AMY WINEHOUSE VERSIONE DIVERSA

So che a molti mancherà la sua voce stupenda e sicuramente è un suicidio voler affrontare una cover come quella del suo cavallo di battaglia “Back to black” ma oggi c’era tempesta, c’era energia nell’aria, e forse qualcosa è scattato in me così forte da riuscire a ricantare questa canzone in un modo del tutto diverso dall’originale. Sperando che l’audio, come sempre, non vi faccia esplodere i timpani, spero che possiate apprezzare la forza della mia sperimentazione vocale.

Annunci

Informazioni su amleta

Sono una artista poliedrica e cosmopolita, una persona fantasiosa e creativa. Ho un'esistenza in perenne evoluzione e nella mia vita ho fatto molti cambiamenti e progressi. Ognuno è benvenuto sul mio cammino e se i nostri passi coincidono lasceremo tracce chiare affinchè altri ci seguano. Che il vento apra le vostre ali e vi porti oltre ogni orizzonte umano per scoprire il nostro nido selvatico, in fondo al mare, sul ramo più alto, sullo scoglio più aguzzo o oltre l'orizzonte umano. Espandete il vostro cuore e lasciatevi abbracciare dal mio respiro di drago che porta il calore dell’amore universale.
Questa voce è stata pubblicata in CONSIGLI PER GLI UTENTI, LA MIA MUSICA, LA MIA VITA e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

35 risposte a AMY WINEHOUSE VERSIONE DIVERSA

  1. Fabio Agnelli ha detto:

    Ti sto ascoltando. Canzone stupenda. Strana cover. Non per la tua voce… per essere una cover black metal manca sotto una bella batteria tesa in blast beat … 🙂 Tipo Mayhem, per intenderci.

    • amleta ha detto:

      Guarda, sono arrivava a questa cover con la base dopo una lunga storia con dei musicisti ( i miei musicisti) che alla fine stanno facendo un altro genere di musica e mi hanno lasciata in panchina. Quindi è vero, sapessi quanto mi manca una batteria dal vivo! Anzi, se conosci qualcuno che vuole suonare per me sarà ben accolto 🙂

      • Fabio Agnelli ha detto:

        Ahahaha !! Con me caschi male… reggo un tempo per 18 secondi, poi passo da un blast ad una Polka. Per il porno-gore potevo funzionare, ma basso&pitch erano più consoni alle mie (in)capacità. Fregata per il cambio di genere ?! Succede spesso, cavolo. 🙂

      • amleta ha detto:

        Allora suonami la Polka, magari ne faccio una versione nuovissima e metal 🙂

      • Fabio Agnelli ha detto:

        Ahahahaha !!! Ci vuole un batterista che sposti i pezzi a caso !! Suona tutto male…. esmpio !? Spe che arriva

      • amleta ha detto:

        Mi mandi un video dove suoni la batteria tu? Acc!!! allora aspetto con ansia 🙂

      • Fabio Agnelli ha detto:

        Ahahaha !! Se anche li avessi avuti li avrei cancellati ! Ahahahah !! Che disagio cosmico … Non tocco uno strumento da qualche anno.

      • amleta ha detto:

        Si fa sempre in tempo a iniziare di nuovo a suonare. Se non ti esprimi suonando come ti esprimi adesso?

      • Fabio Agnelli ha detto:

        Scrivendo minchiate e saltando per casa mentre ascolto musica. Potrei sfogarmi con il mixer, campionando roba a caso… l’ultima volta ho cercato di mettere insieme i St.Germain con Marlyn Manson… E’ venuta fuori una merda allucinante. AHahahahaha !!! Che disagio…

      • amleta ha detto:

        Quindi fai gli intrugli come un vecchio stregone 🙂 Ma sai, sbagliando sbagliando alla fine magari ti esce l’oro 🙂

      • Fabio Agnelli ha detto:

        Ahahahaha !!! Se dovesse uscire qualcosa di decente, visti i miei gusti orridi, non lo riconoscerei e lo butterei via ! E’ un circolo vizioso, non se ne esce ! AHahah !!

      • Fabio Agnelli ha detto:

        https://youtu.be/KYKcishhBTM Questa è una Polka…. Metal. Con la batteria invertita. Saprai leggerla con filosofia ?! :p

      • amleta ha detto:

        Mi hai mandato un messaggio subliminale? Mi formicola qualcosa, ah ah ah…..stranissima questa Polka, sembra una specie di punk a metà. Ma tu suoni questo tipo di batteria?

      • Fabio Agnelli ha detto:

        Ahahah !! Naaaa ! ma che messaggio subliminale ! Questo tipo di musica è così, bisogna leggerlo con molta ironia. Va molto in Germania, Francia e nell’est. In Italia abbiamo i “Corpsefucking Art”, gli “Ultimo mondo cannibale” ed i “2 minuta dreka”. Ai concerti c’è da ridere… se cerchi su YT l’obscene extreme festival di Trutnov vedrai il casino simpatico… Io suonavo quello che trovavo in sala prove… sposta, sposta, sposta, sposta…. 25 minuti di spostamenti per trovare una dimensione orribile. Ahahahah !! Con il basso ero molto più a mio agio. Anche perché solo chitarra e batteria sembrava di essere i White Stripes in versione macabra

      • amleta ha detto:

        Cavolo! Non avevo mai sentito il “Pig Growl” 🙂

      • Fabio Agnelli ha detto:

        E’ fantastico ! Da fare rigorosamente senza pitch, sennò è troppo facile !!

      • Fabio Agnelli ha detto:

        Dovresti sentire i “Duodildo Vibrator”, suonano Petrogrind, sono russi di San Pietroburgo.

      • amleta ha detto:

        Ma sono rutti quelli? ah ah ah , bravissimi 🙂

      • Fabio Agnelli ha detto:

        Tipo… Ahahaha !! Sono dei pirla assoluti. Il bassista laido mi fa morire. Tipo in “Clit Minister”. Scusa nomi e titoli osceni, sto genere va così. 🙂

      • Fabio Agnelli ha detto:

        Questa è la canzone più disumana della storia… “Last Days of Humanity”… il basso lo “suona” una donzella. Quando l’hanno pubblicata, si sono beccati una band cover irriverennte “Last gays of humanity” ed un commento: “Needs more cowbell” Ahahahahahah !!! Sono morto. https://youtu.be/QBP8imm03Mo

      • amleta ha detto:

        Sapessi io che mi sono beccata in questi giorni! me ne stanno dicendo delle belle manco fossi la rivale di Laura Pauusini, ahah ah, non capisco cosa teme certa gente. Che magari arrivi a Sanremo? Boh!

      • Fabio Agnelli ha detto:

        Ahahahah !! Eddai, proprio Sanremo no ! L’avvilimento della Musica !

      • amleta ha detto:

        sai che nemmeno il mio batterista sapeva cosa fosse il blast beat! Quindi sei un passo avanti tu 🙂

      • Fabio Agnelli ha detto:

        Il mio casino è che mi perdo… o accelero a caso o rallento. Poi ho il “Parkinson”. E con il blast non va bene.

      • amleta ha detto:

        Capisco. Magari puoi fare solo rock e non cose troppo complicate. Si inizia con poco ecco, e poi si va avanti a poco a poco. Non devi mica buttarti subito a fare il pazzo e rompere i tamburi!

      • Fabio Agnelli ha detto:

        Le bacchette… quelle si rompono. Il fatto è (e sembra strano) che più vai lento, più devi essere preciso e compassato. Se vai ad 8000 all’ora e picchi 120 BPM al minuto in 16esimi, anche se prendi dentro cose a caso va bene uguale ^_^. Io un mixer ce l’ho, quasi quasi prendo una drum machine e mi butto sul gabber grind

      • amleta ha detto:

        Sì, è vero, io ho visto fare degli esercizi tecnici al mio batterista e quando prova quelle cose lente, coi piatti anche, è più difficile a detta sua. Ma tu prova, dai, io credo che dentro di te ci sia ancora molto da esprimere 🙂

      • Fabio Agnelli ha detto:

        Già con il basso facevo uno schifo atomico, ma mi sono divertito un bel po’, con la batteria era una sbatta assurda ! Mi sarei dovuto lanciare su una drum machine ! Ecco ! Ahahahah !!! Naaaa, per ora con la musica ho chiuso. Mi godo quella degli altri e sto bene così. Non ho voglia di tirare in piedi un cinema….

      • amleta ha detto:

        Peccato, ti vedevo bene a suonare i tamburi con qualcos’altro che le bacchette, che sò, magari coi dildo 🙂

      • Fabio Agnelli ha detto:

        Ahahaha !! Seee, con uno strap on ! Che scena disgustosa !

    • amleta ha detto:

      Ho spiegato oggi comunque, in un altro post, come mai canto da sola. Spero che potrai comprendere quanto sconforto ci sia dentro di me in questo momento e come sto cercando di esprimere tutto questo con la mia voce.

      • Fabio Agnelli ha detto:

        Sì, capisco, è un casino. Anche perché puoi lavorare solo sulla voce. Nemmeno sulle parole, che sono di altri. E’ un’interpretazione. Solo con la tua voce puoi dare un tocco, ma non quello che vorresti. Più completo.

  2. ergatto ha detto:

    non “saprebbi” che dire……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...