TORTA DI OCEANI

 

Sogno o son mesta?

Camminavo sulla battigia e ho visto un veliero.

No, non era Jack Sparrow, era la nave che scaricava immondizia a mare.

Bella nave di capitani oltraggiosi, non timorosi di nessuna legge.

Perchè chi ha il veliero senza vele non sa cosa sia l’oceano.

Solca i mari della ricchezza ma non riconosce la bellezza.

Affondavo i piedi nella riva e tiravo palle di sabbia contro lo yatch che disseminava merda nel mio mare.

Gridavo ma loro non sentivano.

La musica era a tutto volume, i pesci  saltavano nella loro padella ed io dovevo assistere a questo spettacolo.

Poi ho preso una rete, sono andato al largo e l’ho impigliata nella loro elica.

Mia madre mi ha detto di fare sempre il bravo bambino ma non gli dirò niente.

Lo sapremo solo il mare ed io.

( copyright del racconto di Amleta Bloom)

 

Annunci

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto creativa e sono impegnata in vari interessi e progetti. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in STORIE ALIENE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a TORTA DI OCEANI

  1. Zoryana ha detto:

    E ora lo so anche io, e ora anche io prendo una rete e il mare sarà nostro!!!

    Un abbraccio!

  2. MattyLince ha detto:

    Ciao 🙂 Wow! Bellezza e ricchezza!!!
    Il mare e l’oceano, un tempo erano visti in maniera diversa: rappresentavano l’ignoto. L’uomo saggiamente aveva anche un po di timore di queste acque sconfinate, ma deteneva un animo più curioso e coraggioso, quindi andò alla scoperta delle immense distese che circondavano la terra ferma. I film rendono molto l’idea 🙂 Ho un po di nostalgia per quei tempi antichi, anche se non li ho mai vissuti o forse sì. Avevo letto un libro anni fa sui vichinghi, grandissimi esperti di navigazione. 🙂
    Stiamo sempre più diventando macchine artificiali, ci stanno allontanando dalla Natura, non riusciamo più a coglierne la Bellezza, anzi tendiamo a deturparla costantemente.
    Coraggio e non oltraggio!
    Ciao 🙂 un abbraccione Amleta!

  3. Harley ha detto:

    Il mare nostrum… dov’è?

    • amleta ha detto:

      Lo si può avere dentro, magari è invece là fuori o solo nella nostra mente….chissà…è possibile trovarlo persino dentro le lacrime degli esseri umani…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.