TU CHE COSA SEI?

ibrido

<< Sei una femmina? >>

<< No, sono una donna. >>

<< Sei un maschio? >>

<< No, sono un uomo. >>

<<Sei uno sbagliato? >>

<< Io sono gay ma non sono sbagliato. Questa parola la usano gli altri. >>

Non si deve dire puttana, si deve dire escort, così è più fine!

Non si deve dire femmina, si deve dire donna, perchè l’emancipazione ci ha fatto capire che non siamo solo contenitori di ovuli.

Ma il termine giuso fa la differenza.

<< Tu ti sposi? >>

<< No, io faccio una unione civile. >>

<< Ah, ecco, mi pareva strano! Tu non ti puoi sposare! >>

<<  No, non lo si può chiamare matrimonio, non lo si deve chiamare così altrimenti cade il cielo.>>

<< Perchè non lo si può chiamare matrimonio? >>

<<Perchè Dio non vuole un tipo di legame del genere. >>

<< E se io non credessi in Dio? >>

<< Allora io pregherò per te affinchè tu ti converta. >>

<< Ma io sono ateo! e non ho intenzione di convertirmi. >>

<< Allora sei sbagliato. Sei un peccato. Stai lontano da me. >>

Il termine serve a dividere. Se sei un uomo non puoi essere una donna.

Se sei una donna non puoi essere una femmina.

I termini servono a dividere le persone.

Le parole scelte per creare distanze.

<< Tu hai due mamme? >>

<< Sì, e mi vogliono tanto bene. >>

<< Tu sei sbagliato. Non puoi avere due mamme. >>

<< Ma io ce le ho! >>

<< Allora sei sbagliato. >>

Stamattina mi sono svegliata e in tv c’erano le immagini del family day.

Ho visto striscioni e cartelloni dove non c’era scritto AMORE, no,

c’era scritto SBAGLIATO.

L’amore di una famiglia etero è giusto e l’amore di una famiglia gay è sbagliato.

Mi dispiace anche dire di aver sentito da persone “religiose” le peggiori condanne contro i gay che vogliono mettere su famiglia.

Quelle persone religiose che credono nell’amore divino, che credono nell’amore verso il prossimo e che rispettano tutti.

In italia non esiste la legge dello stato, esiste la legge di Dio.

Forse non tutti sanno che in italia non esistono solo i cattolici ma ci sono anche i buddisti, gli induisti, i musulmani, gli atei, gli gnostici, gli hare krishna.

Ma vince la maggioranza e vige la legge della maggioranza, cioè la legge di Dio.

Quindi l’amore degli etero è giusto e quello dei gay è sbagliato perchè Dio ha detto così.

<<Tu cosa sei? >>

<< Io sono Dio. >>

<< No,non puoi usare questo termine,devi dire “essere celestiale”

altrimenti sei sbagliato pure tu. >>

Attenzione quindi ai termini. Bisogna sempre far differenza tra bene e male, tra giusto e sbagliato, tra uomini e donne, perchè le divisioni piacciono così tanto, e si cresce sempre meglio con le divisioni perchè Dio vuole tenerci divisi.

Anni fa nei paesi in nel corso principale passeggiavano gli uomini da una parte e le donne dall’altra parte. Oggi non è più così ovviamente, però a quei tempi la netta distinzione tra sesso maschile e femminile ( e anche dei loro diversi diritti e doveri) era ben chiara.

Se fossimo rimasti come allora, con buona pace e approvazione di Dio, a quest’ora noi donne saremmo ancora schiave dei nostri mariti padroni e i figli tutti a zappare la terra senza la possibilità di studiare.

Quindi le divisioni servono o serve di più cercare di amarsi nonostante le diversità?

<< Tu che cosa sei? >>

<< Io sono AMORE e amo tutti, io amo i gay, amo i cattolici, amo i diversi, amo gli etero, amo tutti. >>

th (7)

 

 

 

Annunci

Informazioni su amleta

Sono una artista poliedrica e cosmopolita, una persona fantasiosa e creativa. Ho un'esistenza in perenne evoluzione e nella mia vita ho fatto molti cambiamenti e progressi. Ognuno è benvenuto sul mio cammino e se i nostri passi coincidono lasceremo tracce chiare affinchè altri ci seguano. Che il vento apra le vostre ali e vi porti oltre ogni orizzonte umano per scoprire il nostro nido selvatico, in fondo al mare, sul ramo più alto, sullo scoglio più aguzzo o oltre l'orizzonte umano. Espandete il vostro cuore e lasciatevi abbracciare dal mio respiro di drago che porta il calore dell’amore universale.
Questa voce è stata pubblicata in CONSIGLI PER GLI UTENTI e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a TU CHE COSA SEI?

  1. Piero ha detto:

    Appartengo a quella generazione che quei diritti civili è andato a conquistarseli in piazza prendendosi le manganellate della Polizia di Stato. Pensa a quale profondo torto un Paese, presuntivamente democratico, governato perfino da cattolici, facesse nei confronti di gente che manifestava pacificamente a favore per esempio del divorzio. La giurisdizione che la Chiesa ancora rivendica sulle nostre scelte e sui diritti civili che spettano a tutti, indistintamente, è francamente anacronistica e perfino fastidiosa. Anche perché gli esempi che i “ministri di Dio” stanno dando, non si discostano affatto da tutte le altre meschine vicende umane: scandali, sesso, soldi. Ti abbraccio, Piero 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...