REATO ONLINE

Pag-15-in-alto-centrale-Foto-cyberbullismo-ok-680x365

Così come anni fa è stato introdotto il reato di Stalking adesso le azioni di lesione verbale su internet andrebbero punite severamente. La punizione esemplare? Non poter accedere più a nessun tipo di connessione a vita. Nessun servizio online e l’impossibilità di aprire un account da qualsiasi dispositivo proprio e altrui. Inoltre effettuare il prosciugamento del conto corrente o di qualsiasi deposito economico del soggetto abusatore. Vediamo poi se la gente si permette di insultare o minacciare online!

Pene più severe per tutti coloro che bullizzano e che offendono o aggrediscono. Vietargli di poter usare qualsiasi cell e aprure un account a vita. Ci vogliono leggi e pene severe. Vietargli di possedere o usare un cell di altri. Obbligarli a vivere per 3 anni dentro una stalla coi maiali. Poi vdiamo se gli torna la voglia di fare i bulli. Pene severe a tutti coloro che hanno comportamenti violenti online. L’Italia tratta tutti i criminali coi guanti bianchi ma dovrebbe invece buttare nel fango chi si meruta di mangiare solo merda.

( Copyright del post di Amleta Bloom)

 

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in THE RESISTANCE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a REATO ONLINE

  1. The Butcher ha detto:

    Oltre a mettere dell epene a chi pratica cyberbullismo, pena giuste perché questo problema è diventato una piaga e tante persone ne stanno soffrendo, aggiungerei anche di migliorare l’educazione soprattutto nelle scuole e di sensibilzzare i più giovani, ma anche gli adulti visto che anche buona parte di questi lo praticano, riguardo al cyberbullismo, al male che può fare e come si può fermare.

    • amleta ha detto:

      Nelle scuole anni fa si era detto di introdurre programmi per combattere il bullismo nelle scuole ( come il progetto ” smonta il bullo”) ma c’è stato un totale fsllimento e lo si vede da tutti i ragazzini che raccontano di esser stati bullizzati, in Italia e in America e nel resto del mondo. Evidentemente la scuola non ce la fa già a portare avanti certe didattiche ( anche perchè il 90% degli insegnanti che fanno tale mestiere lo fanno solo per soldi, compresi gli insegnanti di sostegno) e sono sottopagati e stressati e non aggiornati sul mondo giovanile, inoltre continua a mancare la figura dello psicologo di supporto nelle strutture scolastiche….dunque ecco alcuni dei motivi per i quali la scuola è ancora terreno di guerra. Purtroppo i genitori invece di unirsi e chiedere provvedimenti adeguati son tutti occupati a scorrere i post di facebook da mattina a sera ( anche a lavoro) a guardare video su youtube e tik tok e a cercare modi per far soldi e quindi non hanno tempo oer i problemi dei figli.

      • The Butcher ha detto:

        Il problema della nostra scuola è che è troppo ancorata al passato e non riesce a stare al passo con i tempi e a trovare soluzioni a questi problemi. In questo caso penso che bisogni ascoltare chi è stato vittima di cyberbullismo per avere una sorta di memoria riguardante quell’evento traumatico per capire come succede, perché e come contrastarlo. Ci dev’essere un maggior lavoro tra studenti e insegnanti.

  2. Buongiorno, scusino se come preambolo generalistico segnalo che in questa mia “intranet” non mi è più possibile premere il pulsante “like” nei vostri post nei vostri blog in wordpress.com.
    Così come nelle recensioni di Google.com, non mi è più praticamente concesso interagire, è una Intranet in cui in quadrante sono solo per di più mi impediscono funzioni arbitrariamente 😦

    Adesso giungo al tuo interessante topic che reputo MOLTO interessante perché, ricordando il futuro, ciò che tu chiedi, è già successo ed attualmente chi si è da sempre comportato bene in Internet, nei social networks gratuiti ha lavorato, non ha sfruttato diritti autore altrui scopo commerciale, non ha venduto prostituzione, droghe, non ha insultato (qualche veniale errore da giovani lo abbiamo fatto tutti ma lo abbiamo capito da soli con i nostri angeli-demoni consiglieri come ci si comporta su Internet), ecc. noi abbiamo ancora Internet, noi abbiamo ancora Facebook, Twitter, VKontakte, ecc. (io lavoro solo da desktop) e quello che tu chiedi è già successo per cui “tutti” usano i nostri accessi Internet per poter proseguire a parteciparvi in “anonimato”, a nostro nome, con presunzione di impunità (?!).
    Lo ribadisco, è già successo mentre io ringrazio di poter disporre di Internet infinito, meraviglioso e non limitato, mi basta fare una ricerca grazie a Google per trovare siti www anche di molta qualità culturale.

    Molti usano il mio accesso internet in sola visione però mentre scrivono nel loro vero Internet perché, lo ripeto, tutto ciò che mi hanno offerto, è una Intranet copia di un network libero e democratico, che da merito alla cultura, forse, con le mie navigazioni, lavorazioni, segnalazioni lato utente, sto contribuendo a creare Internet migliore per tutti per la mia innata propensione a non valorizzare, valutare, cercare, visionare, a segnalare ogni contenuto che non si aggrada agli Angeli.

    Proprio ieri ho scritto che potrei metter qualche parola buona per chi si trovasse da decenni nella situazione punitiva che tu auspichi, che si sia pentito in realtá, che sia cambiato, che, lo ripeto, è già successa, succede, succederà mentre moltitudini di “anonimi” maleducati proseguono a maledire Internet usando la mia identità, il mio accesso Internet via cavo tradizionale telefonico, a casa mia, con router ADSL regolarmente pagata mensilmente in bolletta e mentre sono “isolato” in una Intranet segreto militare, mentre i gestori di Microsoft, di Windows, ecc. fanno ciò che vogliono al mio povero PC.

    Buongiorno, buon lavoro, auguro Meritocrazia reale Perché ci Crediamo attimo dopo giorno dopo anno! 💙 … 💖

  3. E chi non è d’accordo con questo post…. AL ROGO!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.