E LA BARCA VA…


Sanremo è zona rossa , però il Festival si fa , i ristoranti saranno aperti per cantanti e addetti ai lavori. È da un anno che lo dico : c’è qualcosa che non quadra .



( English Version)
Sanremo is the red zone, but the Festival is happening, the restaurants will be open for singers and professionals. I’ve been saying this for a year: there is something wrong

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom, sono un'arteterapeuta che aiuta i bambini difficili e gli adulti "bloccati". Sono stata una artista per molti anni della mia vita, ho studiato Performing Arts e Fine Arts nell'UNIVERSITY COLLEGE OF LONDON. Poi mi sono dedicata alla psicologia per aiutare le persone grazie alla mia creatività. Negli ultimi anni mi sono accorta che bisogna fare qualcosa per il mondo in cui viviamo, perchè ci sono troppe cose che non vanno bene. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista. Sono una buona osservatrice del mondo in cui vivo e spesso mi accorgo di cose che gli altri non notano. La battaglia che stiamo facendo per salvare il pianeta terra dobbiamo farla tutti e non solo alcuni. Ma mi accorgo che i mass media ormai hanno schiavizzato tutti e manca il senso critico in tanta gente. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il sub diving, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in POESIE: DISSOLUZIONI INTERIORI. Contrassegna il permalink.

8 risposte a E LA BARCA VA…

  1. probabilmente sarà con un pubblico più contenuto… poi è un anno che non si fanno concerti, è anche un anno che forse il prossimo sarà migliore, è anche un anno che i negazionisti i complottisti fracassano i marroni, siamo fortunati che qualcuno di noi non ha preso il virus siamo fortunati che sono morti solo vecchi, per alcuni sono solo vecchi, io trovo gravissimo questo modo di pensare, perché una volta morti i vecchi che sono le colonne portanti di questo paese la memoria del paese l’Italia siamo fottuti cadremo in mano ai negazionisti e complottisti… buona giornata..

    • amleta ha detto:

      Cosa ci si può aspettare da una società in cui già a 50 anni sei tagliato fuori da mondo del lavoro. Però se lavori devi durare fino a quando ci muori a lavoro. Cosa ci si aspetta da questa società in cui se hai più di 25 anni già sei fuori dalle chance di lavoro. La saggezza dei vecchi una volta era ritenuta una preziosa conoscenza da trasmettere ai giovani. Ma adesso purtroppo viviamo in un mondo in cui se non sei giovane non vali nulla. Ormai in tutti gli ambienti di lavoro bisogna essere “young and smart” altrimenti sei fuori. Il rispetto per i vecchi e la considerazione per loro sono spariti per sempre. Tu dai la colpa ai complottisti e negazionisti. Ma quanti sono? Mille, diecimila, un milione. E il resto degli italiani che non sono complottisti come si stanno comportando? A cosa pensano? A Sanremo e ai giovani cantanti di Amici 😕

      • abbiamo permesso alla società di renderci schiavi, piegando sempre la testa e lasciando correre dicendo “ma intanto e così” “ma intanto non ci si può fare nulla” i nostri anziani hanno ricostruito l’Italia usciata dalla 2 guerra mondiale, che abbiamo perso, distrutta in tutti i sensi hanno lottato nelle fabbriche hanno lottato nelle piazze, i sindacati erano una potenza, riuscivano a portare in piazza milioni di persone, oggi no, mentre oggi abbiamo quasi distrutto il potere dei sindacati fregandocene i sindacati vincono le battaglie se dietro hanno un esercito cioè gli operai che protestano, ma anche li abbiamo rinunciato “intanto non fanno nulla” rinunciando al diritto allo sciopero oggi ci basiamo solo sulle conoscenze e le spinte di questo o quello che conosce…. solo con lo sciopero e l’unione si fanno e vincono grandi battaglie soli non si va da nessuna parte…

      • amleta ha detto:

        Perchè abbiamo perso? Se i nostri nonni hanno combattuto tanto per un’Italia libera e poi? Cosa è andato male? Voglio dire: se i loro figli si son fatti piegare cosí facilmente cosa non ha funzionato bene nel passaggio tra ledue generazioni? Oggi se 100 persone fanno sciopero ce ne sono altre 100 disposte a lavorare al posto loro, come mai? Ormai nei sindacati ci lavora molta gente che non conosce neanche i diritti dei lavoratori. Pochi lo fanno perchè credono nella difesa dei lavoratori. Purtroppo la maggior parte lo fa solo per soldi. Tanti uffici di sindacati che non forniscono neanche informazioni adeguate e pieni di gente incompetente. Se poi ci mettiamo che le aziende arrivano a pagare certi dipendenti per dichiarare ul falso pure in tribunale allora…. Sí, abbiamo perso tutto. Ma questo firse interessa solo a me, a te, e ad altri pochi come noi. Tutti gli altri stanno aspettando Sanremo. Perchè son diventati cosí? Io non riesco a darmi una risposta per tutti questi cervelli resi bacati 😒

      • è un discorso complesso e lungo.. è colpa anche dei 100 che sono andati a lavorare mentre gli altri cento scioperavano e colpa della mancanza di meritocrazia, è colpa di chi è andato avanti senza meritarselo per conoscenze e quello lo vediamo anche in politica oggi… solo che la barca affonda se non ci sono buoni marinai e buoni capitani…

  2. eleonorabergonti ha detto:

    In questa Italia allo sbando è difficilissimo che quadri qualcosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.