COS’E’ UNA VACCINAZIONE?

Che cos’è una vaccinazione?

Una vaccinazione è la stimolazione ripetuta ed intensa degli organi linfoidi.

Cosa accade?

Si introduce un antigene (proteina virale purificata), che provoca l’attivazione del sistema complementare. Sono una ventina di proteine circolanti e di membrana, essenziali nel meccanismo di difesa umorale contro gli agenti infettivi. Questo comporta il reclutamento di varie cellule immunocompetenti, monociti, macrofagi, polinucleati, linfociti B e T. In seguito alla risposta immunitaria si formano anticorpi che si legano all’antigene relativo con formazione di immunocomplessi circolanti.

  1. Nasce già la prima domanda: Dove vanno?
  2. Seconda domanda: Conosco la codificazione genetica del sistema del complemento di quel bimbo?

Perché tutti dovrebbero sapere che le proteine del complemento C2 e C4 hanno a che fare con il Lupus, la C3 con infezioni fatali, la C5 e C6 con la meningite, la C1 con l’edema angioneurotico.

Ovviamente non esiste nessuno screening di cautela.

Secondo aspetto.

Queste proteine purificate da sole sono scarsamente immunogeniche. Vuol dire che da sole non bastano ad indurre una risposta immunitaria.

Allora che si fa?

Si sporca il vaccino. Quasi nessuno sa che al fine di avere una risposta immune è necessario un espediente che si chiama Adiuvante di Freund. Si mescola la proteina purificata con una emulsione di olio minerale e batteri della tubercolosi uccisi al calore, emulsionati con lanolina e formaldeide.

Perché questo è importante?

Perché un aggregato con tubercolina passa nel nucleo cellulare. È questo che induce reazione antigene anticorpo e che produce alfa e gamma globuline del siero. Si induce una enorme ossidazione dell’intero sistema che è la coordinata principale del terreno canceroso e leucemico.

Mi sono interessato alle vaccinazioni per ovvie ragioni genitoriali visto che ho tre figli.

Dieci giorni dopo l’inoculazione del vaccino (trivalente, esavalente) abbiamo una caduta della conta linfocitaria in tutti i bambini, una riduzione della capacità fagocitante dei neutrofili e iperproduzione di Ig E. Si forma nel sangue un aggregato di antigeni e proteine del complemento circolanti per tutta la vita.

È interessante notare dal piano vaccinale che nei primi mesi vengono somministrati solamente vaccini inattivi, per il fatto che il livello di anticorpi naturali è ancora molto basso. Il massimo viene raggiunto a 14 anni. Durante la gravidanza, nella placenta è presente una condizione immunitaria di tipo 2 (il monossido di azoto non viene prodotto), vale a dire che le cellule T nella placenta producono in grande parte citochine del tipo 2.

Perché?

Perché se in gravidanza si producessero prevalentemente citochine del tipo 1, avremmo la morte precoce del feto (rigetto). I vaccini vivi, come MPR, generano reazioni acute del tipo 1, vengono catturati dalle cellule dendritiche, ma essendo il sistema tarato sul tipo 2 non è in grado di reagire e i virus insediati all’interno delle cellule vengono congelati, soppressi temporaneamente. Ricordo che il tipo 1 ci difende dai tumori, oltre che dai virus.

Questo è l’inizio del percorso verso la predisposizione alle malattie autoimmuni e al cancro.

La vaccinazione di massa parte dal presupposto che la reazione di ogni bambino, alla somministrazione del vaccino sia uguale per tutti perché nel periodo neonatale l’organismo è tollerante verso gli antigeni con i quali viene in contatto.

Peter Medawar, inglese, ebbe il premio Nobel nel 1960 per l’esperimento, da cui il dogma, per cui se al neonato vengono inoculate delle cellule infettive di una qualche malattia il sistema dovrebbe reagire con un rafforzamento del sistema immunitario, imparare cioè a riconoscere l’antigene o l’agente patogeno come conseguenza della vaccinazione. Come l’organismo, di fronte a 55.000 proteine diverse riesca a fare questa distinzione è considerato un mistero.

Dal 1994 questo dogma è caduto!

Con una vaccinazione, si ha una iperstimolazione delle cellule dendritiche
e delle cellule T citotossiche causando notevoli danni all’organismo.

In particolare, i vaccini vivi attenuati, hanno la capacità di penetrare le cellule dendritiche e quindi stimolare le cellule T con eccessiva produzione del gas Monossido di Azoto che darà origine a fenomeni infiammatori, come per esempio la Meningite asettica.

Inoltre a causa della memoria immunitaria il sistema, nel corso della vita, di fronte a qualsiasi virus risponderà con una iperstimolazione delle cellule T e diventerà perciò la causa diretta di Malattie Autoimmunitarie.

Le cellule dendritiche sono geneticamente espresse e sono decisive nel caso dei trapianti. Questo, che si chiama MHC (maggior complesso di istocompatibilità), è diverso da persona a persona, tranne che nei gemelli identici.

La reazione agli agenti esterni, siano esse tossine, organi trapiantati, vaccinazioni, sono quindi individuali: nessuno avrà la stessa reazione a delle sostanze estranee.

Cento anni fa solo il 10% della popolazione era affetta da tumori, oggi siamo al 35% ed entro il 2030 saremo al 50%.

Stiamo violentando continuamente il nostro sistema immunitario.

Non ci siamo accorti, ma oggi lo sappiamo, che con le vaccinazioni e gli antibiotici, abbiamo alterato la catena di respirazione mitocondriale, la sede della produzione dell’energia, con una commutazione permanente verso la forma di produzione fermentativa, senza cioè l’utilizzo di ossigeno.

Questo non significa altro che una cellula tumorale diventa un parassita cellulare, perché ha bisogno di quantità enormi di glucosio. I geni dei mitocondri non possiedono meccanismi di riparazione, rispetto ai geni protetti all’interno del nucleo della cellula.

Questi geni mitocondriali danneggiati, oppure mutati, sono trasmessi solo per via materna alle generazioni successive.

Fra tre generazioni il numero dei geni danneggiati
sarà superiore ai geni intatti.

La mia risposta è una sola … o cambiamo… o moriamo.”

( FONTE: http://www.liberamenteservo.com/che-cose-una-vaccinazione-o-cambiamo-o-moriamo/ )

IL PRESENTE ARTICOLO NON E’ STATO POSTATO PER SCOPO INFORMATIVO MA “PROVOCATIVO” POICHE’ A TUTT’OGGI NESSUNO E’ REALMENTE INFORMATO NEL MODO GIUSTO DI QUELLO CHE SIA UNA VACCINAZIONE. QUINDI IL TESTO SOPRA CITATO SERVIVA SOLO ALLO SCOPO DI APRIRE UNA DISCUSSIONE RIGUARDO LA VERITA’ DI QUELLO CHE PUO’ ESSERE UNA VACCINAZIONE. I GENITORI NON SANNO COSA SIA UNA VACCINAZIONE E NON HANNO NESSUN CRITERIO PER VALUTARE L’EFFICACIA O NO DI QUEL TRATTAMENTO. INOLTRE E’ CHIARO CHE OGNI MEDICO HA UNA SUA OPINIONE IN MATERIA E ANCHE OGNI PERSONA. QUINDI OGNUNO DECIDE LIBERAMENTE SUL PROPRIO PENSIERO E RIPETO IL TESTO E’ SOLO PROVOCATORIO, VISTO CHE IL MIO BLOG NON E’ UNA TESTATA GIORNALISTICA MA SOLO UNO SPAZIO DI DISCUSSIONE E PENSIERI PERSONALI. 

Annunci

Informazioni su amleta

Sono una artista poliedrica e cosmopolita, una persona fantasiosa e creativa. Ho un'esistenza in perenne evoluzione e nella mia vita ho fatto molti cambiamenti e progressi. Ognuno è benvenuto sul mio cammino e se i nostri passi coincidono lasceremo tracce chiare affinchè altri ci seguano. Che il vento apra le vostre ali e vi porti oltre ogni orizzonte umano per scoprire il nostro nido selvatico, in fondo al mare, sul ramo più alto, sullo scoglio più aguzzo o oltre l'orizzonte umano. Espandete il vostro cuore e lasciatevi abbracciare dal mio respiro di drago che porta il calore dell’amore universale.
Questa voce è stata pubblicata in CONSIGLI PER GLI UTENTI e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a COS’E’ UNA VACCINAZIONE?

  1. kitchenclue ha detto:

    Certo che riprenderlo dal Dott. Boccalone su FB….così tu non hai vaccinato i tuoi figli?

    • amleta ha detto:

      Nessuno ha mai spiegato a nessuna mamma o nessun papà cosa fosse la vaccinazione. Nessuno ha mai avuto alcuna spiegazione riguardo quello che andavano a fare quando vaccinavano i figli. Nessuno ha mai saputo niente riguardo l’obbligatorietà o l’elternativa. Se c’è una mamma o un papà qui che non sia medico, che sa tecnicamente cosa fanno al proprio figlio quando lo vaccinano allora forse vengono da un altro pianeta. Sinceramente, ed è anche una cosa recente in famiglia, ad una madre non viene detto cosa è un vaccino, a cosa serve e quali conseguenze può avere. Poi non viene spiegato secondo quale legge una madre sia obbligata a portare il figlio a vaccinarsi, chi lo obbliga e per quale motivo. E’ una cosa che si è sempre fatta, ok, ma almeno se sono nati dei dubbi mi pare che sia “intelligente” indagare e cercare di informarsi. Se poi ogni dottore o persona che scrive è messa in dubbio ok, ci sta anche questo. Ma intanto il fatto che se ne parli aumenta la curiosità delle persone per sapere la verità e poter scegliere. 20 anni fa lessi un libro sull’autismo in cui alcuni dottori mettevano in evidenza la correlazione tra alcuni vaccini e i casi di autismo nei bambini. Ovviamente il libro è rimasto nell’ombra perchè non c’era l’interesse di voler sapere se quei sospetti fossero in realtà fondati. Mi sembra che siano state nascoste sempre molte cose alla popolazione, che purtroppo spesso non ha possibilità di documentarsi nel modo giusto.

    • amleta ha detto:

      Ho fatto un’aggiunta al mio post, che non era ovviamente scritto da me, e che era solo un testo provocativo e non informativo, come ho specificato, vista la mole di reazioni ch eha avuto. Quindi ognuno è libero poi di cercare su internet tutte le notizie che vuole riguardo a questo argomento, anche perchè il mio spazio è un blog personale e non uno spazio ufficializzato. Ho sempre citato le fonti di qualche articolo postato e sempre lasciato che tutti potessero commentare con opinioni uguali o contrarie alle mie. Se qualcuno ha pensato che volessi mettere in giro una verità infallibile mi spiace ma ha capito male. Il mio intento era solo provocatorio e basta.

      • kitchenclue ha detto:

        Ti rispondo soltanto dicendoti che le fonti alle quali io faccio riferimento sono riviste scientifiche o libri…sul web può scrivere chiunque me compreso e non ci sono filtri. Le riviste cartacee e i libri passano sempre o quasi al vaglio di esperti prima di essere pubblicate. Riguardo alla obbligatorietà sono d’accordo anche io con la tua opinione ma sull’efficacia delle vaccinazioni, o almeno quelle che un tempo erano le obbligatorie e che praticamente abbiamo fatto tutti da piccoli, non nutro dubbi e direi che i benefici sono sotto gli occhi di tutti. Comunque non cosa intendi con l’essere provocatorio e non informativo. Se le cose non sono chiare si fa solo confusione e di questa, a differenza delle vaccinazioni, credimi in questo momento non ne abbiamo veramente bisogno. Un saluto.

      • amleta ha detto:

        Io non so da quanto mi segui ma io sono provocatoria non solo nelle cose che posto ma anche nelle cose persino più poetiche che scrivo. Di solito coloro che mi seguono questo lo sanno bene di me, tu forse è da poco che mi leggi e quindi non hai colto questo aspetto. Tu sei tu ed io sono io, io faccio riferimento solo alla mia ispirazione del momento quando posto qualcosa e non ho filtri, mi si prende così o non mi si prende. Tu puoi essere del tutto scientifico, tencinicisto, accademico nel tuo spazio e nessuno ti dice cosa devi o non devi fare. Io non vengo da nessuno a dirgli come deve gestire il suo spazio personale e ti ringrazio del tuo consiglio riguardo la confusione ma mi pare che in giro ci siano migliaia di blog pieni di corbellerie che tutti accettano di buon grado e nessuno va lì a sindacare. Io accetto il parere di tutti e infatti visto che qualcuno non aveva capito ho messo un ulteriore spiegazione. Io non sono un informatore scientifico, non sono un dottore e non sono una giornalista, sono una artista e nell’arte è sempre esistita la follia della provocazione perchè anche dal caos può venir fuori qualcosa di buono, infatti grazie a tutti questi articoli provocatori stiamo qui a parlare di certe cose di cui finora non si era mai parlato.

  2. giomag59 ha detto:

    Ai miei tempi si vaccinava contro il vaiolo e la poliomielite. Il vaiolo è stato debellato e la poliomielite quasi. Quando è nato mio figlio, oltre a quelle obbligatorie ne venivano consigliate altre, tra cui il morbillo. Certo, uno pensa: il morbillo non è il vaiolo. Però le complicazioni del morbillo possono portare anche alla morte. E dunque l’abbiamo fatto vaccinare. Non so le percentuali dei tumori da dove siano state prese, sono dati ufficiali? A parte che quando si parla di percentuali è sempre relativo… 100 anni fa si moriva di guerra, di fame, di malattie varie… e poi anche di tumore. L’età media si è innalzata moltissimo, in compenso. Di che tipi di tumori si parla? Inquinamento, buco dell’ozono, stile di vita non contano? Non so… credo che facciano bene i genitori ad informarsi il più possibile, magari iniziando a porre delle domande al pediatra del proprio figlio… che potrà dargli i dati delle complicazioni di queste malattie per cui ci si vaccina.

    • amleta ha detto:

      Ai miei tempi non c’erano ragazzi che si tagliavano, che avevano la depressione e che si suicidavano per bullismo, ai miei tempi non c’erano ragazzi che avevano l’hikikomori, che morivano per la vergogna di un video, che morivano per anoressia, ai miei tempi c’erano molte cose che adesso non ci sono più ma alcune sono rimaste, la guerra, la fame, la povertà, malattie psicologiche,….solo che spesso tutti vedono le malattie fisiche ma quelle psicologiche non le si vede affatto. Io sono per l’informazione sì, in ogni campo, ma spesso i genitori sono i primi “malati” e non hanno voglia di sapere niente riguardo ai figli. Sai quante poche persone ormai hanno un vero legame o dialogo coi figli? Sai quanti ragazzi sono lasciati a vivere abbandonati a se stessi perchè i genitori sono troppo impegnati con la loro vita social? Fanno più vittime la depressione e l’autolesionismo, vittime che non hanno voce in questa società, che le malattie infettive…..purtroppo.

      • giomag59 ha detto:

        Indubbiamente la nostra società ha molti problemi, ed a volte c’è la sensazione che si sia arrivati al capolinea. Purtroppo contro la stupidità non esiste ancora vaccinazione; meno telefonini e più lavoro manuale eviterebbero tanti problemi. Non tutti sono adatti a fare i genitori; ad alcuni dovrebbe essere tolta la patria potestà, come spero facciano a quei due che hanno fatto morire il figlio di otite per curarlo solo con l’omeopatia. E, sinceramente, se un figlio morisse per le complicazioni di una malattia che si poteva vaccinare, la toglierei anche a quelli.

  3. argomento complesso… certo uno screening x valutare il sistema immunitario prima del vaccino sarebbe obbligatorio che la sanità ci pensasse…. non siamo tutti uguali e non reagiamo in modo uguale. io ho fatto a mia figlia il trivalente morbillo rosolia e parotite meningococco e papilloma virus no nel modo piu’ assoluto….il denaro che muove il sistema è cosi tanto che a pensare male si farà peccato ma come disse il nonno : spesso ci si azzecca….ciao buon pm

  4. bortocal15 ha detto:

    scusami, amleta, non dubito della tua buonafede, ma questo post che hai ribloggato e` palesemente un fake, una bufala.

    non si capisce neppure bene da chi sia stato scritto, dato che il nome Antonio Caccavaro non rimanda in google ad alcun medico conosciuto.

    l’articolo e` grossolanamente impreciso e crea dell’allarmismo mirato lanciando affermazioni distorte e confuse.

    qui vedo il dolo ben preciso e mi pare che le autorita` dovrebbero intervenire a stroncare sul nascere bufale di questo genere; dopotutto la legge contro la diffusione di notizie false capaci di generare allarme sociale esiste gia`.

    non volermene, ma questa sincerita` te la dovevo, in nome della nostra amicizia a distanza.

    • amleta ha detto:

      La mia era una provocazione e non un’informazione. Provocazione perchè molti genitori non sanno cosa sia una vaccinazione, perchè nessuno sa quale sia la legge che regola queste cose e perchè solo facendo girare queste cose alla fine la gente si è risvegliata da una completa sconoscenda di questo argomento.
      Grazie del tuo avviso, adesso metto una specificazione nel post così tutti capiscono meglio.

      • bortocal15 ha detto:

        be’, non è con bufale assurde di quest tipo che si aiutano i genitori a diventare consapevoli. comunque apprezzo che tu abbia messo l’avviso 🙂

        un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...