale.
Questa voce è stata pubblicata in CONSIGLI PER GLI UTENTI e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a LE UNIONI CIVILI

  1. Piper ha detto:

    Ma noi non siamo lumache e non abbiamo la capacità di deporre le uova a piacere. Paradossalmente per le stesse ragioni per cui viene accettato che le lumache, i pesci, etc. facciano questo, bisognerebbe accettare il fatto che noi non lo facciamo. No, ma davvero: non penso sia questione di lumache, o che sia necessario appellarsi alla natura. Basta dire che ognuno, nel suo interesse e non in quello comune (della “famiglia” umana, diciamo), faccia quello che gli pare. Con tutto ciò che comporta. Non si neghi a nessuno niente, però.

    • amleta ha detto:

      Tutte le volte che si parla di gay esce fuori sempre la questione natura, io per prima sono stata accusata, e ho vissuto questa cosa sulla mia pelle. Quindi siccome si tratta sempre della stessa accusa, fatta da quelli che non conoscono la natura, allora volevo chiarire questo punto.

      • Piper ha detto:

        Mah, secondo me se ci si appella alla natura il discorso (sentito e risentito) delle lumache è una cosa assolutamente fuori luogo. Parlando di natura, certo, possiamo farlo a là Sade… ma non se ne esce vivi e si cade in paradossi ed esagerazioni senza fine.

      • amleta ha detto:

        Io ti ho detto che ho scelto questo riferimento alla natura per quei motivi che ti ho scritto. Poi ognuno può parlare di questo argomento a modo suo, scegliendo la strada che vuole.

      • Piper ha detto:

        No, non credo. Un ragionamento sbagliato è un ragonamento sbagliato secondo me. Gli uomini non depongono le uova, l’omosessualità nell’uomo è contro natura; ma la trasgressione no. Quindi bisognerebbe fare un elegio alla trasgressione e accettare, però, tutte le “deviazioni”. Questo intendevo.

      • amleta ha detto:

        Ma mica uno si mette con un altro uomo per trasgressione! se lo fa per curiosità ci va solo una volta, mica ci sta per anni! Io ho conosciuto coppie di gay che stavano insieme da una vita e vivevano come persone sposate già, anche fedelissimi. Se tu l’omosessualità la ritieni una trasgressione allora hai un’idea un pò strana di ciò che è l’identità sessuale. Non ci si improvvisa gay e certe cose non le si fa per trasgressione. Ho amici etero che hanno fatto cose trasgressive ma un rapporto sessuale con un uomo è una cosa che uno desidera o non desidera a seconda del tipo di persona che ama.
        Oh mamma, mi parli di deviazioni! mi sembra di leggere un libro di psicologia del 19mo secolo. Guarda che le parafilie, o almeno una parte di esse, ormai non sono considerate più dei disturbi e il sadomaso è una di quelle che è stata sdoganata.
        Se poi pure tu mi vieni a dire che è contro natura allora vuol dire che davvero non ne usciremo più da questa convinzione. Mi spiace poi che proprio uno giovane come te si metta a dire questa cosa. Non ho scritto che gli uomini fanno le uova, ma se vai a controllare la specie umana, il phylum e tutto il resto, trovi l’uomo nel regno animale. Quindi il mio discorso sulla natura aveva una sua perfetta pertinenza.

      • Piper ha detto:

        Sai, non ho nulla in contrario rispetto a nulla. La mia obiezione è semplicemente sull’appellarsi alla natura… quale natura? Quella che ha permesso di evolverci? Allora si: l’omosessualità è contro natura (contro le sue leggi e il suo interesse, capisci?); ma c’è anche un'”altra natura”… quella degli istinti, quella delle voglie – in senso molto ampio -; quella dell’amore e delle convinzioni “al di là di tutto”. Questa è riconosciuta come “natura” solo perchè l’uomo nè fa parte e quindi la realizzazione dei suoi bisogni va considerata come parte della “natura”. Ma capisci che parlare di natura in questo senso è una cosa che va a scardinare tutta una serie di strutture “ideologiche” come le si è sempre considerate. Io personalmente sono assolutamente favorevole a che ciò avvenga (mi rendo conto che non è chiaro). Solo che l’appellarsi alla natura evocando le lumache mi è sempre sembrato “ruffiano” e addirittura controproducente. Come saprai questo ci avvicina ad un certo modo di pensare alla natura simile a quello di Sade ad esempio; e questo allora ci porterebbe ad accettare anche altri ragionamenti senza la mediazione della sfera emotiva o altri criteri di giudizio: se ci appelliamo alla natura non è un crimine, e non dovrebbe essere visto negativamente, nulla.

        No, il problema sono le lumache. Avrei sempre voluto protestare a reti unificate quando sento parlare delle lumache, mi è toccato farlo col tuo post 😄

      • amleta ha detto:

        Nel mio post non mi riferivo alla natura in senso metaforico ma in senso proprio animale. Siccome l’uomo è compreso nella natura animale, il mio riferimento era solo questo. La natura interiore degli esseri viventi è ben altra cosa e non era presa in considerazione nel mio post. Ho parlato di lumache perchè anche tra gli uomini nascono bambini ermafroditi che tutti giudicano “mostri” eppure nel mondo della natura nessuno mai si sognerebbe di dare del mostro ad una lumaca. Il senso era questo. Tu hai divagato moltissimo e hai fatto riferimento ad un diverso argomento, che non avevo incluso nel post. Ho capito la differenza che hai fatto tra i due tipi di natura, ma il senso del post non includeva questo secondo tipo di natura. Grazie lo stesso del tuo contributo, forse farò un altro post riguardo questo tipo di natura, chissà….

      • Piper ha detto:

        Capisco ma la nostra natura in effetti non è ermafrodita e nemmeno omosessuale di quella omosessualità che si pretende di definire “naturale”. La natura di cui parli ci ha portato qui, ci ha reso sapiens-sapiens, attraverso l’eterosessualità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...