GLI UOMINI CHE DISTRUGGONO IL MONDO

uomini-piu-potenti-del-mondo

Chi dirige le case di produzione?

Chi dirige le case discografiche?

Chi dirige le grandi testate editoriali?

Uomini.

Chi dirige le grandi multinazionali?

Chi dirige i governi delle nazioni?

Chi dirige i mercati azionari?

Uomini.

Chi dirige le aziende spaziali?

Chi dirige le aziende petroliere?

Chi dirige gli organi di spionaggio?

Uomini.

Vi state ancora chiedendo perchè il mondo va male?

Perchè tutto si sta distruggendo?

Vi chiedete perchè la vostra vita fa schifo?

Vi chiedete perchè non siete potenti come tutti loro?

Frignate? Siete depressi? Perchè non siete diventati potenti?

( Copyright del post di Amleta Bloom)

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in GENTE E GENTE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a GLI UOMINI CHE DISTRUGGONO IL MONDO

  1. zariele ha detto:

    Sono d’accordo. Con una piccola aggiunta. È almeno dagli anni ottanta – anni in cui avevo accumulato un’esperienza tale da potermelo permettere – che vado dicendo che la causa principale della persistente crisi socioeconomica mondiale consiste nella costante, inarrestabile perdita di qualità degli uomini: umana, culturale, professionale…
    E anche di quelle donne che, per competere con i maschi, non hanno trovato di meglio che replicarne pedissequamente comportamenti e cultura. Se poi a questo aggiungiamo l’affermazione dell’ anarco capitalismo e la conseguente deregulation, la frittata è fatta e servita.
    Proprio ieri, trovandomi di fronte il giovane amministratore delegato di una piccola società che aveva assunto un tono non giustificato dalla sua esperienza, non ce l’ho fatta più e gli ho detto: guardi che ho settantacinque anni e – non per merito mio, ma per il mestiere che ho fatto – ho incontrato tanti di quei direttori marketing, amministratori delegati, chairmen e presidenti che lei non riuscirà a conoscere nemmeno se dovesse vivere tre vite. Quindi, sappia che ha poco da insegnarmi…il problema di voi giovani è che pensate di sapere tutto, quando ancora non avete imparato nulla. Anche se la colpa non è tutta vostra, ma principalmente di una scuola sempre meno qualificata, e di un sistema economico che, per risparmiare , vi ha messi a gestire cose cose più grandi di voi…
    ma lei ha mai sentito parole come gavetta, tirocinio, apprendistato?

    • amleta ha detto:

      Più volte ho scritto post riguardo l’inadeguata selezione del personale che privilegia i giovani, pretendendo un’esperuenza che è impossibile aver acquisito ad una certa età, e che relega le persone davvero esperte in ruoli marginali se non destina alla disoccupazione. Purtroppo vige un sistema in cui è più importante se sei giovane e carino piuttosto che se hai una decennale esperienza. Manco dovessero far tutti i commessi d’alta moda. Poi aggiungo che molta gente che esegue la selezione del personale non sa nulla riguardo gli aspetti psicologici e professionali dei candidati. Ma la selezione la si fa per “simpatia” o per sesso e bella presenza. I disastri annunciati non vengono ascoltati soprattutto perchè chi sta a capo della catena ha ben altri pensieri, ossia chattare da mattina a sera con donnette dai profili ambigui. Ogni tentativo di consiglio viene preso per intromissione e disturbo. Dunquequando poi arrivano con l’acqua alla gola a farne le spese son sempre purtroppo i lavoratori. Chi ha il potere non sa esercitarlo in modo adeguato. Poverini, in preda al testosterone….figurati!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.