HUMAN ROBOT

robot

C’era un tempo in cui essere umani era un privilegio,

in cui essere umani era un dono ineguagliabile,

e si poteva mostrare le proprie debolezze,

pranzare e cenare insieme, parlare, unirsi, scambiarsi amore e affetto.

C’era un tempo in cui essere umani era un privilegio di molti,

quei molti che lottavano per mantenere la vita sulla terra umana.

C’era un tempo in cui non sapevamo che far sopravvivere la specie umana

fosse un compito così disumano, affidato ai robot, a quei cosi che oggi tutti usiamo.

Allora dobbiamo rimanere umani o cambiare i nostro connotati e diventare metallici?

Ognuno sta solo sul cuore della terra e indossa la sua bella corazza

ed è già subito al di fuori di tutto quello che c’è di umano nella vita.

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in DISSOLUZIONI INTERIORI e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a HUMAN ROBOT

  1. giomag59 ha detto:

    Il rischio della disumanizzazione c’è sempre… anche i social che in teoria dovrebbero avvicinare sono usati spesso come barriera o per evitare il contatto fisico. Però si pranza e si parla, ci si scambia amore e affetto, si litiga e ci si arrabbia, e si fanno cose terribili, umane anche quelle purtroppo… teniamoci l’umano che c’è.

  2. keypaxx ha detto:

    Nella nostra società essere umani è un fastidio, per qualcuno. Siamo in troppi, consumiamo, siamo poco “gestibili”: del resto, i tempi della ghigliottina sono purtroppo dimenticati…
    Un sorriso per la settimana.
    ^___^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.