RITORNO ALL’OVALE

guardian_of_chaos_by_arsfeb-d6t3jib.jpg

Ho le mani crude

Ho grattato lune rosse

Ho preso cuori e anime alla morte

Ho tenuto sermoni alle foglie secche,

marcendo dentro pareti di cemento.

Ma il risveglio invernale mi rende

antimateriale.

Attraverso i muri della mente posso sentire le radici del mare crescere nel mio corpo.

Sono stato avvinghiato a mille sentieri ma uno solo era quello giusto.

Era tutto rosso ed era il mio sangue.

Mi sono sacrificato per riavermi.

Per riappartenermi.

Ho tranciato fulmini per elettrizzarmi e diventare minimo.

So che vi è difficile capire il mio cammino sanguinario ma dentro le mie cellule arde ancora un amore per la battaglia.

E dunque seduto con me stesso mi devo eviscerare questo tentacolare desiderio dal cuore.

Poichè la battaglia mi toglieva le forze ma la vita mi toglie il respiro.

( Copyright della poesia di Amleta Bloom)

 

 

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in STORIE ALIENE. Contrassegna il permalink.

12 risposte a RITORNO ALL’OVALE

  1. almerighi ha detto:

    ovale inteso come volto, quindi come identità?

    • amleta ha detto:

      Ho fatto una distorsione della famosa frase ” ritorno all’ovile” ma intendendo anche un ovale ricavato da un cerchio primordiale allargato, in cui l’essere umano possa trovare un altro aspetto di se stesso che lo riallaccia al lontanissimo passato e lo salva da ogni esitazione o confusione.

    • amleta ha detto:

      Anche la tua interpretazione personale può andar bene. Da un volto frammentato di un uomo sofferente si può passare ad un volto ovale, con una trasformazione che include indieme forma esterna ed essenza interna. Un ovale antico che può sempre fare da archetipo per chi ha perso se stesso nel cubismo del dolore umano.

  2. fedealb ha detto:

    Pensavo avrebbe parlato di rugby 😅

    • amleta ha detto:

      Non conosco tabto bene le regole del rugby altrimenti avrei potuto prenderlo ad esempio. Ma il tuo paragone è molto originale 😊

      • fedealb ha detto:

        Guarda, non so se sia possibile conoscerne bene le regole: ci ho giocato cinque anni e ho capito solo quelle del mio ruolo

        e forse neanche tutte 😅

      • amleta ha detto:

        Ma come? No dai non dire cosi. Io mi ricordo che avevano preso a mandare delle partite in tv di rugby ma dopo è scomparso tutto. Il calcio l’ha sempre vinta 🙁

      • fedealb ha detto:

        Gioco britannico: molto, mooolto articolato.
        Trasmettono regolarmente Sei Nazioni e Mondiali 🙂

      • amleta ha detto:

        Io credo che sarebbe bello a scuola poter conoscere tanti giochi diversi. Sperimentarne qualcuno diverso dal solito calcio o basket o atletica. Non so come mai non abbiano ampliato questa materia di educazione fisica in “educazione allo sport”. In fondo se i ragazzini non sanno quanti sport esistono come fanno a sceglierne uno? Si lamentano tanto per il fatto che i giovani ormai sanno solo usare le dita per il joystick ma poi non forniscono delle valide alternative al videogioco.

      • fedealb ha detto:

        Molto vero! 🙂

      • fedealb ha detto:

        (Gioco molto poetico, davvero)

  3. Mi sembri un guerriero che crede in sé stesso, che crede nel sacrificio per combattere per stare meglio, auguro tu lo faccia in onestà di coscienza creativa perché se fai azioni in onestà di coscienza creativa la tua coscienza cresce, ti ricordo di rispettare il tuo corpo così che il tuo corpo ti ringrazia, in realtà buongiorno! ❤ … ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.