NATIVI AMERICANI

20190612_141053.jpg

Quello che è oggi il Canada per come lo si vede, con tristissime villette nuovissime e desolanti, e centri commerciali ancora più desolanti, non è ciò che esisteva prima.

La civiltà portata dai Gesuiti che come in tanti altri paesi pieni di “selvaggi” ha distrutto tutto quello che esisteva prima, ha creato questi paradisi di plastica e cemento in cui vivono rinchiuse persone sole e infelici.

I nativi americani ( Huron/Oendat) di questo territorio avevano una vita attiva fatta di scambi umani e sociali. Adesso l’unica vita che hanno la spendono tra lavoro, spesa e fast food.

Uno stile di vita molto europeo che non ha apportato nulla di positivo alle popolazioni indigene ma solo tristi crocifissi, distruzione e guerre.

In un museo, poco conosciuto, HURONIA MUSEUM, sono conservati gli ultimi resti di quella vita indiana naturale e rispettosa degli esseri viventi.

E nella ricostruzione di uno dei loro villaggi originali ( Huron Ouebdat Village) si può constatare il loro legame con la natura.

Mi son chiesta il motivo per cui gli europei abbiano portato con sè tanta morte e distruzione in nome di un Dio che parla d’amore. Ma la risposta credo la sappiate già.

20190612_144826.jpg

20190612_145736.jpg

20190612_145151.jpg

20190612_144417.jpg

Annunci

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto creativa e sono impegnata in vari interessi e progetti. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in MY TRAVELS e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a NATIVI AMERICANI

  1. il barman del club ha detto:

    si purtroppo la sappiamo già e sappiamo com’è andata a finire… Dovresti leggere il discorso che il poeta e cantante John Trudell (nativo, la sua vita è stata un romanzo, anche se appartenente ai territori dove avrebbero (hanno) costruito gli USA), fece per l’anniversario della strage di Wounded Knee: da brividi, e non non possiamo che vergognarci. Basta soltanto dire che in una manifestazione dove bruciò la bandiera americana, poi, guarda caso, perirono in un incendio definito accidentale (ma chi ci crede) sua moglie, i suoi tre figli e la madre di lei. E poi siamo noi gli intelligenti e i figli di Dio (…)

  2. Grazie per l’opportunità che mi offri di lavorare onestamente in coscienza le tue parole di racconto, in effetti tempo fa accennai un paio di volte e generalisticamente ai nativi americani, tu oggi mi proponi parole che descrivono il Canada, il lavoro fatto dai gesuiti e dagli europei che hanno europeizzato, diciamo… mentre la vita in quel luogo sembra triste, non armoniosa con la Natura infinita, sembra si sia tentata l’omologazione al pensiero europeista e nord.americano… che ancora in apparenza troneggia in Europa e sono assai dispiaciuto quando la vita diventa più noiosa della morte, monotona, monocorde, consumistica, ecc. Cosa ne pensiamo, intendiamo, sentiamo?

    • amleta ha detto:

      Sì infatti il guaio è questo cioè questo pensiero europeo ormai lo vedo dovunque. Persino in zone sperdute c’è ormai questa idea diffusa di “avere, avere, avere” a discapito di tutto quello che l’uomo invece cercava di “essere” a contatto con la natura. Purtroppo dove gli altri vedono un paradiso io vedo tanta tristezza e solitudine e uno stile di vita che porta alla disperazione e non alla felicità.

  3. marisasalabelle ha detto:

    Non conosco abbastanza bene la storia del Canada, ma so che dovunque siano arrivati gli europei hanno predato e distrutto… sui Gesuiti in particolare non sarei così severa, tra i tanto ordini religiosi sono famosi per la cura con cui studiavano le lingue e le civiltà dei popoli presso i quali si recavano e l’impegno che hanno profuso per preservarle.

  4. silviacavalieri ha detto:

    Chi passa la domenica nei centri commerciali, mentre spende la moneta più preziosa che ha, il poco tempo libero, fra alte mura rumorose e inquinate, compra per se stesso e per i figli che spesso si trascina dietro nient’altro che pezzetti di morte, un sudario interiore, che lo vestirà per il resto della settimana.

    • amleta ha detto:

      Il guaio è che ormai dovunque si vada ogni città o paese è creato in questo modo, case, aziende e centri commerciali. Hanno creato questo tipo di urbanistica apposta per far uscire le persone solo per acquistare e quindi per far spendere tutto quello che guadagnano.

      • silviacavalieri ha detto:

        Vero… peccato che stia scomparendo la nostalgia per il mare, i boschi, gli spazi aperti, il cielo! Ci salverebbe!

      • amleta ha detto:

        Infatti, fino a qualche anno fa le famiglie nel weekend organizzavano pic nic e gite fuori porta. Ora invece tutti ammassati dentro questi centri. È davvero un disastro 🙁

      • silviacavalieri ha detto:

        Io ricordo ancora i picnic vespertini, strappati al lavoro di mio padre… un prato, il sole al tramonto, le uova sode, il panino, la pesca e il cuore di bambina leggero come una piuma!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.