I CASCAMORTI E LE GATTE MORTE

cicisbeo.jpg

Nel mondo della Natura quando un animale avverte un pericolo fa finta di esser morto per sviare il predatore verso altre vittime.

Nel mondo degli esseri umani esistono i cascamorti e le gatte morte. Non capisco a cosa si possa riferire questa presunta “morte” e quale funzione possa avere.

Nell’ottocento era regole per ogni donna sposata avere i suoi spasimanti ,o cascamorti, che la conducevano a teatro o ai balli, eventi molto noiosi per quei mariti ipnotizzati dalle varie attricette di teatri di terz’ordine, gatte morte appunto.

Quindi il nome “morte” associato alla voglia di conquista fa pensare più ad una tecnica di autostruggimento che sopravvivenza in questo caso.

Voi sapete quale sia l’origine precisa di queste parole e perchè esistano ancora uomini e donne definiti in questo modo?

( copyright dell’articolo di Amleta Bloom)

 

 

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in GENTE E GENTE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a I CASCAMORTI E LE GATTE MORTE

  1. Evaporata ha detto:

    Bella domanda…

  2. almerighi ha detto:

    Mi sembra che risposta sia già nella prima frase del tuo post. Non li si definiva comunque cascamorti, ma cicisbei.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.