MI RICORDO

wqlggrugtmtfrbhhnvfv2zdr20130626103550.jpg

Mi ricordo un mondo dove la gente stava per strada.
Dove passeggiava in massa e si parlava di tutto.
Mi ricordo la piazza, la gente, il bar, il grido dei bambini che giocavano.
Mi ricordo che c’era sempre qualcosa da fare, un posto dove andare, la nonna che chiamava e tu dovevi per forza andarci.
Ma adesso sento il silenzio.
Oppure traffico di macchine e basta.
Shopping la domenica nei centri commerciali.
Mi sembra assurdo mentre fuori c’è il sole e il caldo.
E dovremmo stare tutti a passeggire all’aperto e invece come schiavi stiamo dentro i negozi a comprare, comprare, comprare.

( Copyright dell’articolo di Amleta Bloom)

 

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in THE RESISTANCE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a MI RICORDO

  1. silviacavalieri ha detto:

    Nei tempi che rimpiangi c’erano altre solitudini, altre forme d’infelicità, erano solo tenute ben nascoste!

  2. Anch io il pallone sulle piazze,sullo skateboard invece che attaccati al cellulare perché meglio rompersi un braccio che bacarsi il cervello. E poi prima c erano più cinguettii a rimarcare le stagioni, più verde e più spiagge libere dove essere liberi. Bisogna paradossalmente far ritornare la società al passato.

    • amleta ha detto:

      Gli esseri umani pensavano di essere più felici togliendo le fatiche della quotidianità e della terra. Adesso però gli senti dire che si annoiano e si deprimono. Un giorno tutto si spegnerà, si, e quando meno se lo aspettano. Chi avrà un buon libro da leggersi continuerà come se niente fosse. Tutti gli altri andranno in paranoia cronica senza internet. 😂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.