L’UOMO LO FA IL VESTITO?

asll

A volte si dice di certe persone bellissime che anche con uno straccio addosso rimangono sempre bellissime. Poi a volte si dice che l’abito fa il monaco e se un barbone entra in un posto viene guardato da tutti in un certo modo mentre se si tratta di una persona con un vestito pulito addotto allora il comportamento degli altri cambia.
Ma cosa rende un uomo un uomo?

Diego Fusaro accusa gli uomini di essersi svirilizzati. Così come una volta, quando la donna si mise i pantaloni, molti gridarono allo scandalo dicendo che le donne volevano tutte il pene.

Ma è un vestito che rende una persona femminile e maschile? Siamo ridotti a questo? Alla considerazione di un pezzo di stoffa per sapere se una persona è maschile o femminile?

Allora se io metto una maglia celeste smetto di essere donna in un secondo? Se invece me la metto rosa sono una donna? Possibile che si debbano fare certi discorsi?

Gli scozzesi che usavano il gonnellino erano tutti femminucce? Guarda Brave Heart caro Diego e poi dimmi se erano virili loro o tu.

Davvero una cosa assurda pensare che un pezzo di stoffa possa creare una persona e darle delle qualità che invece sono insite nella personalità. Un orecchino fa scandalo quando ci sono fior fiore di uomini che ne portano persino due come le loro mogli. E cos’altro fa scandalo? Mostrare un pò di pelle sotto abiti trasparenti? Le donne possono mostrare tutto e gli uomini no?

Ma smettiamola di creare limitazioni stupide all’espressione personale! Ognuno dovrebbe poter avere la libertà di vestirsi come cavolo gli pare ed essere ciò che vuole essere. Non è un pezzo di stoffa a creare un uomo forte ma forse è troppo questo concetto per alcune menti cresciute seguendo certi stereotipi.

( copyright dell’articolo di Amleta Bloom)

 

 

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in GENTE E GENTE e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a L’UOMO LO FA IL VESTITO?

  1. Borghettaro ha detto:

    Hai detto bene. Ognuno “dovrebbe”…..

  2. piccoloessere ha detto:

    Condivido, non sarebbe male guardare meno all’apparenza, soprattutto quando non si sta trattando di moda o gusti, ma di valutare ben altre qualità delle persone.

  3. il barman del club ha detto:

    discorso complesso, nel senso che i gusti nel vestire sono direttamente proporzionali alla personalità di chi li mette. Poi certo, le limitazioni della società sono davvero enormi… Personalmente, come ben descritto nel libro di Matheson “Io sono leggenda”, la normalità è solo un concetto di maggioranza: ma come si fa a stabilire tra la norma di molti o di uno solo; chi ha ragione? Io stimo moltissimo quelli che se ne fregano e gestiscono la loro vita come gli pare, senza imposizioni psicologiche, perché, inconsciamente, sono sempre i più premiati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.