I MAESTRI NON ESISTONO

download (6)

In questi giorni in cui il mondo web è omnipresente nelle nostre vite da reclusi, c’è una polemica diffusa sulla scrittrice Michela Murgia, rea di aver parlato male del sacro esponente della musica d’elite Franco Battiato. Uno stillicidio di commenti negativi e offensivi verso questa donna che non ha fatto altro che dire la sua opinione personale su un musicista.
I fan accaniti le hanno ribattuto che Battiato è un maestro e che lei è “un niente”.
Questi fan di Battiato, che sembra conoscano la sua filosofia o parte di quella filosofia che lui mette nelle sue canzoni, hanno visto nelle parole della Murgia qualcosa di aberrante perchè coinvolge un Maestro.
Credo che questi fan non abbiano studiato molta filosofia e forse non hanno neanche chiaro il concetto di maestro.
Maestro non è nessuno, se non maestro di se stesso. Pare che essi facciano una differenza abissale non solo tra questo musicista e altri ma anche tra le persone. Chi è niente e chi è tutto.
Se fossi Battiato mi offenderei non solo per l’appellativo maestro ma anche per questa divisione assurda tra gente che solo il suo mestiere, ossia il musicista, e gente che ha tutto il diritto di criticare quella musica o quei testi, visto che pare che abbiamo ancora la libertà per farlo.
Ma secondo questi fan ci sono maestri “intoccabili” come Battiato, Battisti, Baglioni, Mina, Celentano e pochi altri.
Quindi se a me non piace uno di costoro non posso criticarli sennò faccio nascere dissenso nei loro fan?
Se qualcuno parla male della musica che ascolto io mi limito a dire ” questione di gusti”. Ma nessuno è un maestro o un mostro sacro della musica intoccabile.
La cosa peggiore è che persino giornalisti di testate musicali le hanno dato addosso come se lei avesse toccato il Padreterno. Ma dico! Battiato è un musicista e filosofo umile e schivo. I suoi fan non gli somigliano per niente e non hanno capito i messaggi delle sue canzoni.
Nessuna persona deve essere definita “un niente” perchè dentro ogni persona c’è un Tutto. Magari alcuni come Battiato lo sanno esprimere meglio e altri meno. Magari Battiato è più compreso rispetto ad altri. Ma non bisogna distruggere una persona solo perchè ha criticato un musicista. Allora non si può parlar male di nessun artista? E quelli che hanno scritto contro Celentano e il suo programma come mai non hanno fatto così rumore come la Murgia? Come mai? Dov’erano i fan di Celentano?

( Copyright del post di Amleta Bloom)

 

 

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in GENTE E GENTE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

29 risposte a I MAESTRI NON ESISTONO

  1. DanielaZac. ha detto:

    Dico una banalità. Perché è una donna? Quando vedo che le donne prendono una posizione, anche politica, vengono subito aggredite. In maniera esagerata.

    • amleta ha detto:

      Sì, infatti anche questo è vero. Se fosse stato un uomo credo che i fan sarebbero stati meno crudeli. E comunque alcuni si sono persino presi la briga di dire che la Murgia è brutta e pensa solo cose negative di tutti. Come se Battiato fosse Mister Italia 😆

  2. Demonio ha detto:

    La solita polemica inutile e pretestuosa! Alla Murgia non piace Battiato? Bene, che problema c’è?! Ste crociate le trovo davvero ridicole e senza senso.

  3. Non andava criticata perché ha argomentato con intelligenza le sue tesi.
    Poi ognuno la pensa come vuole.

  4. Allora; partiamo dal presupposto che Franco Battiato non è un filosofo. Non è maestro. È di una ignoranza spaventosa, e ha delle lacune umane enormi. Purtroppo le persone rimuovono fatti e memorie, ma io ricordo benissimo le interviste fatte sulla mitica Videomusic, negli anni Ottanta, ricordo la spocchia di questo personaggio, che io oltretutto seguivo e ascoltavo, soprattutto nel periodo, cosiddetto, “sperimentale”. In quel periodo Battiato si propose com’è compositore in Germania, nello studio di Karlheinz Stockhausen, con scarsi risultati. Non a caso il disappunto con la musica “contemporanea” espresso sul disco Patriots del 1980. Questi sono alcuni fatti, ma c’è ne sono altri.

    • amleta ha detto:

      Racconta pure, almeno conosciamo i dettagli veri di questa carriera musicale. O suoi testi all’inizio non erano così filosofici ma piuttosto rivoluzionari. Poi quando lui ebbe una relazione, che nessuno ha chiamato relazione, con Sgalambro ( non sono pochi i musicisti e le musiciste catanesi di cui si nasconde la natura gay e le loro relazioni, Carmen Consoli compresa) allora divenne più ermetico e filosofico. Ma io lessi che i nuovi testi erano frutto della collaborazione appunto con Sgalambro. Non so se nei suoi dischi è specificato. Io avevo solo i primi cd e le prime canzoni e non quelli più recenti, in cui appunto non riconosco la verve rivoluzionaria iniziale.

      • Omosessualità repressa, la stessa che poi ha dato il via ad una miriade di testi misogini; “Com’è difficile restare padri mentre i figli crescono e le mamme imbiancano…”
        In questo testo si percepisce la natura del maschilismo tipico dell’estremo Sud. Insomma, come direbbe un caro amico senegalese: “NO BUONO, NO BUONO”…

  5. Massy ha detto:

    A nessuno può piacere e deve piacere per forza Battiato che ha un repertorio di grande classe e di fortissima comunicazione sociale e spirituale. Attenzione! Non lo sto classificando un maestro tantomeno un professore… solo Franco Battiato per com’è e per cosa rappresenta come artista.

    • amleta ha detto:

      Molti di Battiato conoscono soltanto “la cura” e basta. Così come di altri musicisti conoscono solo la hit finita in classifica. Nessuno è obbligato ad ascoltarlo così come nessuno è obbligato ad ascoltare altri musicisti. Ognuno sceglie la sua playlist e c’è libertà per tutti.

  6. fracatz ha detto:

    Il Maestro è solo una finestra. Il Maestro si affaccia semplicemente su Dio, proprio come la finestra si affaccia sul cielo etc etc

  7. Non possiamo portare ad esempio universale ciò che riteniamo (nel singolo) un ideale soggettivo. Direi che il mio maestro è Tenzin Gyatso… ma per altri potrebbe essere qualsiasi creatura che ha calpestato le polveri di questo mondo.
    Lasciamo ad ognuno la libertà di scelta incondizionata.
    Sono momenti molto tristi dove l’introspezione ed il silenzio sono pratiche preziose.
    Serene festività cristiane, e pace… che di questa ne abbiamo bisogno!

    • amleta ha detto:

      Il mio blog è un blog personale e non una testata giornalistica e quindi io scrivo le mie considerazioni personali, poi ognuno può essere d’accordo oppure no. Visto che siamo in tema di festa religiosa posso dire che anche Gesù veniva chiamato “Rabbi” ( maestro) ma non fu mai lui a chiedere agli altri di definirlo tale, se ricordo bene.
      Grazie degli auguri e Buona festa e pace anche a te 😊

      • Non volevo offendere, ma penso tu non abbia compreso il mio commento. Mi dispiace.

      • amleta ha detto:

        Ma io non mi sono affatto offesa. Ho solo spiegato che il mio punto di vista non è generale ma sempre personale. Io non scrivo lezioni di vita e neanche ne faccio. Non sono una persona che si offende per dei post. Nella vita considero più importanti altre cose. Quindi tranquilla, ti ho risposto perchè magari chi non mi conosce bene ha diritto a sapere che qui scrivo solo mie opinioni. Se tu hai un maestro e stai bene in questo modo sono contenta per te. Io in passato ho spiegato che non credo in tante parole create dagli esseri umani. Parole come maestro, libertà, felicità, Bene, male ecc…Questo è solo il mio pensiero. Ognuno è libero di credere a ciò che vuole. Se certe volte mi permetto di dare certi consigli, agli utenti che leggono il blog, magari per liberarsi da certi condizionamenti, è solo a fin di bene.

  8. Mi dispiace, sono anni che non ascolto la musica, le canzoni per cui adesso non riesco a realizzare l’armonia artistica tra parole e musica e capisco solo la lingua italiana per cui le canzoni in altre lingue non riesco a viverle nell’unica “onda” diciamo, di armonia creativa tra parole e musica;
    in riferimento all’artista di cui state discutendo, non saprei se la sua caratteristica si sia fermata oppure potrebbe essere ripresa in sua crescita coscienziale e se lui potesse proseguire il suo viaggio di crescita con note, rime, parole inedite in sua creazione che potrebbe proseguire 🙂
    Nei confronti della parola “Maestro” possiamo dire che nei nostri viaggi esistenziali possiamo incontrare, a prescindere dalla parentela, padri, madri, sorelle, fratelli, figli nel significato della loro realtà in relazione alla nostra realtà nell’attimo della conversazione creativa per cui direi che sarebbe meglio, ad esempio, dire di significato di paternità reale piuttosto che la parola “Maestro” 🙂

    Auguro in realtá buongiorno, buon lavoro e Meritocrazia reale Sempre, Ovunque, Comunque, Perché ci Crediamo attimo dopo giorno dopo anno! 💖 … 💖

  9. Fritz Gemini ha detto:

    Premetto, sono un fan di Battiato. Ciò nonostante credo che lo si possa criticare. Sinceramente e’ difficile poter fare delle critiche nel mondo dei media attuali, verso cantanti, attori, artisti di successo. A me è dispiaciuto di questa levata di scudi. Credo che il mondo dei social polarizzi molto, riducendo le argomentazioni all’osso ed ha un me contro te a priori. C’e’ da dire che anche la Murgia ha argomentato poco. Anche lei ha usato in maniera intelligente ma capziosa il social, calcando la mano (non so se è stata una cosa inconscia o voluta, cmq era liberissima di dire quelle cose e ci mancherebbe altro). A me è capitato con un altro artista “santone” di cui non faccio nome, far osservare che forse i suoi testi non erano la quintessenza dell’esistenzialismo del novecento. Fui costretto a rimuovere il commento, tante furono le invettive (per non dire altro). Buona giornata. Fritz

    • amleta ha detto:

      Ci sono canali su Youtube che sono molto dissacranti per tanti personaggi famosi. Tanta gente che fa video orribili su molti personaggi famosi. Il canale della Murgia è stato impostato in modo ironico e quindi chi lo guarda capisce il tono. Ma ovviamente i fan di Battiato han puntato il dito solo sulla Murgia. Io credo che si debba avere la libertà di poter criticare chiunque. Poi su Youtube ognuno fa quello che gli pare e se si superano certi limiti c’è una censura molto rigida ( almeno in alcuni casi). Poi son tutti aggressivi e offensivi dietro lo schermo mentre nella realtà se avessero la Murgia davanti starebbero muti. Internet è una bella barriera quando si attacca qualcuno in anonimato. La Murgia ci ha messo la faccia. Loro no. Nessuno di loro ha replicato con un video in cui a viso scoperto parla di Battiato e dei suoi testi. Dunque? Semplici conigli travestiti da lupi.

  10. Fritz Gemini ha detto:

    E’ proprio questa una delle caratteristiche che non mi piace del mondo dei social media: nascondersi dietro l’anonimato. Onestamente i video di YouTube “contro” personaggi famosi, non li ho mai visti, ne ho intenzione di vederli. Io ho chiuso persino Twitter, un social media abbastanza inutile che si è ridotto a: il personaggio famoso scrive. I non famosi o lo attaccano o lo osannano. Dopodiché ci sono personaggi che usano i media in modo piu’ intelligente, credo che sia il caso della Murgia, avendo un canale proprio, che usa con ironia, e con una certa sagacia (lo desumo dal tuo commento, dato che non la seguo). Libera di dire quello che pensa lo ripeto. Purtroppo lei non e’ la sola o il solo, che con le sue critiche, per quanto eleganti, si attira le invettive dei fan di chi critica. I social media sono un gioco di questo tipo per un buon 60/70%. Polarizzanti. Certo Che ci sono coloro che li usano bene, facendo tendenza e cercando di arrivare ad audience abbastanza corpose, ma spesso riducendo i ragionamenti e le discussioni a frasi ad effetto, iperboli funamboliche, battute salaci, paralleli bucolici. Non faccio nomi, ma di casi di questo tipo in Italia ce n’è’ una buona decina (fuori dalla politica.. altrimenti apriamo un vaso di Pandora). Ripeto, la battuta della Murgia era legittima, schietta, ed anche molto divertente. Non si può però pretendere in questo “mezzo” che le reazioni poi siano le argomentazioni di Umberto Eco o pagine di critica letteraria alla Alberto Arbasino.

  11. sunusaix ha detto:

    Perché la cattiveria della gente non finisce mai. Non si rispetta mai un’opinione diversa! Ognuno è maestro nella propria vita perché ognuno sa fare quello per cui è portato.

  12. il barman del club ha detto:

    Io penso che la Murgia alla fine sia riuscita a ottenere quello che voleva, perché sa di smuovere gli animi degli “irriducibili” legati a un proprio idolo con una sorta di legame di sangue. E il punto è proprio questo: perché queste persone si accaniscono con tanto fervore (per non dire ignoranza) contro una parte opposta senza capire la finezza. Una discussione dev’essere condotta in maniera intelligente, come appunto ha fatto l’altra donna (in questo momento mi sfugge il nome) nel cercare di spiegare le motivazioni della musica del cantautore in questione. Così facendo inizia un colloquio dove ognuno rimane sulle proprie convinzioni, ma nello stesso tempo si apre per capire le ragioni o no di un dissenso. Bennato diceva: “sono solo canzonette”, e non solo, perché nell’altro pezzo intitolato “cantautore” ironizzava proprio sulla deificazione di un artista. Spesso si esagera sia da una parte e sia dall’altra, in fondo, la bravura di un musicista si vede proprio nell’unione del testo con la melodia e bisogna distinguere colui che le usa solo come un mezzo, da quell’altro che invece vuole lasciare un messaggio. Sono sempre due cose diverse. E Battiato sta nel mezzo. Personalmente non mi piace ma non me ne faccio un problema: ascolto altro, e la Murgia ha solamente divagato sulle sue convinzioni rispettabilissime, il resto lo lasciamo al vento. Andreotti diceva che la cacca va lasciata così com’è perché secca da sola e poi non se ne cura più nessuno. Rimangono invece coloro che fanno davvero cultura o letteratura. Di parolacce ne sentiamo tante e rimarranno sempre da sole…

  13. Enri1968 ha detto:

    Mah, alla fine credo che alla Murgia gli sia uscita male questa frase. Personalmente mi è dispiaciuto perché amo F.Battiato e mi piace molto Michela Murgia, ho un bel ricordo di un suo libro: Viaggio in Sardegna. Sicuramente lei sta “sfruttando” il suo momento mediatico e la sua uscita ha fatto scalpore, presto sarà dimenticata, senza togliere nulla a Battiato e penso anche a lei.

    • amleta ha detto:

      Intanto appartengono a due ambienti diversi, uno musicale e l’altro letterario. Poi la Murgia parla, si fa vedere, risponde ai fan e non si è mai messa su un piedistallo. Cosa che Battiato ha fatto, pur involontariamente. Il fatto stesso che lei in questi giorni stia lì a fare dialogo a me piace di più del filosofo Franco chiuso nella sua caverna e sempre lontano dal volgo. E questo è strano perchè gli isolani in genere sono molto loquaci e sanno stare vicino alla gente ma Franco, avendo fatto già abbastanza soldi, può atteggiarsi a dio in terea, cosa che la “povera” Michela non può fare e quindi, anche se molta musica di Battiato è bella poi la gente vede chi ci mette la faccia e non chi sta nascosto in mezzo ai suoi soldoni. 😆

      • Enri1968 ha detto:

        Beh, non è proprio così, F.Battiato non sta bene da un pò di tempo, almeno così ho letto. Quando fu nominato assessore alla cultura della regione Sicilia non risparmiò critiche, al tempo aveva ancora i “soldoni” e mi chiesi spesso perché andare ad impelagarsi nella politica della sua Sicilia.
        Poi la Murgia usa dei nuovo mezzi di comunicazione per carità fa bene, nessuno glielo vieta.

      • amleta ha detto:

        Battiato non è stato mai “socievole” e lo conosco da moltissimi anni e ho avuto amici di Catania che lo frequentavano. Quindi non è che non si fa vedere da adesso ma da sempre. È stato sempre poco in contatto sia coi fan che con gli altri. Anche altri musicisti son come lui, per esempio De Gregori ha pure questo carattere. A volte si concentrano molto sulla musica e gli altri quasi non esistono eppure son coloro che poi quella musica la comprano.

  14. Enri1968 ha detto:

    Sai, sono scelte personali, fra l’altro stiamo parlando di un musicista che ha percorso tanti tipi di musica e di stili. Non giudico se è una impostazione giusta il relazionarsi con il proprio pubblico, c’è chi lo fa e chi non. Personalmente “guardo” alla musica e cerco di non farmi distrarre dalle vicende personali o da come interagisce un musicista con il proprio pubblico. Ne ho di esempi di “antipatici” verso i fan…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.