IL VUOTO GENITORIALE

costruzionecorpodiluce03

Non si accende una fiamma da una candela di cemento.

Un cuore che non sente, un cuore che non palpita, come lo si guarisce?

Come si accende il cemento? Con quale scintilla?

Il reato di disamore non esiste ma la prigione di un cuore chiuso è peggiore di una diga di cristallo.

Perchè non hai avuto la madre giusta?

Perchè non hai avuto il padre giusto?

Perchè sei cresciuto lontano dal calore e dall’amore?

Chiuso dentro un cassetto come un bambino non voluto, invisibile, dimenticato.

E la madre splendente sul tuo petto, quella madre che disegna ancora i tuoi pensieri,

che si prende il vuoto di ogni concetto mentale, che usurpa ogni tua relazione,

quel padre che ha bisogno di cure senza poterle dare,

un assetto familiare scomposto, fuori e dentro una bottiglia di cera.

Cos’hai fatto per meritarti un cuore senza vene?

Cos’hai fatto per dimenticarti di quello che significa sentire?

 

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in STORIE ALIENE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a IL VUOTO GENITORIALE

  1. Mariantonietta ha detto:

    certo non è una colpa ma si deve fare qualcosa, esistono dei professionisti per questo

    • amleta ha detto:

      il guaio è che le persone che hanno questo problema non vanno mai da un professionista, non chiedono mai aiuto perchè per loro è normale non amare. Non credono negli psicologi, non credono nella terapia e non credono ad una cura.

Rispondi a Mariantonietta Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.