PROTEGGIAMO GLI ANIMALI ( prima parte)

So che molti di voi hanno animali a casa e che pensano di fare molto già per loro e per tutti gli altri animali. Magari alcuni di voi sono anche vegetarianino vegani e credono di aver salvato molti animali dslla soffefenze o dal dolore. Ma purtroppo vi sbagliate.

Ebbene ci sono aziende che si dichiarano “cruelty free” cioè che non testano i loro prodotti sugli animali ma non vi dicono però che nei loto prodotti son contenuti sostanze animali come latte, grassi animali, olii animali, gelatina animale, acido stearico, glicerina, collagene, placenta, ambra grigia, muschio di origine animale, zibetto, castoreo, panna, siero di latte, uova, lanolina, miele, cera d’api. Lo sapevate questo? Ovviamente no. Anch’io ero sicura di comprare prodotti non testati ed ero in pace con me stessa. Ma visto che ho scoperto questa magagna da parte di certe aziende adesso devo dirvi quali prodotti contengono sostanze animali ( basandomi sul sito che ha pubblicato la lista ufficiale:

Igiene e cura della persona:

Prodotti da evitare:

Acquafresh,

Adidas,

Alviero Martini (profumi),

Atkinsons,

Axe/Apollo/Africa,

Antica Erboristieria,

AZ,

Belle Color,

Biomedic,

Biotherm,

Bausch&Lomb,

Cacharel (profumi),

Cadonett,

Calvin Klein,

Camay,

Casting,

Cerruti (profumi),

Chloè (profumi),

Chopard (profumi),

Clear

Clearasil,

Colgate,

Country Colors,

Coco monoi,

Davidoff,

Demak’up,

Denim,

Dignity,

Dimension,

Donge,

Douss-Douss,

Dove,

Drakkar Noir,

Dr. Scholl’s,

Dunhill,

Elisabeth Arden,

Elnett,

Elvive,

Excellence,

Fabergè,

Feria,

Fructis Garnier,

Fx Studio,

Gattinoni (profumi),

Gillette,

Giorgio Armani (profumi),

Giorgio Beverly Hills (profumi),

Glicemille,

Gloria Vanderbilt,

Grafic,

Guy,

Head&Schoulders,

Helena Rbubinsten,

Huggies,

Hugo boss,

Infasil,

Intervallo,

Intima di Karinzia,

Iodosan,

Isabella Rossellini’s Manifesto,

Jean Louis David,

Johnson&Johnson,

Keramine H,

Kerastase,

Kleenexe,

Klorane,

Kukident,

Lactacyd,

Lancaster,

Lancome,

La Roche Posay,

Laura Biagiotti (profumi),

Leocrema,

Lines (assorbenti adulti),

Lines Lei,

Linidor,

L’Oréal,

Lux,

Lysoform,

Macleens,

Matrix,

Max Factor,

Maybelline,

Mennen,

Mentadent,

Milton,

Movida,

Karl Lagerfeld (profumi),

Keramine H,

Kerastase,

Kukident,

Napisan,

Neutralia,

Nidra,

Noxzema,

Natura,

Neutromed,

Neutromed Deo,

Neutromed ph 3,5,

Nordic Colors Oil of Olaz,

Oral-B,

Palmolive,

Palma Ricasso (profumi),

Pampers,

Pantene,

Pepsodent,

Phas LarochePosay,

Plax,

Plenitude,

Pond’s,

Polident,

Ralph Lauren (profumi),

Recital,

Redken,

Rexona,

Rimmel,

Rochas,

Restive oil,

Saugella,

Senz’acqua Lines,

Squibb (dentifricio),

Studio Line,

Shiseido,

Scotonelle,

Strep,

Sunsilk,

Sergio tacchini (profumi),

Tampax,

Timotei,

Tempo,

Taft,

Topexan,

Ultra Dolce Garnier,

Valentino (profumi),

Veet,

Vichy,

Vidal,

Viva Wella,

Vital Colors.

Dunque quando andate a fare la spesa, lo so che vi chedo un sacrficio enorme ma e importantissimo, stampate e portayevi le liste di prodotti con voi e conttollate tutto. Cambiate abitudini e salverete molti animali.

PER PIACERE FATE GIRARE QUESTO POST NEI SOCIAL DOVE STATE. GRAZIE.

Nel prossimo post pubblicherò altri tipi di prodotti per la casa e per il bucato da evitare.

( Sitoda cui son state prese queste informazioni:

Prodotti non testati su animali: lista aggiornata al 2020

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in CONSIGLI PER GLI UTENTI e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a PROTEGGIAMO GLI ANIMALI ( prima parte)

  1. Interessante, grazie per la condivisione di queste info:)

  2. Evaporata ha detto:

    In ogni caso se c’è scritto Vegan, gli animali non devono essere coinvolti in alcun modo.

  3. coulelavie ha detto:

    1 Volevo acquistare per la mia fidanzata uno smalto per le unghie che non avesse fatto soffrire nessun animale in nessun modo e non fosse minimamente tossico. Ho girato parecchio. Non ho trovato nulla di sicuro. Forse solo una marca, ma non avendo la possibilità di vedere la composizione del prodotto, tendo a pensare che non vada bene neppure quella.
    2 Acquistare o non acquistare va bene. Ma se pensiamo di risolvere il problema solo così siamo dei folli. E’ come se Gandhi andasse dai vertici mafiosi e chiedesse loro: ve la piantate, per favore, di fare i mafiosi? Quelli gli riderebbero in faccia e forse lo ammazzerebbero. Dobbiamo fare una lotta dura senza quartiere. Mentre noi qui discutiamo tutti educati quelli ammazzano e fanno immensamente soffrire miliardi di animali ogni giorno, ogni momento!

    • amleta ha detto:

      Gandhi nella sua vita non ha mai detto “facciamo lotta dura” eppure gli inglesi continuavano a uccidere. Lui diceva di non fare nulla. Ossia nulla di tutto quello che gli indiani erano costretti a fare per gli inglesi. Dunque noi possiamo fare pure così. Se oggi tu non compri uno smalto e domani 10 persone non comprano un detersivo e dopodomani 1000 persone non comprano quel profumo e poi 1 milione di persobe non compreranno quel prodotto e altri prodotti ecco che le aziende si faranno una domanda vedendo diminuire gli acquisti. A quel punto o si adatteranno e venderanno prodotti senza sostanze animali oppure chiuderanno. Bisogna pensare che l’azione di una persona se viene fatta da altre persone diventa cambiamento. Ma bisogna farlo subito. Dunque ecco due link che possono servirti per i tuoi acquisti sicuri:

      https://www.zoecosmetics.it/it/

      https://www.ecco-verde.it/temi/vegan

      • coulelavie ha detto:

        Sì, ma con questo passo ci vorranno milioni di anni. E poi sopratutto nessuno pagherà mai per questi crimini contro gli esseri più innocenti. Io invece gliela voglio far pagare molto cara…

        Grazie per i link a cui darò presto un occhio. 😉

      • amleta ha detto:

        Non mi pare che Gandhi ci abbia messo milioni di anni. Ci vuole solo essere tutti d’accordo sullo stesso scopo. Personalmente sono contraria a certi estremisi, anche quando si tratta di natura o animsli. Perchè certi gesti estremi a cosa hanno portato, ad una soluzione definitiva? No. Quindi credo che il potere di scelta che abbiamo possa fare la differenza. Il problema semmai è far capire questo alla gente, che crede di non averne affatto.

  4. marcello comitini ha detto:

    E cosa daremo da mangiare ai nostri cani e ai nostri gatti? Dovremo farli morire di fame così non mangiano cibi prodotti dallo scarto della sofferenza di altri animali. I nostri animali domestici sono a livello mondiale un enorme esercito.

    • amleta ha detto:

      Se tu tieni ai tuoi animali domestici non gli dai scarti da mangiare ma gli compri alimenti adatti soprattutto a non rovinargli i reni. Infatti troppe proteine fanno male sia agli esseri umani che agli animali. E ricorda inoltre che molti scarti li trovi anche nei cibi per gli esseri umani, specialmente cibi pronti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.