PERCHÈ LE AZIENDE CHIUDONO?

Chiusura.jpg

Le aziende chiudono perchè cercano solo personale giovane. E molti giovani non vogliono lavorare di sabato oppure si stancano subito e così quei disperati padri e madri di famiglia non vengono mai presi in considerazione e rimangono disoccupati.
Le aziende invece di capire questo si limitano a chiudere piuttosto che cambiare strategia per reclutare personale.
Possibile che le aziende siano gestite da persone che non capiscono queste semplici cose?
Possibile che arrivano a chiudere per colpa di una selezione sbagliata?
Molti giovani hanno una famiglia alle spalle e di sabato vogliono uscire con gli amici, bere, fumare, abdare ai concerti e fare baldoria.
Invece persone di 40-50 anni e oltre (visto che si può lavorare fino a 70 anni) non vengono considerati, nonostante siano in cerca disperata di un lavoro.
Allora le aziende vengono gestite da gente idiota? Gente che non conosce abbastanza bene i giovani?
Forse succede questo e quindi le aziende chiudono.

Annunci

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto creativa e sono impegnata in vari interessi e progetti. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in THE RESISTANCE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

34 risposte a PERCHÈ LE AZIENDE CHIUDONO?

  1. Maria Di Lanno ha detto:

    Credo che le aziende non assumano neanche molti giovani, dato che li vogliono con l’esperienza… quella famlsa esperienza che tutti cercando ma che nessuno ti dà.

  2. Soul ha detto:

    le aziende chiudono xche’ gli euri sono in mano a poche persone a noi briciole e problemi

  3. Le aziende chiudono anche per motivi di management, di compravendite di aziende, di speculazioni su progetti imprenditoriali che hanno un inizio ed una fine, vi è chi più o meno illegalmente intasca il profittato e magari fugge anche cambiando identità verso una nuova vita, i lavoratori rimangono senza lavoro ed in situazioni precarie, a volte interviene lo stato e le “salva” con gli stessi soldi dei lavoratori, altre volte cambiano nomi, cambiano ragioni sociali, fanno giochi finanziari apparentemente complicati per non farci capire niente a nessuno, la morale è che il Mondo va avanti con la fatica dei lavoratori che sono sempre i primi ad essere truffati e rendendomi conto di questo status-quo che vi era da sempre, scrivo parole in Internet per cambiare il Mondo e sono piegato, spezzato dalle maledizioni da sempre ma diciamo che sono un buon incassatore di disgrazie ed ovviamente le mie parole non le legge nessuno e non hanno nessuna conseguenza reale nel Mondo… Cosa ne pensiamo, intendiamo, sentiamo?

    • amleta ha detto:

      Ci sono molte persone che lavorano onestamente e vengono sfruttate e trattate male. Purtroppo per molte aziende i lavoratori sono ancora considerati solo numeri. Questo non è giusto. Ma le aziende non vengono controllate e fanno quello che vogliono. Infatti decidono sempre loro chi assumere e dopo si trovano nei casini e devono dichiarare fallimento o venire assorbite da altre aziende.

  4. @bluebabbler ha detto:

    Le aziende cercano giovani perché vogliono pagare meno.

    • amleta ha detto:

      Infatti poi si prendono le conseguenze. Comunque è assurdo che non trovando giovani non prendano in considerazione altre persone. Il motivo è che vogliono i giovani perchè secondo loro negli ambienti di vendita sono migliori perchè i clienti li dovrebbero ritenere più gradevoli eppure spesso i clienti si lamentano invece che questi giovani non vengono preparati e quando i clienti chiedono qualcosa rimangono delusi.
      Dunque le aziende invece di assumere solo giovani dovrebbero anche assumere gente adulta che ha esperienza e può anche insegnare ai giovani e aiutarli. E invece purtroppo non succede questo. Piuttosto chiudono le aziende per mancanza di personale.

  5. gaialor95 ha detto:

    Con tutto il rispetto, mi sembra una visione un po’ limitata. Sicuramente ci sono giovani che non hanno voglia di lavorare la domenica, è vero, ma ce ne sono tanti che non ai tirerebbero indietro a cui vengono proposti contratti da fame. Io stessa ho un contratto CO. CO. CO., per il quale lavoro tutti i giorni, senza giorni di riposo, ferie o permessi. Se non vado al lavoro non mi pagano, punto. Ho lavorato a Natale, Pasqua, Pasquetta, 1 maggio e 2 giugno, senza tirarmi indietro. Io lo faccio perché lavoro circa 4 ore al giorno, ho studiato fino a qualche giorno fa (mi sono appena laureata) e ho comunque una famiglia alle spalle che mi mantiene, ma capisco che tanti non accettino, che vogliano un lavoro più stabile. Quindi no, la realtà è un po’ più ampia.

    • amleta ha detto:

      Non so in che zona tu vivi. Io sono nel Nord est e qui i giovani non vogliono lavorare di sabato. Non ho parlato di domenica e di festività, ho parlato solo del sabato.
      E non sto parlando agenzie interinali ma di assunzioni dirette da parte delle aziende. Contratti che vanno da 800 euro per un part time a 1200 per un full time e i giovani rifiutano perchè il sabato non vogliono lavorare e lo dicono chiaramente che vogliono andare in disco o che vanno al pub a bere.
      So che ci sono aziende che assumono col contratto Co.Co.Co ma qui non conosco nessuno con questo tipo di contratto. Se proprio non vogliono pagare giusto allora assumono immigrati ( tipo per la vendemmia). Qui ci sono molte offerte di lavoro in vari posti e varie aziende cercano ma non trovano giovani. La mia critica nel post non era per i giovani ma per le aziende che limitano la ricerca solo ai giovani ed escludono tutti gli altri.

      • gaialor95 ha detto:

        Sono del centro, ma so che la mia situazione si applica anche a molti altri giovani collocati in tutta Italia. Concordo sul fatto che le aziende sbaglino a non considerare lavoratori più grandi, ma non ho apprezzato la generalizzazione sui giovani. Le aziende che dici tu per sfortuna sono poche rispetto alla maggioranza di quelli che propongono contratti da fame.

      • amleta ha detto:

        Al Sud, da dove vengo io, i contratti neanche esistono. Quindi posso dirti che conosco bene una certa situazione. Infatti noi stiamo qui per il lavoro. Dunque io manderei questi giovani a vivere un anno e lavorare gratis al sud dove non esistono contratti e diritti. Ma qui molti giovani hanno appunto la famiglia alle spalle e genitori che li viziano e non li responsabilizzano. Qui la maggior parte sono così ed io racconto quello che vedo e che vivo qui. Poi ho anche sentito di altri posti dove non trovano giovani, per esempio per lavorare nei panifici e fare il pane non ne trovano, perchè? Ne hanno parlato anche in tv. Ci sono giovani che si spaccano la schiena, questo lo so, ma forse sono una minima parte. Se guardi i social vedi ragazzi e ragazze che lavorano? Guarda un pò in giro.
        Mi spiace che hai un contratto di questo tipo, puoi provare a mandare il tuo cv qui da queste parti, sicuramente avresti più chance.

      • gaialor95 ha detto:

        Non mi baso sui social, ma sui tanti miei coetanei che conosco, vedo quali difficoltà hanno a trovare lavoro 🙂
        Per quanto mi riguarda, ora ho l’esame di stato come assistente sociale che mi aspetta, dopo valuterò tutte le possibilità per il lavoro. Grazie mille, comunque.

      • amleta ha detto:

        Io mi baso su tutte le conoscenze che ho, su persone che cercano lavoro o che lavorano, giovani e non, sia del sud che del nord, sugli sfoghi sui social, o dal vivo, in vari settori lavorativi ( compreso il mio), su tante notizie nei mass media o notizie che sento in zona. In bocca al lupo per l’esame 😉

      • almerighi ha detto:

        i co.co.co. sono stati aboliti

      • amleta ha detto:

        Vallo a dire alla signorina 😊
        A volte si fanno contratti di collaborazione oppure ti fanno aprire la partita iva.
        Una scorciatoia è anche la consulenza.

      • almerighi ha detto:

        le scorciatoie possono essere tante, bisogna vedere se, come, e quanto reggono

  6. francimakeup ha detto:

    È uno dei motivi ma ce ne sono anche tanti altri come ad esempio la pressione fiscale. In bocca al lupo per la tua ricerca non arrenderti e buona giornata

  7. The Butcher ha detto:

    A volte penso veramente che per la nostra società i giovani siano quasi un male. Io che sono giovane ho molta paura per il mio futuro perché non vedo grandi opportunità di lavoro al momento (soprattutto un tirocinante come me che ha poca esperienza lavorativa, ma se non mi fate lavorare dove l’accumolo l’esperienza?).

  8. almerighi ha detto:

    le aziende chiudono perché la concorrenza sleale, specie da parte di aziende che sfruttano giovani pagandolo pochissimo e malissimo, e leggi fatte col culo, le costringono a chiudere: in Italia il lavoro c’è, ma non lo si vuole retribuire adeguatamente, come invece prevede la Costituzione

    • amleta ha detto:

      Io credo che 800 o 1200 euro per un giovane che vive in famiglia siano più che buoni. Ma parlo della mia zona. Al Sud quando ti pagano queste cifre poi ne devi tornare la metà. Forse questi giovani non sanno cosa siano le difficoltà economiche, forse vengono da famiglie in cui son sempre riusciti a pagare le bollette e hanno avuto sempre il frigo pieno. Forse se vivessero da soli o avessero alle spalle una famiglia allora piangerebbero di gioia per un contratto ” a tempo indeterminato” di questo tipo.

      • almerighi ha detto:

        non capisco perché si debba colpire così nel mucchio: non tutti i giovani sono così, soprattutto sono sempre meno, il lavoro e la retribuzione dello stesso sono questione di civiltà e senso dello stato, cosa che al Sud, purtroppo esiste meno, perché volutamente il Nord, dopo il 1860, ha fatto sì che succedesse

      • amleta ha detto:

        Ma colpire chi? Io dico solo la mia opinione data da quello che vivo ogni giorno e dalle cose che mi raccontano le persone che conosco.
        Si può non essere d’accordo, come te, e puoi benissimo dirlo qui e anche scriverci un post sul tuo blog.
        Non ho pubblicato statistiche qui, ho solo dato il mio pensiero in base a quello che vedo ogni giorno nel mondo in cui vivo adesso e in quello in cui ho vissuto prima.
        Non posso mettere filmati o registrazione delle persone coinvolte per questione di privacy.

      • almerighi ha detto:

        il tuo articolo mi ha ricordato la madama fornero, quando disse che “i giovani sono così choosy”

        https://www.huffingtonpost.it/2013/10/09/choosy-bamboccioni-sfigati-inoccupabili_n_4069618.html

      • amleta ha detto:

        Paragonarmi alla Fornero lo trovo poco carino. Dubito che la Fornero abbia mai messo piede in aziende italiane e straniere, anche di una certa importanza. Mi pare che tu possa fare di meglio che paragonarmi a simili persone. Ho ripetuto più volte che il mio post è nato da esperienze personali e non teorie ipotetiche. Dunque per piacere risparmiami altri confronti poco gentili.

      • almerighi ha detto:

        ma scusa, dove hai letto che ti ho paragonato alla Fornero?

      • amleta ha detto:

        “Il tuo articolo mi ha ricordato la madama fornero”…sono tue queste parole, guarda sopra nei commenti. Le hai scritte di notte mentre eri sonnambulo e non ti ricordi più? 🤔

      • almerighi ha detto:

        appunto: “il tuo articolo” mica te!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.