C’E’ CHI DICE NO

Ho ascoltato Conte parlare oggi e sinceramente il suo tono di voce non è per niente positivo e non esprime nessuna speranza. Anzi, al contrario, io ho capito che la cosa si sta piano piano ripetendo e che non è affatto vero che il nostro Natale sarà salvo. Credo che sia una tecnica per farci credere che andrà tutto bene, come hanno fatto mesi fa, e invece sono tutti bugiardi, Conte per primo. Inoltre questi aiuti, di cui parla tanto ogni volta, la gente ancora li aspetta e la gente ha dovuto chiudere, vendere casa, non sa più come fare. C’era stato un piccolo respiro e adesso di nuovo un’altra batosta. Credo che Conte dall’alto del suo benessere economico non si renda conto di cosa sta succedendo. La gente non può fare sempre sacrifici e non avere mai aiuti. Infatti hanno fatto benissimo a protestare perchè la mafia, la camorra e la ndrangheta si stanno prendendo tutto e i nostri giovani cosa potranno fare nel futuro se non ci sarà lavoro da nessuna parte? Questo Conte non lo vede, lui non ha problemi di lavor, nessuno dei nostri politici ha questo tipo di problemi ma la gente che chiude e fallisce non glielo perdonerà mai.

( Copyright del testo di Amleta Bloom)

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono una artista poliedrica con molte sfaccettature e anche lati oscuri. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ho vissuto e studiato Performing Arts a Londra dove ho potuto sperimentare diverse forme artistiche e partecipare a esperimenti di arteterapia, danzaterapia e affabulazione. Dopo la mia carriera artistica londinese mi sono trasferita in Italia per problemi di salute in famiglia. Ma non ho mai abbandonato la mia anima creativa. Esprimo le mie emozioni attraverso la scrittura. Ho quattro editori e dieci libri pubblicati in formato cartaceo, in formato ebook e in audiolibro. Ho una personalità molto estrosa e sono impegnata in vari progetti che ambiscono ad aiutare le persone in difficoltà e specialmente i bambini e le persone autistiche. Amo la Primavera, i boschi, i passeri, i fiori, il mare, la montagna, gli aerei, le navi, le piante, gli alberi, l'arte, cani e gatti e tutti gli animali. Pratico diversi sport e mi piace conoscere gente e stare in buona compagnia. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in THE RESISTANCE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

20 risposte a C’E’ CHI DICE NO

  1. L’unico segnale positivo in questa faccenda per me è la lettera inviata dai presidenti delle regioni in cui si chiede al governo di far fare i tamponi SOLO ai sintomatici: è l’unico modo per ridimensionare un fenomeno gonfiato a dismisura dai media. Se si incrina il muro della propaganda il COVID finirà presto dato che i positivi sintomatici sono intorno al 5% e i sintomatici gravi una percentuale ancora minore (basta leggere i dati dell’ISS). Sarebbe anche ora di stabilire un protocollo di cure domiciliare da dare ai medici di famiglia proprio per alleggerire gli ospedali che sono presi d’assalto spesso da gente terrorizzata. Se il governo non è in malafede DEVE fare qualcosa in tal senso. Altrimenti se la chiusura è già decisa e i DPCM sono solo un teatrino per i gonzi, credo che sta storia potrà finire bene

    • amleta ha detto:

      Infatti è assurdo che stanno facendo tutto questo casino solo per degli asintomatici. È come se dicessero a tutti i portatori di Hiv di stare a casa perchè possono infettare gli altri. Pure i portatori di Hiv sono asintomatici eppure anni fa non si è fatto tutto sto casino. I morti sono pochi rispetto a Marzo e nei mesi precedenti. Ma sembra che vogliano chiudere tutto. Ma le mafie son in agguato e si compreranno tutto. Il governo vuole questo? 🤔

  2. Scusa volevo dire “NON potrà finire bene”

  3. il barman del club ha detto:

    C’è stata una bella vignetta che girava in rete: subito accusata di ogni ben di dio, ebbene, diceva che ci si contagia anche ascoltando i telegiornali. Si può dire quello che si vuole, ma quando il 95% dei contagiati sono asintomatici qualche riflessione dobbiamo pur farcela…

  4. Guido Sperandio ha detto:

    Si fa presto a parlare, criticare e inveire, in situazioni complesse come questa. Voglio vedere i critici al posto dei criticati, cosa saprebbero decidere. Inoltre fin tanto esisteranno persone come il “giovane” (quei giovani che appunto ti preoccupano, io testimone) il quale cassiere in un super, alla signora che l’invitava a non tenere la mascherina abbassata a sciarpetta sul collo rispondeva irritato : «E per che cosa? per un raffreddore?».
    Quell’idiota, ammesso che per lui sia un raffreddore, è a contatto con centinaia di persone ogni giorno, e poi quando esce va a casa in famiglia, va con gli amici e, immagino, con delle ragazze…
    Keep calm, stay tune, baby.

    • amleta ha detto:

      Allora, io non ho fatto un riferimento ad un caso specifico di un giovane ma dei giovani in generale. Chi ha figli di una certa età che lavorano ( e che magari mantengono la famiglia) cosa ha visto succedere? Figli in cassa integrazione, aziende chiuse, case perse, ecc…Quindi che ci siano ragazzi irresponsabili , come dici tu , è vero ma stiamo salvando chi da cosa? Da un virus che causa morti o da un virus che provoca contagiati? Il mondo è pieno di sieropositivi che possono contagiare l’Aids ma nessuno ha fatto un lockdown per nn farli uscire di casa e farli accoppiare con qualcuno. Eppure nel mondo ancora oggi muore tanta gente a causa dell’Aids. Allora di cosa stiamo parlando? Tu credi a ciò che dicono i mass media? Tu credi a quello che dice Conte? Bene, spero per te che quando arriverà il peggio avrai le risorse per evitarlo. Have good dreams dear 😉

      • Guido Sperandio ha detto:

        Hai perfettamente ragione. Io ho ricondotto tutto a un caso, a quel giovane, mentre tu giustamente allarghi la visuale a tutti i giovani, all’economia di un’intera nazione, al peggio che arriverà per cui anch’io dovrò trovare le mie risorse. Giustamente fai il paragone con l’AIDS e poi, giustamente, cos’è questo terrorismo dei media!
        Giusto il paragone con l’AIDS, basta blocchi, limitazioni, divieti evvai! E smettiamo di dar retta ai mass media, quando poi pubblicano tutti quei dati.
        Pubblicare dei dati è informare? No, è incutere paura.
        Non credo a Conte, crederò a Trump, che in fin dei conti è la tua linea.
        (Prima c’era anche Boris Johnson in cui credere, ma poi se l’è beccata e da quel momento l’Inghilterra passa da un blocco all’altro.)

      • amleta ha detto:

        Quando un personaggio famoso muore di qualcosa o si ammala fa sempre notizia. I pazienti, persone comuni, morti per influenza, polmonite, fumo e alcool o in incidenti stradali, rimangono del tutto sconosciuti. Ci sono anche persone che muoiono ogni giorno negli ospedali per le più diverse patologie ma nessuno ne parla perchè non sono famosi. Poi dell’idea tua personale riguardo al virus se la vuoi esprimere nel tuo blog sei liberissimo di farlo. Io ho un’idea diversa, e mi pare si sia capita, inoltre con questo post ho fatto un’eccezione visto che non parlo spesso di attualità o di politica. Se tu vuoi fare degli esempi di gente morta per covid hai tutto lo spazio del tuo blog per farlo. Io parlo di altre cose qui.

  5. maxilpoeta ha detto:

    sul fatto che si debba in qualche modo protestare sono d’accordo, ma non sono per niente d’accordo con chi devasta e da fuoco alle città solo per far vedere che è contrario ai decreti presi. Non è distruggendo una città che si ottiene una risposta diversa alle proprie idee. Poi sul fatto che si potevano prendere iniziative prima se ne può parlare, questo sì. I problemi è innegabile che ci siano, e ce ne saranno ancora moltissimi visto che la pandemia dilagherà a dismisura, se continua così per i primi di novembre ci saranno 40.000 contagi al giorno, con tutte le conseguenze del caso.
    Questa pandemia sta mettendo in ginocchio il mondo intero, c’è solo da sperare che scompaia nei prossimi anni, come è successo con la terribile spagnola del secolo scorso, che dopo 3 ondate devastanti non si ripresentò più, scomparendo da sola…

  6. • Questo che accade e per adesso rileverei solo una caratteristica degli interventi governativi cioè il voler suggerire alla popolazione comportamenti più sobri ed evitare cadute verso l’animalità e godimenti e “spese vitali” sfrenati e/o esagerati rispetti i propri meriti lavorativi, dicevo, questo che succede, come mai succede in questi giorni dopo tanti anni in cui… il Sole moriva di fame, di sete, di malattie da vari virus, di male provato, di sofferenze, espandendosi fino a sparire e rimase solo la Luce? Ed anche la Luna non stava bene… Perché succede adesso che le fonti di Luce, di vita principali sono diciamo “in vacanza” cioè lavorano più moderati?

    Potrei rilevare asincronie tra la mia realtá personale e ciò che mi dicono i media dunque potrei rilevare molta povertà di verità in quello che succede, dobbiamo per caso lavorare fatti già successi senza però saperlo oppure é tutta una berlina che vi è chi sa come é andata a finire e ce la raccontano per farci passare la vita in qualche modo?

    • In argomento attività lavorative: non si parla pubblicamente del fatto che possiamo da prima di Sempre conoscere che non poche attività lavorative hanno vie parallele diciamo:

    – vi sono gli onesti che portano avanti una sola attività lavorativa, quella palese, esplicita, pubblica e che soffrono, aprono, falliscono, chiudono da prima di Sempre, cioè non hanno mai successo nel lavoro, ecco, questi sono i lavori da aiutare in realtá, sono i lavori, le attività, le persone (se non si fanno sedurre) che estendono la sanità sociale, commerciale, lavorativa 🙂
    – le attività lavorative diciamo “doppie” e non parlo solo di attività di copertura varie di attività mafiose ma anche di altre nature più “civili” diciamo, ecco, queste non é bene che siano ammazzate o lasciate ai loro destìni in regìmi di “austerity” solo per queste attività del “sottomondo” che, a mio avviso, sono veri e propri virus (ah quante mie paranoie di gioventù ho patito a causa della percepita doppiezza delle attività mafiose, quanta paura e terrore ho elaboratomi… )?

  7. cronomaestro ha detto:

    Sinceramente la situazione fa piuttosto presagire un momento cupo per noi governati. Come ho imparato a dire, “Dove si restringe, bisogna allargare”. Tolgono gli spazi per la vita sociale, ma l’essere sociale non deve soccombere allo spirito di questo tempo, che ci vuole negativisti e cinici.

    Può rincuorarti sapere che sto facendo volontariato?

    • amleta ha detto:

      Mi fa molto piacere che tu faccia volontariato ed è sempre un’esperienza che arricchisce molto e lo consiglio a tutti. 😊

    • amleta ha detto:

      DIETRO

      “L’unica malattia infettiva umana ad essere stata definitivamente sconfitta ad oggi è il vaiolo La storia insegna che le malattie infettive difficilmente se ne vanno. Infatti per il Vaiolo l’Organizzazione Mondiale della Sanità promosse vaccinazioni di massa tra gli anni ‘60 e ’70 e così l’8 maggio 1980 si dichiarò il vaiolo ufficialmente debellato.
      Si può certamente passare da uno stato pandemico (la pandemia che stiamo vivendo) ad uno stato endemico cioè la malattia ha una diffusione delimitata nello spazio e nel tempo, che colpisce un numero di individui nettamente superiore a quanto ci si sarebbe atteso ma rimane limitata in quel periodo di tempo e in quella zona ma scomparire per incanto credo sia inverosimile. ” ( Informacovid)

  8. eleonorabergonti ha detto:

    I politici si rendono perfettamente conto di quello che sta succedendo ma se ne fottono (scusa la parolaccia, ma mi sembra il termine più giusto per definire il loro comportamento) che si sta tornando ai tempi del pre-Covid, dove si sottovalutava il problema e quando ormai era divampata l’epidemia era già troppo tardi. Contagi a raffica, ospedali pieni, ecc. ma i politici stanno aspettando che tutto questo si ripeta prima d’intervenire? Non hanno proprio imparato niente dalla prima ondata? Eh, certo: finché la cosa non li riguarda da vicino, degli italiani non gliene importa niente e se ne lavano le mani, ma poi… Noooooooo! Bisogna intervenire! E subito, prima che la cosa degeneri in modo irreparabile.

  9. kagould17 ha detto:

    The truth of the matter is that the virus does not care what actions individuals take or do not take. It will infect a young school age child who then goes to see their gramma and passes on the virus. Asypmtomatic people moving around freely is fine, until it is not. We must all do our part to avoid the shutdowns. If you are still going to be out and about, keep your distance, wear masks and do not share food or drink. Then gather away. As one who is 67, I take this seriously and take what steps I can to protect me. If others take the same steps while still going about their business and work, the virus will be easier to control. This does not mean sticking me away in a room somewhere. This means giving me my 6 feet when I am out (not jogging or biking right by me while huffing and puffing) and wearing a mask indoors as required so you protect others. People still do not realize that their actions or inactions can affect others, they only see their freedom being impinged. And yes, the governments need to keep a consistent message and get their aid act together if they do shut down. Stay well. Be Safe. Be Brave.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.