IMMANE SKIN

Dopo aver usato la donna come oggetto, sia nei media che in privato, ecco la nuova tendenza del momento: la femminizzazione dell’uomo. Forse è noto a qualcuno che la femminizzazione dell’uomo fa parte di un percorso di incluso spesso nel Bdsm. Ma non si riduce solo a questo perchè se un uomo indossa un vestito femminile o si trucca questo non è qualcosa di scandaloso ( come molti voglion far credere) ma la cosa terribile è rendere l’uomo femminizzato un oggetto sessuale. La musica ormai si basa solo su messaggi erotici e comportamenti erotizzati al fine della vendita delle canzoni.
Prima c’è stata la tendenza a proporre baby cantanti, baby attrici e baby star ( sia nel mondo della canzone che del cinema). Poi si è passati a messaggi sempre più espliciti nei video e nei concerti, e a musica usata solo come input per la libido del pubblico.
Adesso siamo andati avanti ed ecco gli uomini diventare oggetti sessuali dopo esser stati trasformati in femmine procaci.
Il mondo nella musica rispecchia la nostra società? Gli uomini sono le nuove prostitute del mondo discografico?

( English Version)

After using the woman as an object, both in the media and in private, here is the new trend of the moment: the feminization of men. Perhaps it is known to someone that the feminization of men is part of a path of submission often included in BDSM. But it does not just come down to this because if a man wears a feminine dress or puts on make-up this is not something scandalous (as many would have you believe) but the terrible thing is to make the feminized man a sexual object. Music is now based only on erotic messages and eroticized behaviors for the purpose of selling songs.
First there was the tendency to propose baby singers, baby actresses and baby stars (both in the world of song and cinema). Then we moved on to more and more explicit messages in videos and concerts, and to music used only as an input to the public's libido.
Now we have moved on and here are men becoming sex objects after being transformed into busty females.
Does the world in music reflect our society? Are men the new prostitutes in the recording world?

Informazioni su amleta

Mi chiamo Amleta Bloom, sono un'arteterapeuta che aiuta i bambini difficili e gli adulti "bloccati". Sono stata una artista per molti anni della mia vita, ho studiato Performing Arts e Fine Arts nell'UNIVERSITY COLLEGE OF LONDON. Poi mi sono dedicata alla psicologia per aiutare le persone grazie alla mia creatività. Negli ultimi anni mi sono accorta che bisogna fare qualcosa per il mondo in cui viviamo, perchè ci sono troppe cose che non vanno bene. Sono una persona molto solare, allegra, socievole ed affettuosa ma realista. Sono una buona osservatrice del mondo in cui vivo e spesso mi accorgo di cose che gli altri non notano. La battaglia che stiamo facendo per salvare il pianeta terra dobbiamo farla tutti e non solo alcuni. Ma mi accorgo che i mass media ormai hanno schiavizzato tutti e manca il senso critico in tanta gente. Credo nel valore dell’amicizia e dell’amore, della collaborazione e dell’aiuto reciproco a livello interpersonale e internazionale. Le mie passioni sono: il nuoto, la MTB, il trekking, il diving, il kite surfing, il sub diving, il tai chi, la meditazione, il ciclismo, l’arte, il giardinaggio, il teatro, il cinema, i viaggi.
Questa voce è stata pubblicata in POESIE: DISSOLUZIONI INTERIORI e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a IMMANE SKIN

  1. Pingback: IMMANE SKIN – Sourab Titrés

  2. maxilpoeta ha detto:

    vedendo certe esibizioni verrebbe quasi da pensarlo, un tempo sarebbero stati dei tabu assoluti, oggi si vede di tutto, basta vedere il recente Sanremo…

    • amleta ha detto:

      Molti tabu sono scomparsi ma gli uomini “travestiti” che si sono visti a Sanremo non sono dei trans ( cosa che avrebbe davvero fatto cadere dei tabu) ma solo degli uomini che per fini commerciali si son fatti mascherare da mezze femmine solo per ottenere visibilità. Questa pagliacciata non la vedo come una trasgressione ma solo come una modalità usata apposta per pubblicizzare se stessi. Avrei preferito che cantassero dei cantanti queer o genderfluid oppure di altre identità sessuali e non questi uomini vestiti da donne-oggetto.

  3. Adriano ha detto:

    Che vergogna…..

  4. Camelia Nina ha detto:

    È un rock inverso.
    Un Kcor

  5. Jovina Coughlin ha detto:

    Thank you for following my blog. I look forward to reading yours.

  6. David J. Bauman ha detto:

    Very interesting thoughts on this. And I’m sure something is lost in translation, but I wonder what other things might be going on here. Twenty years ago Madonna released “What It Feels Like for a Girl.” And I always liked these lyrics:

    “Girls can wear jeans and cut their hair short
    Wear shirts and boots ‘cause it’s okay to be a boy
    But for a boy to look like a girl is degrading
    ‘Cause you think that being a girl is degrading
    But secretly you’d love to know what it’s like wouldn’t you
    What it feels like for a girl”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.