ESSERE UN BLOGGER O UN INFLUENCER

Molti personaggi, che oggi sono osannati e che a volte si vedono in tv o citati nei tg una volta erano blogger. Purtroppo il lavoro di blogger non viene percepito come tale anche se molti di noi scrivono articoli interessanti e che fanno riflettere. Quando un blogger diventa influenfer allora tutti ad acclamare. Ma non dimentichiamo il fatto che prima di diventare Chiara Ferragni era Blondesalad e la Chiara Maci era Ioinfila. Insomma prima della fama anche loro erano comuni mortali che passavano le ore a scrivere post. Dunque perchè non ritenere il blogger una persona che s’impegna e lavora come tutti gli altri? Io personalmente uso il blog ogni tanto, e non ambisco agli allori, ma ci sono persone che postano ogni giorno e che dimostrano un talento immenso per questo mestiere. Dunque diamo a tutti il giusto valore invece di darglielo solo quando diventano ricchi. Sembra che solo i soldi rendano una professione valida. Chi vende porta a porta è considerato fallito ma gli influencer che fanno la stessa cosa solo che la fanno sul web sono considerati il top. Ma possibile che ci son sempre due pesi e due misure? Voi vi sentite valorizzati e considerati come bloggers?

( Copyright del post di Amleta Bloom)

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Amo gli animali, la natura, il mare, le montagne, le barche, gli aerei, le navi e la psicanalisi. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in GENTE E GENTE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a ESSERE UN BLOGGER O UN INFLUENCER

  1. DaliAqui ha detto:

    Un conto il valore di qualcosa, un conto quanto è vendibile.
    Non e’ giusto che un bicchiere d’acqua nel deserto abbia costi assurdi…
    giusto è una cosa la realta è un’altra. Le maschirine e i guanti dopo covid hanno aumentato il prezzo di non so quante volte (piu di 20 comunque) eppure che ti devo dire?
    Funziona cosi, in questo momento gli influencer hanno un valore di vendita, i blogger no.

    • amleta ha detto:

      Tempo fa mi scrissero per dirmi se volevo mettere la pubblicità nel mio blog, visto che ha tanti follower, e che potevo guadagnarci, ma io non ho voluto, quindi ho rifiutato di monetizzare una mia creazione. Questo significa che uun blog non monetizzano ha meno valore? Forse sì, visto che poi non si viene valutati. E comunque adesso wordpress è meno frequentata rispetto ad instagram o facebook. Quindi noi che siamo rimasti qui dentro siamo stati penalizzati da questi nuovi colossi che hanno preso l’attenzione di tutti. però io qui su wordpress trovo sempre blog con molti contenuti interessanti. Su instagram tempo fa ho fatto la prova ma erano tutte cavolate.

  2. Evaporata ha detto:

    WordPress è una piattaforma seria, dove i blogger prima di tutto esprimono idee e opinioni, scrivono, raccontano, si impegnano, negli altri social bastano immagini e conta soprattutto l’appariscenza.

  3. è successo pure a me la stessa identica cosa.– non vorrei mai essere un influencer…. poi come la ferragni… no…… la seguo poco perchè ho un’avversione per lei proprio a pelle…non è invidia… non mi piace … brava o no…. non lo so…fortunata solo ad evere un ex che ha investito soldi su soldi su di lei…..

  4. silviacavalieri ha detto:

    Secondo me il passaggio da blogger a influencer, dando per scontato che l’argomento trattato abbia un valore commerciale, dipende in buona parte della volontà di chi scrive di fare questo bel salto dal mondo delle idee alla realtà monetizzabile. Molto tempo fa avevo un mio bloggino di moda e, a volte, descrivevo accessori che mi avevano colpito favorevolmente. In poco tempo sono stata contattata da ditte e stilisti, che mi hanno persino spedito i loro prodotti in prova e addirittura invitato a importanti manifestazioni. Il blog era vendibile e, gestito bene, mi avrebbe fatto guadagnare. Io ho lasciato perdere tutto, scelta legata a fattori contingenti della mia vita di allora. Ma adesso, che scrivo solo poesie , anche se fosse vero che il mio è un lavoro e anche se lo facessi proprio bene, non vedo quale riconoscimento potrei aspettarmi, se non la soddisfazione di sapere che qualcuno mi legge e, quando succede, che ha uno scambio di idee che va al di là del like, anch’esso tuttavia graditissimo. Per concludere, come scrittrice, dal mio blog ricevo tanta soddisfazione. Grazie ai miei lettori!

    • amleta ha detto:

      Infatti io ho notato appunto questo, facendo delle ricerche, e cioè che i blog di moda e cucina sono più considerati rispetto a quelli di arte, musica e poesia. Questo credo dipenda dal fatto che nei blog di moda e cucina si possono pubblicizzare prodotti. Mentre negli altri no. Oppure che la moda e la cucina è più seguita dell’arte e della poesia. Però è bruttissimo constatare che in un paese dove la cultura è la prima impronta italiana chi fa moda possa vivere di questo e chi fa poesia o arte no. Mi sembra davvero orribile constatare questo. Anche perchè spesso chi ha dei blog di moda si limita a indossare e descrivere gli indumenti, seguendo le indicazioni delle varie aziende. Inoltre molte blogger di moda fanno scrivere i loro post ai ghostwriter, perchè loro sono troppo occupate ad andare a eventi e pubblicizzare le varie marche. Dunque che contenuto hanno questi blog? Ma è ovvio che vivendo in una società dell’apparenza e non della sostanza questi blog siano più seguiti e amati.

  5. albertocassone ha detto:

    Io valorizzerei i bloggers bravi ma non valorizzerei quelli non bravi, così come se mi si dice “quello là, lo vedi? Quello è uno scrittore! Pubblica romanzi!” non penso automaticamente bene di lui: dipende dal valore dei suoi romanzi.

    • amleta ha detto:

      Bè è un pò estrema la tua idea. Chi dovrebbe decidere chi è bravo e chi no? I like? I follower? Con che tipo di parametro dovrebbero decidere chi può rimanere blogger e chi no? Considera che non tutti i blogger usano WordPress come sito su un tema o argomento, ma molti lo usano come diario personale. Quindi a questi cosa gli diciamo, che non c’interessano i loro fatti privati?

  6. maxilpoeta ha detto:

    io mi sono sempre impegnato molto ma i risultati sono scarsi, anche su instagram pur postando ogni giorno non è che cresca più di tanto come like o followers. Ad ogni modo è così tanto l’amore che provo per ciò che faccio che continuo sulla mia strada, magari un giorno chissà… 😉

  7. quarchedundepegi ha detto:

    Hai ben scritto.
    Mi trovo a scrivere un po’ per divertimento e un po’ perché sul blog si possono esprimere pensieri anche molto seri. Il blog mi ha dimostrato che gli articoli seri vengono letti pochissimo… gli altri… molto di più.
    Influencer? Non m’interessa.
    Buon Pomeriggio.
    Quarc

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.