PROTEGGERE I BAMBINI

 

A parte il discorso sugli istituti fatiscenti e pericolanti che causano vittime e di cui il governo sebra proprio ignorare l’urgenza di significativi aggiustamenti.  Io credo che la scuola abbia molte mancanze nel campo educativo. Voglio dire che non tutte i bambini hanno famiglie hanno genitori capaci di curare, accudire, tutelare ed educare i figli in un certo modo, e quindi quando queste basi importanti sono assenti, o non funzionano bene, la scuola deve sopperire a quelle mancanze. Ma invece non lo fa affatto. Ho lavorato nelle scuole, materne ed elementari per alcuni progetti. Non c’è una materia che insegni ai bambini a difendersi dai bulli, a denunciare malesseri e molestie, a riconoscere quello che non va quando incontrano un certo tipo di persone o bambini. Quindi devono essere cambiati i programmi didattici o introdotta questa nuova materia. Per non parlare delle insegnanti che non sanno fare nemmeno l’interpretazione dei disegni dei bambini. Lavorano con la laurea, con tutti i titoli necessari, ma non sanno riconoscere un disagio da un semplicissimo disegno o da un comportamento strano del bambino. Allora facciamo dei corsi affinchè questi insegnanti siano messi nelle condizioni di capire se c’è una situazione su cui porre l’attenzione. Inoltre ho notato la totale mancanza di una figura psicologica o pedagogica nell’ambito della scuola. Credo che almeno il/la vicepreside o il/la preside dovrebbe avere un titolo di laure di questo tipo per gestire una scuola o un’itstituzione dove ci sono bambini. La scuola è la base per molti bambini che non hanno una famiglia funzionale o sana, quindi deve cercare di educare e far fronte a certe situazioni che non possono essere regolare o gestite dai genitori.

Se siete genitori ecco per voi alcuni articoli importanti sui disegni dei vostri figli e su quello che possono comunicare. Per piacere se siete suo social fatelo girare a più persone possibili perchè è importante proteggere i bambini e fare in modo che i genitori capiscano se c’è qualcosa che non va nella loro vita.

Se si tratta di bambini più grandi che non disegnano ma scrivono ecco come capirlo dalla grafia. Cercate su internet e informatevi.

( copyright dell’articolo di Amleta Bloom)

 

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in THE RESISTANCE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a PROTEGGERE I BAMBINI

  1. olgited ha detto:

    Non dare troppi carichi agli insegnanti che ne hanno già abbastanza !La scuola non può sopperire alle famiglie che non ci sono,al massimo possono segnalare ,ma non fare di più,Conosco un caso di un genitore che non mandava a scuola il figlio:convocato dal dirigente gli avrebbe detto che avrebbe fatto “il cappotto di legno” se si fosse proceduto.Con altri dirigenti successe lo stesso,finchè arrivò una dirigente che segnalò il caso al tribunale dei minori.Il genitore dovette andare a TS e gli fu detto che se il figlio non avesse frequentato la scuola lo avrebbero tolto alla famiglia.Per quanto riguarda gli psicologi nelle scuole non ce ne sono per questione di fondi.Io personalmente ho avuto brutte esperienze con questi specializzati che a volte prendono delle grandi cantonate!Saluti!!!

    • amleta ha detto:

      So benissimo che non ci sono fondi, che le scuole sono tutte a terra, così come so che certi genitori sono pericolosi. Ma se non si puniscono pure i genitori per certi comportamenti allora la scuola non dà un buon esempio. Gli insegnanti hanno un lavoro enorme già, lo so benissimo, infatti se leggi bene ho detto che si dovrebbero prendere questo incarico i presidi o esserci un vicepreside che sia capace di istruire riguardo questo tipo di problematiche. Se non si corre ai ripari si vedranno sempre più casi di situazioni pericolose e molestie sui bambini. Ci vogliono espedienti per trovare fondi ma il personale delle scuole sembra vivere in un altro secolo. I genitori vanno messi al loro posto e questo deve avvenire con degli interventi autorevoli. Sanzioni di soldi e poi vediamo se continuano ancora a dire certe cose agli insegnanti! Se le famiglie non sanno educare e la scuola non ce la fa poi ci lamentiamo di avere delinquenti in giro. Ma bisogna evitare queste cose. Bisogna andare alla radice del problema e cercare soluzioni. Ci sono insegnanti che si fanno in quattro e prendono uno stipendio misero e inoltre adesso sono anche vittime di genitori aggressivi. Bene, prendiamo questi genitori aggressivi e teniamoli in carcere invece di lasciarli andare in giro a far danni. Perchè poi le vittime non sono solo gli insegnanti ma i loro figli stessi che cresceranno delinquenti. Questo governo ha abbandonato del tutto la scuola ma bisogna trovare modi per attirare fondi. Mai sentito parlare dei Lego, dei nerd, di star wars? Attirare persone con eventi di questo tipo, i giovani sono pazzi di queste cose, allora rendiamoli partecipi e non soggetti passivi. Loro stessi possono anche avere idee creative per trovare fondi. Affidiamo a loro il compito di trovare idee belle per far venire la gente a scuola e donare soldi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.