PERCHÈ IL MONDO NON MIGLIORA?

city-chaos-collapse-fire_burning.jpg

Biglino

Malanga

Baratiri

Scardovelli

Bergomi

Questi sono soltanto alcuni dei nomi che girano quando si parla di vivere meglio, prendere consapevolezza, costruire un mondo felice, saper cosa fare in certe situazioni.

Questi personaggi, ormai ben conosciuti, hanno migliaia di iscritti e di persone che guardano i loro video e ascoltano le loro preziosissime parole.

Allora come si spiega il fatto che il mondo non sia affatto migliorato?

Qual’è il motivo per cui tutte le teorie sul bene e sull’amore non vengono abbastanza realizzate?

Se leggete sopra ho parlato di migliaia di iscritti. Migliaia e non milioni. Dove sta il resto della gente?

Favjtv

Pantellas

Il vostro caro Dexter

St3pny

Me contro te

Cicciogamer89

Questi sono gli youtuber più famosi e seguiti in Italia con milioni di iscritti e di cosa parlano nei loro video? Alcuni di videogiochi, altri fanno scatch, challenge, scherzi ecc…

Dunque ai milioni di persone che guardano i loro video forse non interessa nulla riguardo i problemi del mondo nel quale vivono? Sono troppo giovani forse? Sono tutti figli di papà e non hanno bisogno di lavorare?

Come mai milioni di persone sono più interessate ai videogiochi piuttosto che a vivere meglio?

Oltre agli youtuber italiani ci sono anche quelli stranieri che hanno milioni di iscritti, come DewDiePie ( 54 milioni di iscritti) e di cosa parlano?  Di videogiochi, unboxing, video virali, scatch comici ecc…

Perchè il mondo non migliora dunque? Milioni di persone hanno più interesse per un nuovo joystick piuttosto che per la propria felicità? Fanno dipendere il proprio benessere dal possedere certe cose o giocare a certi giochi?

Perchè giocano così tanto i giovani? Perchè non amano il mondo in cui vivono. Ma non gl’interessa cambiarlo in meglio?

Secondo voi perchè il mondo non interessa ai giovani?

( Copyright dell’articolo di Amleta Bloom)

 

 

 

 

 

 

 

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in THE RESISTANCE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a PERCHÈ IL MONDO NON MIGLIORA?

  1. Il problema è che ci sono molti mondi, alcuni ce li creiamo noi, altri ce li crea la società. Quindi se vuoi parlare di problemi con un linguaggio diverso dallo standard del momento ti capiscono solo quelli che già la pensano come te e pochi altri Creare una coscienza diffusa è un’impresa impossibile

  2. bluscur0 ha detto:

    Il mondo non migliora perché la gente di spessore manca.

  3. Rain ha detto:

    Onestamente, rimango comunque scettica di fronte ai “maestri del benessere”.. probabilmente il numero di loro “follower” è per niente indicativo…

  4. zariele ha detto:

    Devo dire che non possiedo la risposta delle risposte,
    ma se il mondo non migliora ( anzi, peggiora a vista d’occhio)
    non possiamo attribuire la responsabilità solo ai giovani.
    Che comunque giocano perché i videogiochi sono un sistema di controllo.
    Per il momento pare molti di loro si interessino all’ambiente. Punto. Vedremo in
    seguito se ci saranno sviluppi. Anche se nutro forti dubbi.
    Arriverà prima la mutazione antropologica.

    Quanto al resto della popolazione, dagli anni ottanta almeno vado dicendo
    che perfino la crisi economica mondiale dipende soprattutto dalla qualità delle persone.
    Deficit di spessore e professionalità. Dei manager e degli imprenditori, intendo.
    E in questo campo credo di essermi fatto un’esperienza come pochi.
    Non so quanto scriverne possa contribuire a invertire la tendenza.
    La società è sempre più liquida. Incapace di organizzare il dissenso. la politica è, e sarà, sempre meno capace, e delegata da chi detiene la ricchezza a governare. In pratica avremo tanti sceriffi a controllare una miriade di contee.
    E poi i rapporti di forza tra conservatori e progressisti sono troppo sbilanciati a favore dei primi.
    Le rivoluzioni, considerati i moderni sistemi di controllo e di inibizione, impossibili.
    Tiriamo un po’ di somme, e se non avremo una risposta alle tue domande, forse avremo un quadro del futuro. Per noi vecchi: “distopico” come va di moda dire oggi. Ma anche tanto dispotico.

  5. Condivido all’ennesima potenza, hai toccato un tasto dolente. Youtuber celebri che parlano del nulla, guru dell’inganno. La verità nascosta, non capita, mancano gli strumenti. Dobbiamo aprire una NUONA umanità!

    • amleta ha detto:

      A me la cosa che ha colpito è che poi tutti questi guru, che elargiscono consigli di vita, dopo pubblicano sempre libri e libri che si pagano. Quindi se credono tanto in cose spirituali e non materiali dovrebbero diffondere i consigli senza alcun interesse per il denaro. Ma invece monetizzano loro per primi.

  6. piperita_menta ha detto:

    Nel mio piccolo modo di pensare,io penso che i giovani si creino un mondo parallelo perché non hanno la presenza di genitori alle spalle. Di punti di confronto,di conflitto. Stiamo arrivando ad eliminare il genere umano,e marcisce insieme a noi il polmone pulsante che ci circonda…la natura in se,dell’esserci e del rispetto

    • amleta ha detto:

      I giovani si sa fanno una vita.Ma adesso c’è molta informazione riguardo a quello che succede nel mondo. Se il mondo viene distrutto? Loro che fanno? Aspettano che le bombe gli arrivino sopra casa per accorgersene? C’è poco da stare spensierati. Il mondo del futuro dovrebbe interessare piu loro che noi, visto che non ci saremo, ma pure questo lo dimenticano? 🙁

      • piperita_menta ha detto:

        Fa rabbrividire il loro come chiamarlo menefreghismo,ma non sono tutti cosi assenti ci sono alcuni giovani che si mobilitano che ancora sperimentano,fantasticano e creano. C’è molta solitudine di sottofondo purtroppo e troppi esempi devianti,mass media,tg…hanno bisogno di stimoli positivi non ti ansie e paure

  7. almerighi ha detto:

    un branco di cialtroni non migliorerà il mondo

  8. Camillo Granchelli ha detto:

    se siamo arrivati a questo punto è perché altri, molto più potenti e influenti di noi, nelle epoche passate, lo hanno fortemente voluto, hanno creato una società di inetti consumatori di massa, polli da batteria da allevare e sfruttare come meglio per loro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.