LA REGRESSIONE BIOLOGICA UMANA

 

Troppe persone vedono e considerano la bellezza legata solo all’aspetto fisico e non alle cose belle. Giusto in questi giorni un uomo asseriva su un social che l’80% degli uomini non amano le BBW. Che lui non giudicava sexy una persona obesa e che per lui quella era la regola generale. Così la pensano la maggior parte degli uomini, e adesso anche le donne, perchè viviamo in una società in cui non si guarda alle cose ma soltanto alle persone. In questo processo di regressione umana gli esseri umani stanno tornando animali e quindi gli attributi fisici, le caratteristice fisiche, sono le uniche cose importanti per avere rapporti cogli altri. I fattori estetici sono diventati di importanza biologica e quindi gli esseri umani si fissano sui particolari che possano esprimere gradevolezza o meno riguardo agli altri. Ma la cosa stranissima è che più i corpi sono perfetti, più la forma gradevole viene raggiunta e meno rapporti di accoppiamento si hanno. Infatti sembra un nonsenso ma appunto la forma estetica perfetta preclude uno scambio sessuale con l’altro e quindi la funzione biologica viene del tutto negata. Ho conosciuto in palestra molte ragazze e ragazzi tutti single eppure non avevano niente di imperfetto nel loro fisico. Quindi alla perfezione estetica poi non segue un vero contatto cogli altri e un accoppiamento. Parlando con le ragazze poi ho saputo che molte di loro non sono proprio interessate ai maschi e tantomeno ad averci rapporti di alcun tipo. Quindi alla regressione biologica, che dovrebbe esaltare l’istinto, non segue alcun tipo di desiderio sessuale e appunto istintivo. Sembra quasi che la perfezione estetica trasformi queste persone in statue asessuate. Non a caso di recente c’è appunto un ben numeroso gruppo di persone che si dichiarano “asessuali”. La causa è da ricercarsi negli integratori di cui fanno largo uso i frequentatori di palestre, che ingrurgitano al posto del normale cibo, oppure l’esaltazione del narcisismo patologico, e quindi un rafforzamento egoico, che si ha come conseguenza di tali attività?

(copyright articolo di Amleta Bloom)

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in THE RESISTANCE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a LA REGRESSIONE BIOLOGICA UMANA

  1. Vittorio Tatti ha detto:

    Probabilmente trovano più eccitanti i like ai propri selfie.

    • amleta ha detto:

      Sì forse tutto questo prodigarsi nella forma serve solo a mostrarsi e basta. E questo appunto è qualcosa di opposto all’istinto di accoppiamento.

  2. vincenzomobys ha detto:

    Quella della bellezza che non sarebbe una dote fondamentale mi sembra una di quelle frasi ipocrite buttate qua e la (non certo da te Amleta, ma da parecchie persone) giusto per paventare una certa non-superficialità che invece, ahimè, regna sovrana.
    Mi ricorda un pò un altro classico: i soldi non fanno la felicità. Verissimo, ma sicuramente aiutano o comunque consentono di vivere meglio di chi non ha un euro in tasca.
    Conclusione: in realtà la gente “miagola nel buio”, come diceva il buon Quelo, ossia non sa più cosa vuole (ovviamente non facciamo di tutta l’erba un fascio !).
    Ci sono tante persone che dicono di badare alla bellezza interiore ma non provano nemmeno a prendersi un caffè con chi non è un gnocco/a.
    Ci sono tante persone che vanno in palestra, indossano le cuffiette e poi si lamentano che c’è scarsa socializzazione.
    Ci sono persone che scrivono “fatevi i cazzi vostri”, dopo che hanno pubblicato settemila post su quanto si è cagato oggi o, peggio ancora, sul colore della merda dei propri figli.

    • ehipenny ha detto:

      La verità fatta a commento, approvo ogni riga! E basta essere ipocriti perché é giusto stare bene con il proprio corpo, ma gli eccessi fanno male alla salute, è un dato oggettivo 🙂

      • amleta ha detto:

        Io sono iscritta in palestra da moltissimo tempo e negli spogliatoi femminili si parla moltissimo, tra noi donne forse c’è confidenza anche, ma pure i miei amici che frequentano le palestre hanno confermato certi dati raccolti in questi ambienti. Lo so che a volte può anche sembrare strano o assurdo un discorso del genere ma mi fa piacere che qualcuno accetti la verità così com’è nella realtà. Questo lo dico perchè appunto sono moltissimi anni che frequento questo ambiente e ho conosciuto tantissime persone che praticano svariate discipline anche molto diverse dalle mie. Hai detto la parola giusta: “dato oggettivo” infatti la mia non è un’opinione personale data da una mia impressione riguardo questo argomento ma il risultato di un attivo confronto con i dati riportati da tutte le altre persone che ho conosciuto e frequentato in tutti questi anni.

      • ehipenny ha detto:

        Non è facile accettare la realtà, si ha sempre sulla punta della lingua la tendenza a difendere gli altri, impedendo l’assunzione di consapevolezza del proprio corpo in maniera autonoma.. e questo é un danno…

  3. almerighi ha detto:

    la bellezza è proporzionale all’occhio che la sa vedere: il resto è estetismo

  4. simo77na ha detto:

    Concordo su tutto quello che hai detto e sai cosa penso? Che è triste quando si fa di una passione, che può essere anche la cura del proprio corpo, un eccesso. Il troppo storpia, è l’equilibrio che dobbiamo cercare. Mi piace come scrivi, è un piacere averti scoperta 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.