APPELLO PER GLI PSICOLOGI

psychologist-illustration-vector

Questa situazione sta diventando pesante. Molta gente sta sclerando perché 3 settimane dentro casa sono già troppe e ci aspettano ancora altre 2 settimane minimo per poter uscire un po’. Hanno detto dopo Pasqua ma in questa situazione già per molta gente è arrivata al limite. Come fare? Nessuno ha pensato al supporto psicologico che è necessario in questi casi?

Perchè gli psicologi non creano un sito dove poter parlare in chat e avere un supporto per poter superare certi momenti di sconforto o solitudine? Ci sono persone che vivono sole, che non stanno in palazzi pieni di gente. Che non possono cantare cogli altri dai balconi o che non possono parlare con i vicini di casa.

Questa idea perchè non vi è venuta? Mi rivolgo a chi pratica professioni di aiuto per gli altri, psicologi, counselor, lifecoach,…perché non avete fatto qualcosa per aiutare chi sta male e si trova lontano dalla famiglia oppure è dovuto restare a distanza per la sicurezza e adesso non sa come superare certi momenti di sconforto?

Fate un sito o un chat o una app, ci sono persone che non sanno con chi parlare, non sanno come resistere, e magari poi per disperazione se ne vanno in giro.

La psicologia dovrebbe servire a tutti coloro che hanno bisogno di supporto e che in questo momento non sanno a chi rivolgersi e specialmente non possono pagarsi delle sedute perchè hanno perso lavoro e tutto.

Quindi come si può aiutare queste persone? Nessuno psicologo ha pensato a questo? Quando avvengono terremoti di solito si ha un supporto psicologico. Ebbene questa situazione non è da meno di una catastrofe. Creare dei siti dove le persone possano avere un aiuto è necessario e bisognerebbe far dei siti dove ricevere consigli su come sopportare questa vita da reclusi in casa, che non è sicuramente piacevole per nessuno. Ma per molti che hanno anche disturbi psicologici diventa ancora più pesante.

Nessuna rete televisiva ha informato riguardo questi servizi di supporto. La gente non sa come sbattersi e non sa a chi rivolgersi. Non sono stati pubblicizzati neanche su internet, nè su alcuna piattaforma famosa o in siti conosciuti. Inoltre molti psicologi fanno già supporto psicologico ai dottori, ai pazienti ma non alle persone che sono a casa e che stanno avvertendo i primi disagi interiori dopo una prolungata solitudine a casa.

 

 

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Amo la Primavera, i boschi, i passeri, i fiori, il mare, la montagna, gli aerei, le navi, le piante, gli alberi, l'arte, cani e gatti e tutti gli animali. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in GENTE E GENTE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a APPELLO PER GLI PSICOLOGI

  1. Evaporata ha detto:

    Sui social ho visto psicologi offrire aiuto gratuito.

    • amleta ha detto:

      E chi non sta sui social? Io vivo in un paese in cui il buon 80% sono persone anziane e non sanno usare internet e manco ce l’hanno. Nessuno pensa a loro. In tv non s’è visto nessuno e loro guardano solo la tv. Io per esempio non sto sui social, anche se uso internet, e magari c’è altra gente che non sta sui social. Nessuno ha pensato a queste persone. Hanno portato le mascherine ok, ma nessun foglio con numeri di telefono per aiuto o supporto psicologico.

  2. sunusaix ha detto:

    Usciremo impazziti🙏

    • amleta ha detto:

      Bè su internet ci sono molti video su come rilassarsi, video su come fare meditazione, pregare o tecniche di rilassamento. Quindi delle risorse si hanno. Io dico per esempio alle persone religiose che possono pregare e approfittarne per farlo anche in gruppi con le videochiamate. Oppure rilassarsi con delle musiche ambient o con i video Asmr sulla natura, il mare o la pioggia….Ci sono letture gratis su Wattpad e Incipit anche e di vario genere. Insomma le risorse non nancano. Ma vedo la mancanza di partecipazione di coloro che dovrebbero aiutare chi ha già problemi psicologici.

  3. Ci sono diversi che stanno offrendo supporto, anche noi di Orme Svelate continuiamo la nostra attività di supporto emotivo.

    • amleta ha detto:

      Io penso che così come hanno chiamato in aiuto tutti i medici, la stessa cosa dovevano fare con gli psicologi. So che ci sono alcuni che fanno supporto ma non sono abbastanza. Se continerà questa reclusione forzata ci sarà bisogno di più di qualcuno.

  4. Massy ha detto:

    Da qualche ora il presidente del consiglio Conte ha prorogato la restrizione domiciliare fino al 14 aprile cosi da evitare uscite di persone che potrebbero approffitare della Pasqua e di pasquetta per fare gite fuori porta. Ma si presume che il livello di picco massimo non è stato ancora raggiunti pertanto si profila un ulteriore proroga fino al 3 maggio. E’ tutto oramai scritto, detto, riscritto e ridettto: gli italiani devono rimanere a casa, uscire solo in caso di estrema necessità. Evitare assembramenti. Poi gli psicologi, categoria che stimo moltissimo, hanno il suo bel da fare ogni giorno per dare “conforto” psicologico a chi non ce la fa piu’.

  5. bettyrsc ha detto:

    Hai espresso perfettamente quello che è pure il mio pensiero! Non hanno pensato evidentemente a chi è rimasto completamente solo a casa.. sarebbe un’ottima idea. E soprattutto utile. 🙌🙌🙌

  6. Prabhjot Seth ha detto:

    L’ha ripubblicato su Prabhjot Sethe ha commentato:
    Really thoughtful and must be implemented.

  7. Prabhjot Seth ha detto:

    How can i be helpful? if need my help I am always there .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.