MADRI DIGITALI

Le mamme oggi sono un pessimo esempio per i figli. Il motivo? Quel cell attaccato sempre alle mani. Il mio nipotino di 4 anni sgrida spesso sua madre che sta sempte al cell. Madri che arrivano a scuola sempre digitando. Madri che stanno a casa sempre digitando. Tutte voglion diventare famore, essere piene di like, essere amate dai follower. Girano video pure ai figlioletti per metterli sui social, senza immaginare che tutto verrà guardato da pedofili. Guai a metterle in guardia verso i pericoli che girano in rete. Poi si ritrovano i figli morti e piangono e lo scrivono sul cell quanto soffrono. Madri digitali che non amano più, non abbracciano, non vedono più i figli. Madri che non esistono più. Narcise galoppanti nel mondo dei social. Madri bambine insivure e bisognose d’attenzioni. Fighe appariscenti e cobtenitori del tutto vuoti. Quando perdono i figli non si danno neanche la colpa. No loro si sentono dive e quindi non possono sbagliare.

( English Version)

Mothers today are a bad example for their children. The reason? That cell always attached to the hands. My 4-year-old grandson often scolds his mother who is always on the cell. Mothers who always come to school typing. Mothers who are always typing at home. They all want to become famous, be full of likes, be loved by followers. They also shoot videos of their children to put them on social media, without imagining that everything will be watched by pedophiles. Woe to warn them of the dangers that run on the net. Then the dead children are found and cry and write on the cell how much they suffer. Digital mothers who no longer love, no longer hug, no longer see their children. Mothers who no longer exist. Narcises galloping into the world of social media. Mothers of children who are unsure and in need of attention. Flashy pussies and completely empty cobtenitori. When they lose their children, they don't even blame themselves. No they feel divas and therefore cannot be wrong

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom e sono stata una artista per molti anni della mia vita. Ma negli ultimi anni mi sono accorta che bisogna fare qualcosa per il mondo in cui viviamo perchè ci sono troppe cose che non vanno bene. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista e una buona osservatrice del mondo in cui vivo. Ma ci sono anche momenti in cui mi sento l'unica a lottare contro i mulini a vento. Molte persone si avvicinano a me per certi motivi sentimentali e non capiscono la battaglia che stiamo facendo per salvare il pianeta terra. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il sub diving, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in POESIE: DISSOLUZIONI INTERIORI. Contrassegna il permalink.

9 risposte a MADRI DIGITALI

  1. Libera-mente ha detto:

    Come non darti ragione?
    È una realtà veramente triste

  2. Adriano ha detto:

    Concordo in tutto.

  3. il barman del club ha detto:

    …e poi dicono che gli adolescenti di oggi sono vuoti (e non è vero), ma se l’esempio viene dall’alto (…)

  4. Ehipenny ha detto:

    Il concetto di fondo lo trovo giusto, ma non generalizzerei. Ci sono madri che educano a modo i propri figli e che provano a indirizzarli sulla giusta strada. Non penso sia solo colpa della madre se qualcosa nella vita del figlio va storto, si cresce sempre in un società, ci sono influenze da ogni parte e tante di queste sono negative… una mamma deve dare il giusto esempio ma a volte non si può salvare chi non vuole essere salvato

    • amleta ha detto:

      Certo, le eccezioni ci sono sempre, è ovvio, ma per chi frequenta le scuole o ha parenti che lavorano nelle scuole, o ha nipotini, queste cose le nota eccome ed è una grossa fetta delle madri purtroppo e non poche sparute care giver. Dunque sí è vero, ci sono madri che insegnano cose ottime ai figli e poi i figli vengono presi dalla rete sociale e capovolti nei loro valori, ma la maggior parte a 2 anni già maneggia un cell e sono proprio le madri, o i padri, che glielo danno, perchè loro son troppo occupati a cercare visibilità nei social. Ovviamente è quasi tutta la generazione nuova di madri che fa questo. Le nonne, e le zie, vedo che son diverse, propongono giochi e letture educative. Ma delle madri digitali se ne salvano pochissime 😔

      • Ehipenny ha detto:

        Non sai il nervoso nel vedere i bimbi al ristorante che per stare buoni vengono messi davanti ai cellulari… spero sempre che siano comportamenti isolati ma da quel che mi dici spero male

      • amleta ha detto:

        Sono anni che collaboro con persone della scuola, inoltre ho anche una sorella insegnante, una suocera maestra, un nipotino e frequento psicologi e psichiatri infantili. Tutti lamentano la stessa cosa, cioè un uso smodato dei cell da parte dei bambini. Il guaio è chesenti dire a molti bambini che si annoiano. Ti rendi conto? Si annoiano già. E per quanto possano tentare nonni e zie ( io sono la zia) ormai le madri hanno già deviato l’attenzione dei figli verso il cell e non recepiscono altro. Sono le madri, e i genitori, che andrebbero curate per la loro dipendenza dal cell, ma per loro è normale fare figli e non dargli un briciolo di affetto. Usano perfino i figli per farsi notare sui social. Sono davvero distruttive. 😥

      • Ehipenny ha detto:

        Tutto questo è sbagliatissimo..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.