LA DIFESA NON VIOLENTA

il-mito-dello-zen

Spesso non si può tendere una mano ad un nemico. Non perchè non lo si voglia ma perchè a volte il nemico è in posizione di aggressione violenta. Persino nei film ti mostrano che ad un certo punto anche il monaco più zen sfodera la sua forza. Questo perchè a volte un nemico non si può fermare solo con le parole. Infatti tempo fa io scrissi proprio un post sull’efficacia delle parole come azioni. Personalmente mi è capitato di rispondere con gentilezza alle aggressioni ma questo non ha sortito l’effetto voluto. Il motivo è che se l’altra persona sta in assetto interiore di guerra non sente, non ascolta e non percepisce alcun amore. Se siamo attaccati abbiamo diritto di difenderci o no? La difesa è alla base di tutte le arti marziali e questo perchè le parole non bastano a fermare qualcuno cge ti vuol far male.
Fermare un sistema che ci avvelena, ci sta distruggendo e ci sta portando via la ragione è un nostro diritto? Come si fa? In questo caso la difesa deve essere pure subdola e nascosta per evitare che il sistema elimini gli individui disturbanti per il suo progetto.
Dunque sfoderiamo tutte le nostre armi per un adattamento fasullo per poi arrivare al ciore del sistema e sviscerarlo distruggendo un nucleo che ci danneggia in ogni modo.
Dunque seduti sulla riva del fiume attendiamo che gli argini si sgretolino da soli perchè noi non abbiamo dato il nostro apporto a loro. Non abbiamo fatto nulla per cementarli. Così se non approviamo questo tipo di società allora cerchiamo di fare delle scelte che la sgretolino e non che la rinsaldino.

( Copyright del post di Amleta Bloom)

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in THE RESISTANCE e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a LA DIFESA NON VIOLENTA

  1. Daniela ha detto:

    “Così se non approviamo questo tipo di società allora cerchiamo di fare delle scelte che la sgretolino e non che la rinsaldino.” c’è molta saggezza in queste parole, è inutile continuare a rattoppare piccoli strappi ai bordi quando al centro c’è uno squarcio.

  2. Guarda Amleta, non sono ‘nuovo’ a questo tema, la mia tesi di laurea è intitolata ‘Filosofia pratica della non violenza – Una ricerca su Giuliano Pontara’ [nel blog ne ho pubblicati alcuni articoli a riguardo]. Pontara è tra i massimi esperti del pensiero di Gandhi e della non violenza in Italia e a livello internazionale. In questa tesi tento, tra l’altro, una coniugazione insolita, quella tra non violenza e utilitarismo. Il discorso sul tentare di cambiare la società è complicatissimo, ognuno dovrebbe dare il suo apporto secondo le proprie possibilità, a mio parere, in un continuo altalenarsi tra azione e a passività per recuperare energia, contrasto e ritirata, conflitto con l’esterno e parziale adeguamento e accondiscendenza…

  3. Anghessa ha detto:

    “”Il Nemico “!!è aggressivo per antonomasia (pure Brutto e Cattivo),ma….è proprio con -il Nemico -con cui ci si deve confrontare (con l’intelligenza….e le armi).

  4. Non dico niente, non giudico e dico anche che non è il mio ambito lavorativo, auguro buon lavoro in onestá di coscienza ed Armonia creativa con le Libere Vita, Natura, Morte e Meritocrazia reale, buongiorno, buon lavoro! 💖 … 💖

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.