E BUONANOTTE AI SOGNATORI!

Cosa significa essere diversi? Leggere libri che nessuno legge? Guardare film che nessuno vede? Ascoltare musica che nessuno conosce? Cosa significa essere diversi? Sognare un mondo in cui si può essere considerati anche se non si fa parte della massa. La massa. Una diabolica presenza. Una diabolica vittima di tutti quei poteri che cercano di schiavizzare la massa. E quelli che stanno al di fuori sono diversi perchè non fanno quello che fa la massa. Perchè a loro interessa proprio questo, cioè renderci tutti uguali, tutti fruitori delle stesse cose, consumatori degli stessi oggetti. E i diversi che devono fare? Devono stare zitti? Devono scomparire? Devono rassegnarsi? Loro vogliono che noi diventiamo tutti uguali, come delle percore, come degli schiavi che possono controllare meglio. Perchè dobbiamo sempre dargliela vinta? Perchè stanno riusciendo a fare quello che vogliono di noi? Perchè tutti si lasciano incantare? Possibile che siamo diventati così pochi quelli che dicono di NO?

 

 

Annunci

Informazioni su amleta

Sono una artista poliedrica e cosmopolita, una persona fantasiosa e creativa. Ho un'esistenza in perenne evoluzione e nella mia vita ho fatto molti cambiamenti e progressi. Ognuno è benvenuto sul mio cammino e se i nostri passi coincidono lasceremo tracce chiare affinchè altri ci seguano. Che il vento apra le vostre ali e vi porti oltre ogni orizzonte umano per scoprire il nostro nido selvatico, in fondo al mare, sul ramo più alto, sullo scoglio più aguzzo o oltre l'orizzonte umano. Espandete il vostro cuore e lasciatevi abbracciare dal mio respiro di drago che porta il calore dell’amore universale.
Questa voce è stata pubblicata in THE RESISTANCE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a E BUONANOTTE AI SOGNATORI!

  1. ergatto ha detto:

    io sono un “diverso” dalla nascita…. non ho mai seguito la corrente , non ho mai accettato amicizie interessate , non ho mai aderito ad ideali se non dopo riflessioni e riflessioni e comunque sempre il parte mai in toto. Ex credente, ex europeista, ex sindacalista ed ex sindaco tante ne ho viste, tante mi hanno rivoltato stomaco, intestino, cistifellea ed emorroidi. Ora alle soglie dell’aldilà sono sempre piu’ convinto che essere diversi è l’unica via per essere in pace con se stessi e volersi bene: studiare, pensare, riflettere, ammettere se si sbaglia ma MAI seguendo l’onda. 🙂 🙂

    • amleta ha detto:

      Bene, tu sei stato fortunato, forse, perchè almeno hai fatto quello che hai voluto e nessuno ti ha intralciato. Io sono nata in una regione, la sicilia, dove si nasce già con mille problemi addosso e me ne sono dovuta andare. Ma ho visto che qui al Nord la storia non cambia. Chi ha capacità e dimostra di saper fare molte cose non viene valorizzato ma penalizzato. E’ proprio tutto il sistema italiano che non va bene. Quindi spero presto di tornare all’estero.

  2. simogabri1967 ha detto:

    L’importante che ci sia sempre qualcuno che non ci sta.
    E con l’esempio i ” diversi” aumenteranno. Basta che un giorno si stacchi la
    Spina al superfluo e a tutta quella montagna di ipocrisia.
    Ciao
    Gabriele

  3. I peggiori sono gli antisocratici, cioè quelli che sanno di sapere(cit. Alberto Bagnai). Con umiltà bisogna invece aprire gli occhi e cercare la verità nelle cose che non funzionano, c’è sempre un motivo e di solito la risposta è davanti ai nostri occhi. Nei media invece prevale l’addestramento alla menzogna, che è sempre infarcita di mezze verità. Ed è proprio quell’oncia di verità che è contenuta nelle menzogne a fare i danni peggiori, da essa nascono i tanti luoghi comuni di chi sa di sapere!

    • amleta ha detto:

      Andare al nocciolo della questione intendi, anche se quel noccioloo è radioattivo come un seme nucleare? Eh eh, quando apri una cassapanca dove c’è un’accozzaglia di cose che qualcuno ha messo lì a caso non è così facile tirar fuori le cose e rimetterle a posto. Anche perchè ancora molti si divertono a ingarbugliare quelle cose e sembra che il loro lavoro preferito sia proprio questo. Io non so niente di politica, io non so niente di scienza e niente di tutto ma guardo le facce, osservo i movimenti, noto gli sguardi,…il linguaggio non parlato dice molte più cose di quello che esce dalle bocche di certi signori.

      • Le cose sono in realtà tutt’altro che ingarbugliate, lo sforzo per capirle serve certo, ma usciti dall’addestramento mediatico di regime tutto appare chiaro. Unica condizione necessaria è appunto non”sapere di sapere”, per quelli che ci nascono g(i)eni non c’e speranza, hanno una risposta (sbagliata) per tutto il male del mondo e mai cambieranno idea. Ma e una condizione che non ti riguarda visto che sai già che nel quadretto infarcito di menzogne che ci somministra il sistema il più vero è falso come Giuda e i mantra con cui addestrano la gente sono alquanto stonati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...