QUELLO CHE FAI TI RITORNA INDIETRO

Butterfly-Dream-Boat-Wooden-Jigsaw-Puzzle

Ci sono persone che fanno soffrire e non si accorgono di far del male. Persone che non hanno la percezione dello stato emotivo dell’altro. Queste persone hanno un ego molto sviluppato e non sanno come ridefinirlo riducendo il loro egoismo distruttivo verso se stessi e verso gli altri.
Il primo modo per capire che si ha a che fare con un ego immenso è chiedersi: ” quante cose so io dell’altro? Lo conosco veramente? Lo ascolto sempre o piuttosto sto sempre concentrato sui miei pensieri e desideri?
Viviamo in un mondo pieno di egoismo e questo perchè la maggior parte delle persone pensa solo ai propri desideri.
Quando si guarda alle discipline orientali ci si chiede come mai ci siano così tanti rituali umilianti come quello di servire cibo agli altri, rimanere in disparte e in silenzio per molte ore, dimenticare la propria vita privata per concentrarsi sui mantra ecc…Ma chi ha sperimentato queste discipline sa bene che tutto questo è volto a rimpicciolire l’ego e a far si che le persone si prendano cura degli altri.

Viviamo in una società in cui le persone fanno di tutto per truffare e usare gli altri. Nella cultura occidentale si sta consolidando un modo di vivere alle spalle altrui che è veramente indegno degli esseri umani che si considerano evoluti.

La legge del più forte? No, la legge del più idiota. Perché di questo passo la società è destinata alla distruzione totale e non ad una evoluzione positiva. Ma di questo molte persone non sono consapevoli. Così come non sono consapevoli del fatto che se fanno qualcosa di male agli altri prima o poi anche a loro succederà qualcosa di negativo.

Molte persone si credono intoccabili, infallibili e molto molto intelligenti. Non hanno fatto i conti con le energie che seguono una legge diversa e regole diverse.

Lo sanno bene gli orientali e per questo motivo cercano di servire gli altri e non di fare buona azioni. Non è questione di karma. Non è questione di magia. E’ questione di sopravvivenza.

Ricordate sempre che chi avete colpito un giorno potrebbe essere la vostra unica salvezza. Quindi comportatevi in modo corretto con tutti. Non fatelo per una questione etica o religiosa, ma per un motivo umano e furbo anche. Se siete furbi saprete bene che un giorno potreste essere voi a trovarvi in una posizione non proprio ottima e non si sa mai chi vi potreste trovare davanti.

Meditate gente. Meditate.

( Copyright del post di Amleta Bloom)

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in THE RESISTANCE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a QUELLO CHE FAI TI RITORNA INDIETRO

  1. silviacavalieri ha detto:

    Imparare ad ascoltare è il primo passo…

  2. edomar ha detto:

    Bel post complimenti

  3. Pingback: QUELLO CHE FAI TI RITORNA INDIETRO — I tesori di Amleta – The sense

  4. Ehipenny ha detto:

    Bellissimo messaggio

  5. Paola Bortolani ha detto:

    Sono d’accordo, sempre meglio essere in credito

  6. Cerco di essere corretta in linea di massima, ma quando non lo sono con me, seppellisco è mai mi piegherei a chiedere aiuto a chi non ha saputo essere corretto di fronte alla mia correttezza! È ancora oggi rimprovero chi mi ha educata con dei principi che in questa società non esistono, e mi incarognisco combattendo una guerra tra me e me su quello che è bene insegnare ai miei figli e sto rischiando ( a causa del fatto che sono caratteri opposti) di insegnare loro due cose differenti x lo stesso seme!

  7. Purtroppo questo modo globalizzato e neoliberista dove cosa solo il denaro a qualsiasi costo ci ha reso tutti più egoisti, più cattivi ed incuranti delle difficoltà altrui.

  8. Buongiorno, meravigliose le tue parole che ci ricordano alcune pratiche di discipline orientali per facilitare lo “sgretolamento” dell’ego, grazie per averle scritte, per averle condivise, io non direi che si tratta davvero di furbizia, se ci si mette furbizia, non funziona bene, io mi sono iniziato da solo ma poi ho anche letto qualcosa di orientale, l’ascolto è stato per me il motivo e per iniziare ad ascoltare davvero bisogna “auto-annullarsi”, “passivarsi” e finalmente, dopo molto ascolto, arriva la realizzazione mentale che è solo l’inizio del Paradiso, è solo un “traguardo”, poi si prosegue ma abbiamo la mente realizzata che ci aiuterà a guarirci ogni malattia a partire dalla nostra mente realizzata, attualmente per me la situazione è molto diversa, la mia voce per delle persone potrebbe essere troppo forte, la mia mente è disturbatissima, la mia vita è molto più difficile in questo viaggio ma ho bellissimi ricordi della realizzazione umile della mia mente, buongiorno! 🙂 … 🙂

    P.S. Stiamo svegli, è un viaggio da farsi naturalmente, grazie alla viva voce, i prodotti diciamo “cosmetici” per la mente sono in realtà droghe e non funzionano 😦 … 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.