I PICCOLI EDITORI CRESCONO

Ci sono molti scrittori in giro e poche persone che leggono. Ma siccome spesso gli scrittori non trovano editori adeguati ecco che diventano all’improvviso editori di se stessi. Si aprono case editrici avendo più o meno le conoscenze che un topo ha del formaggio che ha mangiato la sera prima.

Quindi si finisce poi con non sapere affrontare le questioni importanti, ossia le questioni che riguardano il marketing e la promozione, e quindi dopo breve tempo o vengono inglobate da qualche colosso, che riesce a vederci del potenziale, oppure falliscono e chiudono.

Credo che uno scrittore, in quanto tale, non si possa trasformare in editore da un giorno all’altro e solo allo scopo di pubblicarsi i suoi libri da solo. Infatti credo che alla base dell’editoria ci sia prima di tutto la conoscenza di certi meccanismi che portano e danno ad un’opera la giusta possibilità di venire diffusa, e dopo la conoscenza del marketing e delle leggi che regolano il commercio e la promozione.

Quindi negli ultimi tempi ho visto nascere e diventare editori gente che pensando di sapere tutto sulla scrittura si getta in queste imprese che sono destinate a fallire ancora prima di aprire. Mi chiedo:  per quale motivo uno scrittore pensa di avere le capacità da imprenditore e come mai molti non si rendono conto che scrivere e pubblicare libri son due cose diverse?

Io credo che spetti agli scrittori fare il mestiere dello scrittore e all’editore far il mestiere dell’editore. Purtroppo chi si butta nell’imprenditoria senza avere le giuste conoscenze è un fuori di testa che non sa prevedere il proprio fallimento. Vale dunque la pena aprire tante piccole editrici che poi non si sanno reggere in piedi?

editoria

 

Annunci

Informazioni su amleta

Sono una artista poliedrica e cosmopolita, una persona fantasiosa e creativa. Ho un'esistenza in perenne evoluzione e nella mia vita ho fatto molti cambiamenti e progressi. Ognuno è benvenuto sul mio cammino e se i nostri passi coincidono lasceremo tracce chiare affinchè altri ci seguano. Che il vento apra le vostre ali e vi porti oltre ogni orizzonte umano per scoprire il nostro nido selvatico, in fondo al mare, sul ramo più alto, sullo scoglio più aguzzo o oltre l'orizzonte umano. Espandete il vostro cuore e lasciatevi abbracciare dal mio respiro di drago che porta il calore dell’amore universale.
Questa voce è stata pubblicata in CONSIGLI PER GLI UTENTI e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a I PICCOLI EDITORI CRESCONO

  1. thanatos8604 ha detto:

    No, credo che chi scrive debba trovare qualcuno che si occupi del marketing, dell’editing e di tutto ciò che poco ha che vedere con la creazione dell’opera.
    Io andrò in self, sia per scelta mia sia per scelta delle CE aha, ma ho la fortuna di avere un editor alle spalle che mi seguirà in tutto il processo della pubblicazione (auto pubblicazione) e oltre… Andare da soli e senza conoscenze è solamente un suicidio!

    • amleta ha detto:

      Il fatto è che in genere chi scrive non pensa mai a questo “investimento” sul marketing. Quindi a meno di avere qualcuno che faccia questo mestiere come amico, bisogna sborsare soldi per la promozione di se stessi. L’autopubblicazione non era inclusa nell’argomento del post, io mi riferivo solo all’editoria come impresa.

      • thanatos8604 ha detto:

        Perdona il mio off topic nel commento precedente! Credo che ormai ci siano troppi editori, e per esperienza non personale, spesso si occupano di poco marketing. Conosco scrittori che si son trovati a sborsare soldi per lavorare con un editore e trovarsi il romanzo non pubblicizzato a dovere.
        La mia fiducia è calata molto verso le CE, il mercato italiano è in crisi e bisogna trovare un editore che voglia scommettere tanto su uno scrittore esordiente o non.
        Nella scelta dell’editore giusto, credo si debba prima vedere cosa ha fatto in passato e come si è mosso prima di firmare contratti. Il mercato è pieno di scrittori che vorrebbero le loro opere vengano servite a più persone possibili, come è anche vero che il mercato pullula di editori che approfittano di questa fame.
        Valutare sempre prima e ahimè, investire soldi, ma mai scoraggiarsi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...