I PERICOLI DI INTERNET

c0b18614089433.5627d3ed7f318

Qualcuno dice che la privacy ormai non esiste più e che dobbiamo adeguarci tutti a questo e non fare i difficili. Come se la questione fosse una ritrosia fuori luogo o una riservatezza assurda da evitare. Ma la questione non è proprio questa.

Molte persone non si rendono conto che mostrando molte cose private su internet si possono attirare attenzioni non proprio buone di gente anche patologica, di persone che vogliono rubare, rapire, abusare, manipolare, truffare ed eliminare gli altri.

Quando dico certe cose sembra che le dica ai bambini, perchè non mi si prende sul serio, perchè ormai tutto deve essere visto, tutto dev’essere mostrato e tutti devono sapere tutto degli altri.

Appunto questo è il motivo. Gli altri sapranno dove vivete, cosa possedete, con chi state, cosa avete, cosa fate, dove lavorate, e tutto sui vostri figli e famiglia. E se qualcuno vuole farvi del male non ci metterà molto ad arrivare alla porta di casa o dentro casa vostra.

Ma queste cose non si capiscono abbastanza e solo quando poi i bambini spariscono, quando succedono truffe e furti, quando vi rubano qualcosa o qualcuno, solo allora magari vi viene in mente che forse sì, forse avete mostrato troppe cose della vostra vita privata.

Oppure vi ritrovare invischiati in qualche storia che non volevate, che vi complica la vita, o che vi sta distruggendo la serenità. O qualcuno che si presenta in bella maniera e poi dietro sta facendo di tutto per rovinarvi la vita.

Dunque siate accorti più che potete e specialmente coi vostri figli, specialmente se sono minorenni o adolescenti. Non parlate delle vostre abitudini, vacanze, impegni, non dite date a nessuno, non date numeri di cellulari e indirizzi. Non date a nessuno i vostri dati anagrafici.

Se vi ritrovate il conto bancario prosciugato, se vi rubano la macchina, se vi svaligiano casa, non sono stati gli altri ma voi stessi a dare libero accesso alla vostra vita privata e a tutto quello che la comprende.

Quindi non date la colpa agli altri se succedono certe cose ma a voi stessi e al fatto che non avete voluto ascoltare certi consigli riguardo la privacy e come difendersi dai pericoli su internet.

( Copyright dell’articolo di Amleta Bloom)

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in CONSIGLI PER GLI UTENTI e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a I PERICOLI DI INTERNET

  1. Federico Aviano ha detto:

    Ti devo confessare che siamo più controllati di quello che pensi, ad esempio ogni smartphone registra tutte le nostre conversazioni e tutti i nostri messaggi, che vengono girati a terzi per fini commerciali (i famosi big data).
    Se uno deve stare attento ad ogni controllo, non vive più.
    L’unica cosa a cui bisogna prestare seriamente attenzione é l’interazione online con le persone o le cose!

    • amleta ha detto:

      Lo so benissimo che registrano tutto e guardano anche tutto dalle webcam e dalle fotocamere degli smartphone. L’ho detto varie volte che i dispositivi tecnologici son stati creati apposta per questo. E dico sempre molte cose sulla privacy ma spesso non si capisce il pericolo reale.

  2. Daniela ha detto:

    giuste raccomandazioni, non si esagera mai nella prudenza verso un mondo in cui alcuni si intrufolano per il solo scopo di delinquere

  3. piccoloessere ha detto:

    Grazie, il tuo post fa riflettere.

  4. il barman del club ha detto:

    tutto verissimo, non è casuale che, se in passato il problema di chi gestiva il “potere” era il reperimento dei dati, ora, è il loro accumulo sui dispositivi tecnologici, perché si tratta di un’infinità enorme di materiale da conservare. Il problema principale è però, come hai precisato, l’utilizzo improprio di terzi delle informazioni che lasciamo per strada, e sono moltissime, a tal punto che esperti dicono di barare in maniera intelligente, così da confondere le carte. Anche la tessera che usiamo nei supermercati è una forma di monitoraggio delle nostre abitudini. Come diceva qualcuno: “…è un mondo difficile” (ma lo è sempre stato)

  5. silviacavalieri ha detto:

    Sono d’accordo. Mi sento di consigliare grande prudenza e riservatezza nei confronti dei minori. Non condivido la moda di postare continuamente le foto dei figlioletti… siamone orgogliosi (e attenti) genitori solo in privato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.