OFFLINE

d86tqer-0b11f5a5-0d6e-4add-bf6e-eef5607fe38e.jpg

Orde di messaggi, notifiche, verifiche.

Orde di messaggi, notifiche, verifiche.

Noie mostruose da riempire di video play.

Play

Play

Se non rimani online muori.

Gli altri ti credono sparito e defunto.

E cosa può accaderti?

Di uscire fuori e vivere?

Orde di messaggi, notifiche, ossessioni.

Play

Play

Stanno scaricando il tuo cervello.

DOWNLOAD

DOWNLOAD

Sarai presto offline?

( Copyright della poesia di Amleta Bloom)

Annunci

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in DISSOLUZIONI INTERIORI e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a OFFLINE

  1. Soul ha detto:

    …….. chissà un giorno diventerà tutto come Matrix😱

  2. Adriano Salza ha detto:

    Questa poesia mi ricorda una scena di cui sono stato testimone al concerto di Paola Turci a Biella: era la parte finale del concerto, in cui la Turci stava eseguendo i bis e, come ultima canzone, ha deciso di riproporre il pezzo con cui aveva dato inizio al concerto, ovvero “Off-Line”. Come la vedi che mentre la Turci cantava la canzone, c’erano tra la folla che premeva sotto il palco, una serie di telefonini che riprendeva dal vivo il momento e lo metteva su fb? 😀

    • amleta ha detto:

      Questa situazione del concerto che tu hai raccontato mi ricorda me davanti alla Fontans di Trevi che sgomitavo in mezzo alla folla coi telefonini in mano per avvicinarmi e guardare finalmente le meravigliose statue 😉

  3. Harley ha detto:

    Siamo offline sempre…

  4. Bella poesia Amleta.
    Già in questo periodo storico stiamo assistendo alla codifica di ogni cosa. Tutto si riferisce a modelli matematici. Purtroppo c’è la possibilità che il bello e la piacevolezza dell’imprevedibilità umana vada man mano a perdersi. Ma vedo con piacere, che pur stando noi tutti su questa piattaforma digitale, abbiamo tutti la stessa voglia di far uscire le persone e farle incontrare.

    • amleta ha detto:

      Grazie, sì ha colto bene il messaggio. Io cerco di far capire che ci sono cose più importanti dei social e di quello che c’è su i ternet.
      C’è la vita reale, la famiglia e le persone a cui si vuole bene. A volte per colpa di una dipendenza si possono perdere anche quelle. Quindi bisogna cercare di stare attenti e accorgersi se si esagera troppo stando sempre online. 😊

  5. dolcezzasicula ha detto:

    Bella poesia, bel concetto.
    Peccato che poche persone abbiamo voglia di prendere spunto dalle sue parole.
    Buona giornata

    • amleta ha detto:

      Sì, purtroppo lo noto ormai da tempo che tutti hanno tempo per il cellulare e non hanno tempo per le persone che amano o altri interessi. Si sta perdendo tutto il calore umano. Si sta su un divano, uno di qua e l’altro di là e si scorrono siti e immagini e intanto tutto si consuma e quando poi perdi qualcuno pensi: ” oh se solo le avessi dato più attenzione, se solo fossi stato più presente…” Ma queste cose ovviamente vengono solo dopo. Sul momento la dipendenza ha la meglio ovviamente.

  6. Sara Provasi ha detto:

    A me piace internet, ma proprio per mantenere questo apprezzamento ho le notifiche spente praticamente di ogni cosa! Così mi ci dedico quando ho voglia e momento giusto a cui dedico attenzione specifica 🙂

    • amleta ha detto:

      Io odio quelli che stanno sempre col cellulare in mano e sempre a controllare messaggi e ogni volta che si illumina e stare sempre lì col pensiero.

      • Sara Provasi ha detto:

        Più che altro lo starci col pensiero infatti, o il mettere sui social qualunque cosa si faccia!

      • amleta ha detto:

        Sì infatti molti non hanno più alcuna riservatezza e non si rendono conto di certi pericoli.

      • Sara Provasi ha detto:

        Già, ma poi è brutto perché si banalizzano le esperienze e si può fare caos a livello di identificazione di sé… mi ritengo fortunata di non aver avuto i social nell’adolescenza!

Rispondi a Sara Provasi Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.